Mirabaud Am punta sugli emergenti con Moreno

A
A
A

Il manager entra nel team obbligazionario come senior portfolio manager, responsabile del debito dei mercati emergenti.

Chiara Merico di Chiara Merico7 novembre 2017 | 15:14

L’INGRESSO – Mirabaud Asset Management – società del gruppo indipendente Mirabaud, fondato nel 1819 e specializzato nella gestione di patrimoni per clientela privata e istituzionale – rafforza il team dedicato al reddito fisso con l’ingresso di Daniel Moreno in qualità di senior portfolio manager, responsabile del debito dei mercati emergenti. L’arrivo di Moreno segna un ulteriore potenziamento delle capacità di gestione del team dell’obbligazionario, che attualmente gestisce circa 1,5 miliardi di dollari, allocati su un’ampia gamma di prodotti e mandati, per conto di investitori professionali e istituzionali, e che, forte delle performance ottenute, ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Daniel Moreno ha al suo attivo un’esperienza ventennale e vanta una riconosciuta e approfondita conoscenza del debito dei mercati emergenti. Ha iniziato la sua carriera presso Dresdner Kleinwort Benson a Francoforte come strategist su valute e reddito fisso, prima di passare a Deutsche Bank nel 2000 come gestore di portafoglio. Ha ricoperto diverse posizioni come gestore senior alla Union Investment di Francoforte e presso Global Evolution e Sydbank in Danimarca, dove nel 2011 ha preso parte allo spin-off del team senior del debito dei mercati emergenti, confluito in una nuova società costituita a Londra col nome di EM Quest. Più recentemente, e prima di entrare in Mirabaud Asset Management, Moreno è stato responsabile del debito dei mercati emergenti presso Rubrics Asset Management, società esclusiva con sede a Londra specializzata nell’investimento nel reddito fisso, dove gestiva una strategia analoga con cui ha ottenuto, tra l’altro, le cinque stelle Morningstar per il notevole track record maturato rispetto ai concorrenti. Moreno, titolare di un Master europeo in Management, è laureato in amministrazione delle imprese e ha frequentato il Programma Executive dell’INSEAD. Lionel Aeschlimann, ceo di Mirabaud Asset Management, ha commentato l’ingresso affermando che “un nuovo talento nella gestione di portafoglio come Daniel Moreno, che condivide i nostri valori e il nostro approccio caratterizzato da una gestione attiva basata su ferme convinzioni, rafforza ulteriormente la nostra capacità di offrire ai nostri clienti soluzioni sostenibili, solide e di alta qualità nel reddito fisso, che è uno dei nodi strategici di Mirabaud Asset Management”.

NUOVO FONDO – In concomitanza con l’ingresso in questo team di Daniel Moreno, Mirabaud AM ha lanciato un fondo dedicato al debito dei mercati emergenti, che mira a cogliere le migliori opportunità dell’universo investibile, nonché a conseguire, sul lungo periodo, un ottimo rendimento corretto per il rischio. Il fondo, con un benchmark di riferimento e un approccio d’investimento top-down e macroeconomico globale, sarà agnostico nell’allocazione e sarà quindi caratterizzato da flessibilità e diversificazione.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mirabaud AM: inflazione nell’Eurozona resterà sotto controllo

Mirabaud Am riposiziona la sua strategia azionaria UK

Mirabaud Am: Bce cauta in vista di Jackson Hole

Jung (Mirabaud Am): “L’Eurozona crescerà dell’1,9%”

Mirabaud Am sbarca nel private equity

Mirabaud AM: Fed sempre più falco

Mirabaud Am: la Fed valuta un rinvio del rialzo

Mirabaud Am: Fed, due rialzi in vista nel 2017

Mirabaud Am: Bce, non è in vista una riduzione del QE

Mirabaud Am: Fed, sempre più vicino il rialzo a dicembre

Mirabaud AM: Bce, a dicembre probabile un’estensione del QE

Mirabaud Am: Bce, non sono in vista annunci eclatanti

Mirabaud Am: nessuna novità in vista dalla riunione Fed di domani

Mirabaud Am, dalla Fed nessun rialzo dei tassi nel 2016

Mirabaud Am, arriva Paul Waters

Mirabaud Am: Fed, probabile un nuovo rialzo a settembre

Mirabaud Am: l’Eurozona si rafforza

Mirabaud Am, dalla Bce un pacchetto di interventi di peso

Mirabaud Am, i venti contrari sui mercati saranno meno intensi

Mirabaud Am, perché è probabile una nuova stretta della Fed a giugno

Mirabaud Am, in Eurozona probabile estensione del QE

Mirabaud Am lancia un nuovo fondo dedicato a small e mid cap

Eurozona, crescono i dubbi sulla ripresa

Mirabaud AM: Fed, probabile rialzo tassi a dicembre

Mirabaud AM: Draghi pronto a intervenire ancora

Mirabaud AM: Bce, probabile resti ferma giovedì

Mirabaud AM: resta probabile rialzo tassi a settembre della Fed

Mirabaud AM, non ci saranno più svalutazioni dello yuan

Mirabaud AM: Fed, dollaro unico ostacolo al rialzo dei tassi a settembre

Mirabaud AM, il peso debito greco non è sostenibile

Mirabaud AM rafforza il team azionario con un ex DeAWM

Fondi, nuovo ingresso in Mirabaud AM

Fondi, un gestore azionario dice addio a Mirabaud AM

Ti può anche interessare

East Capital: 2017, perché puntare sugli Emergenti

Dopo 5 anni di disinteresse verso le aree emergenti, il 2016 ha segnato un punto di svolta e secondo ...

Syz Am: perché i Pir incentivano gli investimenti a Piazza Affari

L'esempio del fondo Oyster Italian Value di Syz Asset Management. ...

Generali, utile sopra le attese ma polizze in retromarcia

La compagnia triestina ha chiuso il semestre con profitti in crescita del 3,7% a 1,221 miliardi di e ...