Fondi: puntare sul debito emergente con Pictet

A
A
A

Al via il nuovo Pictet-Short Term Emerging Local Currency Debt

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti29 gennaio 2018 | 11:08

Nuovo comparto dedicato al mondo degli emergenti per uno dei principali player internazionali del risparmio gestito. Sitamo parlando del Pictet-Short Term Emerging Local Currency Debt, lanciato in Italia da Pictet Asset Management, la divisione di asset management del Gruppo Pictet.

Il prodotto nasce dal riposizionamento del fondo Pictet-Global Emerging Currencies e si concentra maggiormente sull’investimento in debito emergente di breve termine; il focus è sulla selezione dei titoli (debito emergente di breve termine) e sulla diversificazione di portafoglio con duration massima di 3 ann.

L’obiettivo dichiarato è ottenere una minore volatilità e contenere i rischi legati al futuro rialzo dei tassi d’interesse, sfruttando  livelli massimi attuali del mercato americano, l’incertezza su incisività e timing dei rialzi della FED previsti per il 2018 con i relativi impatti sul dollaro (il target inflazionistico non è stato ancora raggiunto) e le buone valutazioni e l’andamento macro di questi Paesi.

Insomma un prodotto che può tornare utile per sfruttare movimenti di breve periodo, come ci ricorda Simon Lue-Fong, Head of Emerging Debt di Pictet Asset Management e gestore del fondo Pictet-Short Term Emerging Local Currency Debt: “Riteniamo che l’investimento nei Paesi Emergenti, tramite questo nuovo comparto, possa tradursi in un’interessantissima opportunità di investimento soprattutto in un’ottica di breve periodo, beneficiando di duration più corte in previsione del rialzo dei tassi e considerando il buon merito creditizio ed il suo YTM (Yield To Maturity)”.

Qui di seguito la scheda tecnica completa del comparto:

Obiettivo di investimento: Il Comparto persegue la crescita del capitale investendo almeno due terzi del patrimonio totale in un portafoglio diversificato di valute e di qualsiasi tipo di strumento derivato su valute dei Paesi emergenti.

Categoria Assogestioni: Obbligazionario Paesi Emergenti

Team di gestione: Simon Lue-Fong con >10 investment managers

Data di lancio: 11 giugno 2008

Data inizio collocamento in Italia: 16 gennaio 2018 (riposizionamento)

Benchmark: JP Morgan GBI-EM Global 1-3yr 10% Cap

Valuta di denominazione: EUR

Importo minimo di sottoscrizione: €1.000

Classi di azioni:

  • Pictet-Short-Term Emerging Local Currency Debt-HR EUR (LU0368004536)
  • Pictet-Short-Term Emerging Local Currency Debt-R EUR (LU0366533296)
  • Pictet-Short-Term Emerging Local Currency Debt-R USD (LU0366539657)

Commissione di entrata: MAX 5,00%

Commissioni annue (che includono le commissioni di gestione e di distribuzione): 1,35%

 

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Vivere (e investire) sani con Pictet AM

L’Abc della finanza con Pictet

Pictet: criptovalute, una moda o il futuro?

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Collardi lascia Julius Baer per Pictet

Pictet: occhi puntati sui rialzi dei tassi

Pictet: il rischio geopolitico riaccende la volatilità

Pictet: la ripresa c’è, ma quanto è sostenibile?

Piersimoni (Pictet Am): “L’Agenda Trump è sparita dai radar dei mercati”

Pictet Am lancia fondo con strategie long/short

SdR 17, Noia (Pictet): “Formula 1 e asset management, gestire il rischio per fare performance”

Pictet, al Salone del Risparmio il pilota di F1 Marc Gené

Sito web rinnovato per Pictet

Classifiche Bluerating: Pictet in testa tra i fondi Obbligazionari Yen Giapponese

Classifiche Bluerating: Pictet in testa tra i fondi azionari Russia

La digital revolution secondo Pictet

Top Advisor, missione sostenibilità

Classifiche Bluerating: Pictet in testa sugli Azionari Russia

Terzo compleanno in crescita per il Mago di Pictet

Pictet: Brexit, un mese dopo reazione composta dai mercati

Pictet Am: “Valute emergenti, riscossa in vista”

Classifiche Bluerating: Pictet in testa sugli Obbligazionari globali governativi

Top Advisor, ecco i vincitori della terza edizione

Pictet, cosa aspettarsi in caso di Brexit

Pictet, obiettivo proteggersi dal rischio Brexit

Classifiche Bluerating: Pictet in testa sugli Obbligazionari euro hedged mercati emergenti

Top Advisor, per i privati vince il fattore curiosità

Noia (Pictet Am): “Il robo-advisor sarà un aiuto per i consulenti ma non li sostituirà mai”

Pictet: azioni pronte al recupero, con qualche rischio

B. Consulia il 21 aprile a Padova con gli esperti di fintech e private

Salone del Risparmio, Noia (Pictet AM): “Anche nel 2016 puntiamo al multiasset”

Pictet, arriva il simulatore di piani di accumulo

Pictet AM, ecco il nuovo responsabile globale institutional business

Ti può anche interessare

Due nuovi ingressi per Dnca

L’arrivo di Gilbert e Collet rafforza il team “Performance Absolue” della società espandendo ...

Da Kairos un prodotto per puntare sui CoCo Bond

La società ha lanciato Kis Financial Income, un comparto obbligazionario flessibile specializzato n ...

Invesco: Forza Eurozona!

Secondo Sergio Trezzi, alcuni investitori stanno riconsiderando i propri investimenti nel Regno Unit ...