Jupiter AM si rafforza con Barber

A
A
A

La manager ricoprirà il ruolo di global head of institutional a partire dal 16 ottobre 2017 e Jill riporterà a Nick Ring, global head of distribution di Jupiter.

Chiara Merico di Chiara Merico29 settembre 2017 | 09:04

LA NOMINA – Jupiter Asset Management annuncia la nomina di Jill Barber (nella foto) a global head of institutional. La nomina sarà effettiva dal 16 ottobre 2017 e Jill riporterà a Nick Ring, global head of distribution di Jupiter. Jill Barber entra in Jupiter da Franklin Templeton, dove negli ultimi quattro anni ha ricoperto il ruolo di Head of Institutional per il Regno Unito e l’Irlanda. In precedenza, ha lavorato in Hermes Investment Management, Fidelity International e Capital International ricoprendo incarichi relativi al business istituzionale. Jill vanta 19 anni di esperienza nell’industria del risparmio gestito. Fin dal suo lancio oltre 30 anni fa Jupiter è tra i nomi di spicco all’interno del mercato istituzionale, e gestisce mandati segregati per diverse tipologie  di clienti. Entrando a far parte di Jupiter, Jill, insieme al suo team e in linea con gli obiettivi strategici della società, si occuperà di sviluppare ulteriormente la base clienti istituzionali sul mercato domestico e internazionale.

CONOSCENZA PROFONDA DEL MERCATO – Nick Ring, global head of distribution di Jupiter, ha commentato: “Siamo lieti che una professionista del calibro di Jill si sia unita a noi per guidare lo sviluppo globale del business istituzionale di Jupiter. Crediamo che il nostro focus sull’approccio agli investimenti senza vincoli e sulla generazione di alpha costituirà un’attrattiva ancora maggiore per i clienti istituzionali. La profonda conoscenza del mercato da parte di Jill sarà un prezioso valore aggiunto dal momento che puntiamo ad aumentare la nostra presenza in questo settore di mercato sfruttando la forza del nostro brand e delle nostre performance”. Jill Barber, global head of institutional di Jupiter, ha dichiarato: “Sono impaziente di entrare in Jupiter e di lavorare con il team per realizzarne gli ambiziosi piani di crescita. Il mercato istituzionale si sta evolvendo, creando opportunità per una società come Jupiter dinamica e caratterizzata da ottime performance degli investimenti. Jupiter ha una reputazione invidiabile nel settore del risparmio gestito e sono convinta che potrà offrire molto alla clientela istituzionale internazionale, così come nel Regno Unito”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Etf Securities: svolta in vista per i tassi di interesse globali

). Dopo circa un decennio nel quale i tassi di interesse sono stati mantenuti artificialmente a live ...

Classifiche Bluerating: Lemanik in testa tra i fondi a ritorno assoluto (media volatilità)

Secondo le analisi di Bluerating basate su 532 fondi della categoria ritorno assoluto (media volatil ...

Il tris vincente sui mercati

La ricetta di Alessandro Aspesi (Columbia Threadneedle) per investimenti giusti in mercati difficili ...