Franklin Brazil Opportunities chiude settembre col botto

A
A
A

Franklin Brazil Opportunities, comparto in dollari di diritto estero gestito da Franklin Templeton Investment Funds Sicav, chiude settembre con un rimbalzo di 6 punti in tre sedute

Luca Spoldi di Luca Spoldi1 ottobre 2015 | 17:33

IL BRASILE BALLA LA SAMBA – Eccellente finale di settembre per Franklin Brazil Opportunities, comparto mobiliare aperto di diritto estero denominato in dollari gestito da Franklin Templeton Investment Funds Sicav che con un rialzo di 6 punti tra il 28 e il 30 di settembre balza in testa tra i fondi azionari che investono sul Brasile e riduce la perdita da inizio anno all’8,39%. Una rondine non fa primavera, tuttavia, e mentre lo scenario macroeconomico brasiliano resta incerto e l’andamento del listino azionario a dir poco volatile, gli investitori non possono far altro che accontentarsi di verde diminuire le perdite subite a 12 mesi (ora scese sul -7,11%).

TEMPLETON TRA ALTI E BASSI – Agli attuali livelli il comparto è praticamente ritornato sulle quotazioni di tre anni or sono, a conferma che si tratta comunque di un prodotto adatto solo a investitori avvezzi al rischio. Nel complesso positivo il confronto con altri prodotti di categoria: a uno e a due anni la performance cade nel secondo quartile, mentre solo a tre anni scivola nel terzo quartile, dovendo scontare oltre alle incertezze dell’anno in corso anche la perdita del 2013 (-4,05%), per quanto ribaltata ampiamente l’anno successivo (chiuso a 14,69%).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Artemis si rafforza con Jens Steen

Il manager è entrato a far parte della società in qualità di responsabile delle vendite per i Pae ...

Nasce il Nordea 1 – Flexible Fixed Income Plus Fund

Con un profilo più conservativo e un livello di rischio controllato e moderato, il nuovo fondo si p ...

Franklin Templeton: mercati emergenti, cosa ci attende nel 2017

Secondo Mark Mobius e Stephen Dover, si attende una crescita del PIL per i mercati emergenti nel 201 ...