Ora Clessidra veste Roberto Cavalli

A
A
A

Il fondo di private equity acquisisce il 90% della maison di moda fiorentina

di Diana Bin30 aprile 2015 | 13:24

CLESSIDRA AL 90% DI CLESSIDRA – Il fondo di private equity Clessidra sgr acquisisce il 90% della maison di moda fiorentina Roberto Cavalli. La casa di moda, fondata a Firenze negli anni Settanta, ha chiuso il 2014 con ricavi consolidati in crescita, pari a circa 210 milioni di euro. L’operazione siglata prevede l’acquisizione di una quota di maggioranza pari al 90% del capitale della maison fiorentina da parte di una società di nuova costituzione denominata Varenne. Il restante 10% continuerà ad essere detenuto dal fondatore Roberto Cavalli. Nell’azionariato di Varenne, società di cui Clessidra detiene la maggioranza assoluta, sono presenti alcuni co-investitori con quote di minoranza, tra i quali L-GAM, fondo di investimento internazionale, e Chow Tai Fook Entreprises Limited, la holding basata ad Hong Kong controllata dalla famiglia Cheng. L’ingresso nel gruppo Roberto Cavalli costituisce per Clessidra la prima operazione realizzata attraverso il terzo fondo in gestione, Clessidra Capital Partners 3 (CCP 3). Seguendo la filosofia che ha caratterizzato la gestione dei precedenti fondi, CCP 3 sarà principalmente dedicato a investimenti nel mercato italiano.

NOMINE – Il nuovo presidente di Roberto Cavalli S.p.A. sarà Francesco Trapani, vicepresidente esecutivo di Clessidra, per oltre 25 anni amministratore delegato di Bulgari, quindi ceo della divisione orologi e gioielli di Lvmh. Il ruolo di amministratore delegato sarà ricoperto da Renato Semerari, fino ad oggi “president” del gruppo multinazionale Coty, quotato alla Borsa di New York. Precedentemente, Renato Semerari aveva ricoperto il ruolo di ceo di Guerlain e ceo e president Europa di Sephora, entrambe società del gruppo Lvmh. Nell’ambito dell’operazione Roberto Cavalli SpA è stata affiancata dallo studio legale Bonelli Erede Pappalardo e dall’ advisor finanziario Bnl Bnp Paribas, la proprietà dal team Uhnwi di Credit Suisse Italy. Clessidra nell’operazione è stata supportata da Banca Imi e dallo studio Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners. L-GAM è stato supportato dallo studio LMS. Consulente di CTF nell’operazione è stata Citi. Altri consulenti a supporto dell’operazione sono stati Piero Alonzo dello studio ACP, Bain & Co, PwC e Knightfrank.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Winton lancia il Winton Diversified Fund (Ucits)

Sarà possibile investire nel Winton Diversified Fund in sterline, euro, dollaro americano e franco ...

Le nuove tecnologie sono realtà, Symphonia ne parla a Torino

Symphonia SGR annuncia la sua partecipazione a Smart Mobility World, la più importante manifestazio ...

Nasce il Nordea 1 – Flexible Fixed Income Plus Fund

Con un profilo più conservativo e un livello di rischio controllato e moderato, il nuovo fondo si p ...