Comgest: azionario emergente, lo Stock Connect è l’avvenimento cruciale

A
A
A

DAl 5 dicembre è stato lanciato lo Shenzen-Hong Kong Stock Connect, che insieme al già esistente Shanghai-Hong Kong Stock Connect offre l’unica via diretta per gli stranieri per investire nel mercato azionario cinese continentale denominato in renmimbi.

Chiara Merico di Chiara Merico6 dicembre 2016 | 09:03

UNA NUOVA OPPORTUNITA’ – A partire dal 5 dicembre è stato lanciato lo Shenzen-Hong Kong Stock Connect, che insieme al già esistente Shanghai-Hong Kong Stock Connect offre l’unica via diretta per gli stranieri per investire nel mercato azionario cinese continentale denominato in renmimbi, spiega Wojciech Stanislawski, gestore del Comgest Growth Emerging Markets. Considerando questa cruciale opportunità, la concentrazione dell’attenzione mediatica sull’elezione di Trump e una minore considerazione del programma dello Stock Connect è stata per noi sorprendente. Per gli investitori nell’azionario emergente, il secondo ha il potere di trasformare l’asset class, mentre il primo ha come target il rimpatrio negli USA dei posti di lavoro nel settore manifatturiero. I due programmi di connessione danno accesso a più del 50% della capitalizzazione di mercato in Cina, con circa 1447 titoli idonei. A fine ottobre 2016, il volume d’affari da inizio anno di Shenzen e Shanghai rappresentava circa il 22% del volume borsistico globale, e con 16 trilioni di dollari rimane di gran lunga il più grande al mondo. Un fatto che non desta sorpresa, considerando che la Cina rappresenta circa il 15% dell’economia mondiale. Eppure, solo l’1% della capitalizzazione del mercato cinese è in mano agli investitori stranieri – al contrario del 23% in Russia, ad esempio, che a nostro avviso offre un mercato azionario meno attraente. A confronto, una piena inclusione delle azioni di classe A nell’indice MSCI Emerging Markets significherebbe avere il 40% del peso dell’indice concentrato sulla Cina.

QUALI SONO LE INSIDIE – Forse la scarsa attenzione verso il programma di connessione è dovuta alla mancanza di fiducia nella Cina da parte degli investitori a causa di una scarsa comprensione? L’esperienza di Comgest (da 20 anni a Hong Kong) ha permesso di capire quali sono le insidie e le opportunità. La Cina è oggi molto più del “centro manifatturiero del mondo”, fa sapere Stanislawski. La classe media sta crescendo e il rafforzamento del settore dei servizi è una realtà. In settori quali i giochi online, la pubblicità digitale e l’innovazione legata a internet, la Cina sta dimostrando di essere un solido concorrente globale. Inoltre, il Governo sta attuando riforme e aprendo il conto capitale. Attraverso il Connect Program, non solo gli investitori stranieri possono comprare azioni del listino continentale denominate in renmimbi, ma gli investitori cinesi possono acquistare azioni denominate in dollaro di Hong Kong. La paura di fughe di capitali di cui spesso i media parlano è un vero timore? Al contrario, il renmimbi ha dato prova di essere una delle valute più stabili nel corso degli ultimi vent’anni. Detto ciò, la chiave rimane la selezione. La consistente dispersione di rendimenti significa maggiori opportunità di alpha per i gestori attivi. Osserviamo attualmente 50 titoli del listino continentale cinese nel nostro universo di investimento. Con una sovraperformance annualizzata del 3% nel corso degli scorsi tre anni, la Cina – a fine ottobre – ha costituito il maggiore driver del Comgest Growth Emerging Markets.

