M&G lancia un fondo Esg sull’high yield globale

A
A
A

L’M&G (Lux) Global High Yield ESG Bond Fund investirà almeno l’80% del proprio patrimonio in obbligazioni globali ad alto rendimento.

Chiara Merico di Chiara Merico13 novembre 2017 | 14:52

IL PRODOTTO – M&G Investments annuncia oggi il lancio di una nuova sicav di diritto lussemburghese focalizzata sul mercato high yield globale, che incorpora fattori ambientali, sociali e di governance (Esg). L’M&G (Lux) Global High Yield ESG Bond Fund sarà co-gestito da James Tomlins e Stefan Isaacs, che vantano insieme oltre 28 anni di esperienza nel campo degli investimenti high yield. I due manager potranno contare sulla solida competenza di M&G nell’universo del credito. Il fondo investirà almeno l’80% del proprio patrimonio in obbligazioni globali ad alto rendimento per costituire un portafoglio flessibile ed altamente diversificato in termini di emittenti, aree geografiche e settori.

 

SCREENING IN TRE FASI – I fattori Esg sono integrati nel processo d’investimento attraverso uno screening in tre fasi:

  • la prima fase esclude le società che violano i principi del Global Compact delle Nazioni Unite;
  • la seconda fase esclude le imprese che derivano i propri ricavi da alcuni specifici settori quali tabacco, alcool, intrattenimento per adulti, gioco d’azzardo, carbone termico, difesa ed armi*;
  • la terza fase filtra le società secondo le loro credenziali ESG sulla base dei rating forniti da MSCI. Attraverso una valutazione completa di una serie di fattori ambientali, sociali e di governance, il fondo escluderà tutte le società che si classificano come le peggiori del settore per credenziali ESG rispetto ai concorrenti. Rispetto alle prime due fasi, questa terza fase implica un’analisi sofisticata di una vasta gamma di fattori complessi, dall’efficienza energetica all’inquinamento, dalle condizioni di lavoro alla sicurezza dei prodotti.

 

James Tomlins, co-gestore del fondo, afferma: “Potendo contare sulla nostra lunga esperienza nell’analisi del credito abbiamo costruito un portafoglio high yield innovativo e ben diversificato, che applica uno screening ESG al mercato ad alto rendimento globale, in modo misurabile e coerente. Puntando sullo screening negativo e sull’integrazione dei criteri ESG, il fondo trova il giusto equilibrio tra gli obiettivi di rendimento e la realizzazione di investimenti responsabili”. Matteo Astolfi, country head di M&G in Italia, commenta: “Il fondo mira a fornire una soluzione per gli investitori in cerca di strategie obbligazionarie ad alto rendimento che integrano criteri d’investimento responsabile. La propensione degli investitori agli investimenti responsabili, accanto alla domanda di soluzioni ESG, è evoluta in modo significativo negli ultimi anni. In quanto gestori attivi con un’ottica di lungo termine, siamo posizionati in modo ideale per offrire strategie capaci di integrare fattori ambientali, sociali e di governance, che mirano a raggiungere gli obiettivi finanziari dei nostri clienti. Possiamo svolgere un ruolo essenziale nell’orientare il cambiamento, contribuendo a diffondere gli investimenti responsabili tra diverse classi di attivo e mercati.”

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

M&G: il vero problema è ignorare le elezioni giapponesi

Astolfi (M&G): “più rendimento con gli Emerging”

M&G: titoli tech, è bolla?

Ti può anche interessare

Jupiter punta sul fixed income con un nuovo fondo

Il fondo Jupiter Global Emerging Markets Corporate Bond investe in obbligazioni emesse da società e ...

Consultinvest: Pir, moda o opportunità?

Gli aspetti positivi sono evidenti sia per le imprese che possono così disporre di flussi di capita ...

Peters (Alliance Bernstein): “Scelte flessibili per gestire la volatilità”

Intervista al responsabile delle strategie di investimento del team fixed income di AB-AllianceBerns ...