Mifid 2, T. Rowe Price pagherà per la ricerca di terze parti

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico21 agosto 2017 | 15:15

L’ANNUNCIO – Il gruppo T. Rowe Price ha fatto sapere che, a partire dal 3 gennaio 2018, pagherà per la ricerca di terze parti utilizzata dalla sua società di gestione degli investimenti basata nel Regno Unito, T. Rowe Price International Ltd, soggetta alle regole della Mifid 2 dell’Unione Europea. Rob Sharps, co-head of Global Equity e group chief investment officer, ha dichiarato: “T. Rowe Price ha più di 500 professionisti degli investimenti a livello globale, inclusi più di 250 analisti, ed è conosciuta e rispettata per la propria piattaforma interna di ricerca globale. Negli ultimi anni, abbiamo continuato a investire nelle nostre capacità di generazione di alpha in tutto il mondo, assumendo analisti focalizzati sulla ricerca fondamentale, sulla ricerca quantitativa, sulla corporate governance, sugli investimenti socialmente responsabili e sull’accesso alle imprese. Le ricerche supplementari prodotte da terze parti che riceviamo sono di complemento alla nostra ricerca interna. Con questa decisione, ci assicuriamo che i migliori interessi dei nostri clienti siano protetti, preservando al contempo il nostro processo di investimento collaborativo globale e l’accesso a importanti ricerche di terze parti”.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

T. Rowe Price: il “sogno cinese” del presidente Xi non può iniziare prima del 2020…

T. Rowe Price, il team si arricchisce con un capo dell’advisory

T. Rowe Price: come approfittare dell’altalena dei listini americani

Ti può anche interessare

Schroders: parola d’ordine sostenibilità

Dalla ricerca annuale Schroders Global Investor Study 2017, condotta su oltre 22.000 investitori di ...

Generali, utile in calo e nuove strategie nel risparmio gestito

La compagnia del Leone annuncia i suoi piani di sviluppo nell'asset management, mentre i profitti tr ...

Assogestioni, il balzo in avanti di Generali

Il gruppo del Leone torna a registrare un dato di raccolta positivo, dopo i forti deflussi del mese ...