La guida per investire in un’economia low carbon

A
A
A

L’ha pubblicata la società di gestione Mirova, per esortare gli investitori a impegnarsi attivamente nella Conferenza sul clima Cop 21.

Chiara Merico di Chiara Merico3 novembre 2015 | 14:09

LE SFIDE DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO – Un’analisi dettagliata delle sfide legate al cambiamento climatico: è la guida “Investire in un’economia low carbon”, pubblicata oggi da Mirova, società di gestione dedicata agli investimenti responsabili. Si tratta di una serie di consigli per esortare gli investitori ad allinearsi alla COP21, la Conferenza sul clima che si terrà a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre.

MISURARE LE EMISSIONI – Lo studio illustra agli investitori varie metodologie per misurare efficacemente le loro emissioni di anidride carbonica, e Mirova offre una gamma di soluzioni di investimento che permettono la transizione energetica su tutte le asset class. Per mantenere l’economia sulla traiettoria dei “2 gradi centigradi”, è essenziale convogliare le risorse economiche verso società e progetti che promuovono la transizione energetica. Philippe Zaouati, numero uno di Mirova, spiega: “La transizione energetica può avere successo solo se vengono mobilitati i risparmi degli investitori privati. Il successo della COP21, quindi, dipende anche dalla capacità delle società di asset management di proporre soluzioni che sappiano rispondere alle sfide del cambiamento climatico, offrendo al contempo i rendimenti attesi dagli investitori”.

RICHIESTA CRESCENTE – Per rispondere alla crescente richiesta per investimenti maggiormente green, Mirova, in collaborazione con Carbone 4, il principale specialista nelle strategie legate alle emissioni, ha sviluppato una metodologia innovativa per misurare le emissioni di anidride carbonica di un portafoglio di investimento. Tale strumento permette di analizzare il contributo di una società alla riduzione delle emissioni globali di gas serra (GGE). Hervé Guez, Head of Mirova Responsible Investment Research, commenta: “Poter misurare l’impatto generale di un’attività economica sull’ambiente è un passo essenziale verso l’azione contro il surriscaldamento globale. Stabilire, quindi, le emissioni di carbonio è indispensabile nella costruzione di portafogli che possano contribuire alla transizione energetica”.

RINNOVABILI IN TESTA – In modo da orientare i capitali verso investimenti che promuovano la transizione energetica, Mirova propone soluzioni sulle varie asset class. Per più di 10 anni, Mirova ha offerto agli investitori europei accesso a investimenti in compagnie legate a progetti di energie rinnovabili in Francia e in Europa. I fondi sulle energie rinnovabili di Mirova hanno generato 730 MW di nuova capacità produttiva e hanno contribuito a evitare 1,4 milioni di emissioni di CO2. Inoltre, Mirova è stata una delle prime società di gestione al mondo a lanciare un prodotto sui green bond. Finanziando asset tangibili e assicurando trasparenza sull’utilizzo del capitale raccolto, le obbligazioni “green” permettono agli emittenti di diversificare la loro base investitori, consentendo agli investitori di partecipare attivamente al finanziamento della transizione energetica. 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Guez sale in Mirova (Natixis)

Ti può anche interessare

Arriva il sito che ti dice come risparmiare sui costi di fondi e Sicav. Ecco come funziona

Si chiama ReFees ed è una startup che permette di valutare un eventuale risparmio ottenibile dall ...

Milano ospita il Raiffeisen Experience Tour: si parla di Mifid 2

Prosegue il 19 ottobre a Milano il Raiffeisen Experience Tour Autunnale 2017, dedicato al tema "Mifi ...

Bnp Paribas Am: i timori alimentano la domanda di beni rifugio

I toni espansivi dei banchieri centrali accentuano le pressioni sui rendimenti. ...