Axa IM: rallentano Usa e Uk, Italia meglio della media dell’eurozona

A
A
A

Gilles Guibout, responsabile European equity di Axa Framlington, dice: conviene favorire società con un reale potenziale di crescita del fatturato e/o dei margini.

Maria Paulucci di Maria Paulucci14 maggio 2015 | 08:55

SEGNALI DI RIPRESA IN EUROZONA – Si concentra su eurozona e Italia l’ultimo commento di Gilles Guibout, responsabile European equity di Axa Framlington. “Ad aprile, i dati sulla crescita per il primo trimestre dell’anno hanno mostrato Stati Uniti e Inghilterra in decelerazione, mentre la zona euro ha dato dei segnali di ripresa, proseguendo dalle tendenze viste a inizio anno. Parlando di tassi, dopo aver visto il Bund tedesco toccare il minimo storico di 0,05%, la prospettiva di un ritardo nel rialzo da parte della Fed e della BoE ha portato a un movimento verso l’alto della curva”.

VALUTE E MERCATI
– Nell’eurozona, prosegue l’esperto, “sia i tassi sia l’euro sono risaliti, il mercato azionario ha registrato perdite, mentre il mercato inglese ha beneficiato di un leggero calo della sterlina e di un probabile rinvio del rialzo dei tassi. Nel mese il Ftse Italia All Share e il DJ Eurostoxx Return hanno perso rispettivamente lo 0,46% e l’1,31% mentre il Msci Europe è rimasto stabile a +0,01%, principalmente grazie al settore energetico, che ha beneficiato del rimbalzo del prezzo del petrolio”.

EFFETTO PETROLIO SU ENI
– Quest’ultimo fattore spiega la sovraperformance dell’Italia a confronto con l’eurozona, visto il peso relativo di Eni. “I settori finanziari e dei beni ciclici sono quelli che hanno maggiormente accusato gli ultimi movimenti. Nelle prossime settimane”, segnala l’esperto, “ci aspettiamo che i mercati rimarranno abbastanza tirati, viste le possibili evoluzioni dello scenario politico (elezioni nel Regno Unito, trattative in Grecia), i dati sulla crescita negli Stati Uniti, e il potenziale avvio in Cina di un piano di stimolo economico”.

IL CONSIGLIO DELL’ESPERTO
– Ancora una volta, saranno le anticipazioni sulle politiche delle banche centrali e l’evoluzione dei tassi a condizionare i mercati. “Con valorizzazioni di 16x il price/earning e spazio ormai limitato per ulteriori espansioni dei multipli, conviene favorire società con un reale potenziale di crescita del fatturato e/o dei margini, che sono gli unici elementi ad assicurare una vera capacità di generazione di risultati e dividendi, e un ritorno a valori più naturali dei multipli”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Axa, partnership con Coursera per la formazione

Le polizze di Genertel nella rete di Creval

Axa primo brand assicurativo al mondo

Corsa per accaparrarsi il wm di Axa a Hong Kong

L’ex ceo di Axa sceglie General Atlantic

Axa Italia strappa D’Abbondanza a Cordusio Sim

L’Insurtech è realtà: Neosurance realizzerà con Axa Italia la prima instant insurance al mondo

AXA Italia lancia la startup interna #AXAInnovationHub

Axa resta in Mps

Ping An, Allianz e Axa: i tre big mondiali dell’assicurazione giocano a tutto campo

Axa quoterà le attività statunitensi per rafforzarsi nel core business

Blueindex: bene Axa e Bnp Paribas, le parole di Trump frenano Wall Street

Classifiche Bluerating: AXA Interlife testa tra i fondi della categoria Monetari Euro

Generali, Leonardi alla guida del business in Asia

Axa lancia l’app My Axa

Axa: niente scalata a Generali

Le grandi manovre su Generali

Generali e Mediobanca in luce a Piazza Affari

Axa lancia la nuova parental policy

Blueindex: Axa e Old Mutual staccano tutti

Axa Italia, Cohen nominato a.d.

Axa in ritirata dal Regno Unito

Best Global Brand, Axa primo marchio assicurativo

Blueindex: Axa brilla, tra gli italiani bene solo Banca Generali

Generali-Axa, il matrimonio si allontana

Generali a tutto gas, grazie alla Bce e ai rumor di borsa

Generali, manovre di SocGen nell’azionariato

Axa, 650 licenziamenti in Belgio

Axa valuta che fare del progetto immobiliare di Londra

La Gran Bretagna non accusa il colpo Brexit

Semestre piatto per Axa

Axa vuole crescere ancora in Cina

Axa e Mps lanciano South for Tomorrow

Ti può anche interessare

Schroders: i risparmiatori italiani amano le strategie Esg

La ricerca di Schroders ha coinvolto 20mila investitori in 28 Paesi, di cui 1.000 solo in Italia, ai ...

AcomeA sgr sta per lanciare due fondi Pir

La società che ha in Alberto Foà il presidente tra due settimane porterà sul mercato il suo primo ...

Candriam inaugura la sede di New York

Il nuovo ufficio consentirà agli investitori istituzionali statunitensi di accedere a un ventaglio ...