Bny Mellon: Irma, un uragano sui mercati?

A
A
A

Salvo nuovi sviluppi da parte di Kim Jong Un, gli eventi in Florida distoglieranno il focus dei mercati dalle questioni geopolitiche.

Chiara Merico di Chiara Merico11 settembre 2017 | 11:06

AVVERSIONE AL RISCHIO – L’attenzione immediata degli investitori è rivolta all’impatto dell’uragano Irma e alla devastazione che ha causato, spiega Paul Hatfield, global chief investment officer di Alcentra, società di investimento di BNY Mellon Investment Management. Salvo nuovi sviluppi da parte di Kim Jong Un, gli eventi in Florida distoglieranno il focus dei mercati dalle questioni geopolitiche. Nel breve termine, gli investitori manterranno probabilmente un orientamento di avversione al rischio, nel tentativo di capire quali settori beneficeranno e quali soffriranno degli effetti dell’uragano sia nel corto sia nel lungo periodo. C’è ancora molta liquidità in attesa di un calo dei mercati per essere dispiegata. Ci aspettiamo che la volatilità dei catastrophe bond e delle azioni del settore assicurativo, cui avevamo già assistito la settimana scorsa, prosegua anche nei prossimi giorni. Il costo legato ai danni dell’uragano, e a quelli che potrebbero derivare dalle nuove tempeste in arrivo, manterrà tutti gli occhi saldi sulla questione del tetto del debito pubblico, anche dopo il recente e sorprendente accordo di breve tempo raggiunto da Donald Trump con i Democratici. Anche se non ci sono eventi immediati che potrebbero causare una nuova ondata di volatilità per i titoli del Tesoro simile a quella cui abbiamo assistito di recente, gli investitori conservano dei timori sull’asset class: le negoziazioni sui finanziamenti per aiutare chi è stato colpito dall’uragano si prospettano infatti complesse, a causa delle difficoltà politiche con il Congresso e dell’enorme portata dei fondi che saranno necessari per intervenire. Tutti questi fattori potrebbero mantenere una pressione al ribasso sul dollaro e la prospettiva di nuovi rialzi sui tassi d’interesse da parte della Fed oggi sembra altamente improbabile. Il focus resta sulla capacità dell’euro di mantenere la recente forza dopo la conferenza di Draghi della scorsa settimana.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brain (Bny Mellon): “Occhi puntati sulla Bce”

Bny Mellon affida gli hedge a Salvage

Bny Mellon, il roadshow europeo per consulenti punta su Milano

Garcia Zamora (BNY Mellon): “Puntiamo sul debito emergente in valuta locale”

Insight Investment, arriva Louis

Bny Mellon lancia un fondo sugli high yield

Bny Mellon: Cina, cosa porterà l’anno del Gallo

La ricchezza è un bene, ma come gestirla? Se ne parla all’evento Aifo

Nuova sede in Italia per Bny Mellon

Bny Mellon Global Real Return Fund si prepara a nuovi ribassi dei mercati

Boat Race, Bny Mellon e Newton donano la sponsorship alla ricerca sul cancro

I tassi sulla sterlina restano fermi, lo resteranno a lungo

Bny Mellon IM, due ingressi e una nomina

Bny Mellon offre stage a parenti. E arriva la multa dalla Sec

Bny Mellon e Credem insieme per la distribuzione di fondi a 500 promotori

Bny Mellon acquisisce Cutwater Asset Management

Bny Mellon fa il tifo per il Brasile

Via libera Fed al buy-back di Bny Mellon

Risparmio, WestLB Mellon Compass Fund diventa Bny Mellon Compass Fund

Bny Mellon, nuovo ingresso nel team italiano

Bny Mellon, un nuovo capoeconomista per la sua Meriten Investment Management

Bny Mellon: nuova nomina per la regione Asia-Pacifico

Giro di poltrone a BNY Mellon

Rating & Score – Sono 62 i nuovi fondi disponibili alla sottoscrizione

Ti può anche interessare

Mirabaud Am: Bce, non è in vista una riduzione del QE

per il quarto trimestre del 2016 l’attività economica dovrebbe crescere dello 0,3% e non c’è u ...

Classifiche Bluerating: Deutsche AM in testa tra i fondi azionari Germania

Secondo le analisi di Bluerating basate su fondi della categoria azionari Germania , il primo per p ...

BlackRock, 219 fondi che perdono

Il gigante americano distribuisce in Italia 693 prodotti: ma un terzo di essi hanno performance nega ...