Anima e Poste progettano il terzo polo del risparmio gestito

A
A
A

Le due società sono in lizza per acquisire Pioneer. In caso di vittoria, nascerebbe un grande player con 214 miliardi di euro di masse gestite, alle spalle di Generali e Intesa Sanpaolo.

Andrea Telara di Andrea Telara14 novembre 2016 | 09:29

TERZO POLO – Circa 214 miliardi di euro di masse gestite. E’ la “potenza di fuoco” del nuovo polo del risparmio gestito italiano che nascerebbe dall’eventuale acquisizione di Pioneer da parte della cordata Poste-Anima-Cdp. Si tratterebbe del terzo operatore italiano del settore alle spalle di Generali (475 miliardi) e Intesa Sanpaolo (367 miliardi). Secondo l’inserto di Repubblica Affari&Finanza (che riporta le ipotesi di Gian Luca Ferrari, analista di Mediobanca), per l’acquisizione di Pioneer potrebbe essere creata una società-veicolo (newco) con una dotazione di 3,5 miliardi di euro. Circa 1.8 miliardi li metterebbe Poste, altri 600 milioni Anima, mentre l’apporto della Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) è stimato da Ferrari attorno a 300 milioni di euro. Il resto potrebbe arrivare dall’indebitamento e da un’alleanza con Aberdeen, società di asset management scozzese che ha interesse a rilevare una fetta di Pioneer, quella rappresentata dalle attività statunitensi della società.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, bene trend di raccolta malgrado riassetto distributivo

Anima, i Pir trainano la raccolta ad agosto

Anima conquista Aletti Gestielle

Anima, offerta in vista per Aletti Gestielle

Anima, nel primo semestre corre la raccolta

Anima-Aletti Gestielle, prove tecniche di terzo polo

Anima, Colombi entra nel board

Anima, più raccolta con il retail

Fondi, nasce un gigante italiano

Pir a tutto tondo, Widiba e Anima ne parlano a Milano

Poste Italiane stacca il dividendo, resta sotto i riflettori

I Pir spingono la raccolta di Anima

Anima, raccolta in ripresa anche ad aprile

Anima, Melzi d’Eril nominato direttore generale

Anche Mps punta sui Pir, con un fondo di Anima

Anima in testa nella Pir selection di Banca Imi

SdR 17, Gatti (Anima): “Il valore del brand nel risparmio gestito”

Anima, raccolta di marzo a 267 milioni

Anima, analisti positivi dopo il riassetto

Anima ridisegna l’assetto organizzativo

Anima, la raccolta cresce ancora nel 2016

Anima prende Di Naro da Esperia

Anima, risultati a due facce

Giverso (Anima): “Dall’e-learning ai nuovi spazi: ecco le novità di Accademia Anima”

Aletti Gestielle, salgono le chance di una vendita ad Anima

Anima, nozze in vista con Aletti?

Pir, le strategie delle banche e delle reti

Anima, frena la raccolta ma crescono le masse

Sul mercato il primo Pir italiano

Pir, le società di gestione pronte a lanciarli

Ferrari (Mediobanca): “Ipotesi fusione per Anima”

Anima, la produzione cala di 140 milioni

Poste Italiane incassa la sconfitta e rilancia sul gestito

Ti può anche interessare

State Street prende John Plansky da PwC

Nel ruolo di global head di State Street Global Exchange, il manager sarà responsabile per la strat ...

Neuberger Berman lancia un comparto sulle strategie decorrelate

Il comparto ha l’obiettivo di generare rendimenti assoluti positivi e di concentrarsi su strategie ...

Sito web rinnovato per Pictet

Restyling della presenza sul web della casa di gestione in Italia a 9 anni dal lancio di www,pictet ...