Fondi, il disastro di Standard Life Aberdeen

A
A
A

Il merger non salva l’asset manager colpito da riscatti per 10 miliardi di dollari.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino30 ottobre 2017 | 08:39

Dieci miliardi di dollari: a tanto ammontano i riscatti che quest’anno hanno colpito Standard Life Aberdeen, il nuovo asset manager nato dalla fusione perfezionata nell’agosto scorso scorso tra Standard Life, guidata da Keith Sloach e Aberdeen Asset Management guidata da Martin Gilbert.

Con tali deflussi il gruppo si conferma il peggiore tra i giganti mondiali basati in Europa del risparmio gestito secondo i dati elaborati da Morningstar, mentre ancora peggio hanno fatto nei primi nove mesi di quest’anno gli americani Franklin Templeton, Goldman Sachs e Harbor.

La fusione del controvalore di 11 miliardi di sterline doveva basarsi anche sul taglio di 800 addetti dei due gruppi per ottenere i previsti 200 milioni di sterline di minori costi tre anni dopo il completamento del merger.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn14Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fondi italiani, in 32 anni più oneri che rendimenti

Lo rivela un'analisi di Plus de Il Sole 24Ore, che prende in esame l'andamento dei prodotti di inves ...

Prometeia: “Non c’è bolla sui Pir”

Nell’ultimo report della società di consulenza anticipato da Affari&Finanza, previsioni ottim ...

Dorval Am debutta sul mercato italiano

Dorval, parte di Natixis Global Asset Management, lancia sul mercato italiano due fondi di investime ...