I TITOLI PIU’ INTRIGANTI – A nostro avviso, alcuni titoli costituiscono esempi particolarmente intriganti nel mercato cinese. Baidu è il Google cinese con una quota di mercato dominante nella ricerca online e nel mercato dei video. Ha una piattaforma di aste online che permette alla società di attirare soldi dalla pubblicità digitale. La Cina rappresenta già il 20% circa del mercato globale della pubblicità digitale e internet costituisce la piattaforma di pubblicità dominante nel Paese – ben lontano da altri mercati sviluppati. Baidu è stata di recente riconosciuta come la seconda società più innovativa, grazie alla precisione della sua tecnologia di riconoscimento – con una performance superiore al software di Google. L’innovazione ha rappresentato, e continua a rappresentare, la sua chiave del successo. Kweichow Moutai è leader di mercato dei liquori cinesi di fascia alta. La produzione di questo liquore è limitata alla regione del Moutai, nella provincia di Kweichow, ed è riuscito a trasformarsi da liquore dei banchetti ufficiali della classe militare cinese in brand solido preferito dalla classe media. Le capacità di costruzione del brand e di distribuzione hanno costituito la chiave del successo di questa trasformazione. L’interesse da parte del management (in quanto azionista) nella crescita a lungo termine, è in linea con quello degli azionisti minori. China Life è leader nel mercato cinese dell’assicurazione vita ed è detentore di un quarto delle polizze. Con più di un milione di distributori esclusivi, la società ha un’impronta dominante nel Paese. La crescita dei suoi premi assicurativi si è concentrata nella fascia high-teens nel corso degli ultimi cinque anni e la sua qualità è notevolmente migliorata, secondo i report annuali della società. Ciò non dovrebbe costituire una sorpresa, considerando il crescente benessere dei cinesi e la natura rudimentale apparentemente immutabile dei sistemi pensionistici, conclude il gestore.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Comgest rafforza il team Asia con Chen

Comgest: la crescita degli utili traina i listini globali

Comgest rafforza il team Esg con Voravong

Comgest, Aum record nel 2016

Comgest premiata di nuovo per le strategie Sri

Comgest lancia la versione euro hedged della strategia sull’azionario giapponese

Comgest: growth vs.value, dietro il dibattito fondamentali fragili

Comgest punta sugli Usa con la registrazione degli uffici presso la Sec

Comgest: in Europa torna l’appetito per il rischio

Comgest compie 30 anni. Italia al centro delle strategie di crescita

Comgest: emergenti, troppo presto per il bull market

Comgest: il Brasile va verso Rio tra incertezza e speranza

Comgest: sul Giappone il pessimismo è eccessivo

Stanislawski (Comgest): “L’India attrae gli investitori”

Comgest, tra i mercati emergenti attenzione al Brasile

Comgest: Giappone, ecco come avere rendimenti nel 2016

Comgest, Usa: mercato azionario sotto i riflettori

Cina, le ragioni del rimbalzo di ottobre

Comgest, Cosserat sarà il nuovo Ceo

Comgest, l’innovazione spinge l’azionario in un contesto in perdita

Comgest: la soluzione flessibile azionaria che punta agli emergenti

Classifiche BLUERATING, Comgest brilla con gli azionari Asia Pacifico

Classifiche BLUERATING, Comgest va forte con gli azionari sull’India

Classifiche BLUERATING, Comgest prima su tutti con gli azionari Asia-Pacifico

Classifiche BLUERATING, Amundi e Comgest al top con gli azionari sull’India

Classifiche BLUERATING: fondi azionari Asia Pacifico, tra i migliori ci sono Comgest e Pictet

Classifiche BLUERATING: azionari India, performance a tre cifre per Amundi e Comgest

Comgest, Cosserat diventa cio al posto di Vincent Strauss

Comgest dà il benvenuto a un manager con 17 anni di esperienza

Classifiche BLUERATING, Comgest e Amundi tra i più forti con gli azionari sull’India

Comgest, verso l’uscita il managing director Vincent Strauss

Fondi, Comgest recluta due analisti per le strategie sui mercati emergenti

L’Album della Finanza 2014: Gabriella Berglund (Comgest)

Ti può anche interessare

Consultinvest: Msci e azioni Cina, cosa cambia?

Msci ha fatto sapere che a partire da maggio 2018, in due fasi, verranno incluse 222 azioni cinesi d ...

Identikit di chi investe nei fondi comuni

L’analisi di Risparmiamocelo.it sui sottoscrittori del prodotto finanziario più noto ...

T.Rowe Price, Aum in crescita nel primo trimestre

Il patrimonio in gestione è pari a 861,6 miliardi di dollari Usa (al 31 marzo 2017), per una cresci ...