Previsioni, ripresa economica dopo il solleone

A
A
A

Il ritorno della fiducia dei consumatori ed il recupero dei mercati, suggeriscono la possibilità di una recupero dopo l’estate, disoccupazione permettendo. Gli alti rendimenti offerti dall’azionario rispetto ai bond, potrebbero rilanciare i primi a scapito dei secondi.

di Fabio Coco31 luglio 2009 | 14:00

I principali indicatori economici suggeriscono segnali di una ripresa dell’economia dopo l’estate. Il periodo delle trimestrali è stato incoraggiante per le borse. Dai bassi livelli di redditività del 2008 e dal sentiment economico negativo di allora, i risultati confortanti delle semestrali sembrano indicare una lenta ripresa economica.

La fase toro dei mercati azionari, secondo l’analisi settimanale dei mercati di Henderson Global Investors, ha proseguito nel suo corso di recupero settimana scorsa, con molti mercati che hanno messo a segno diversi record e con l’‘indice della paura’ VIX che ha toccato il livello più basso dal fallimento del 15 settembre di Lehman Brothers.

Nel suo discorso a Camera e Senato, il presidente della Fed Ben Bernanke ha illustrato come la fiducia dei consumatori si stia stabilizzando e come il declino economico stia allentando la presa. L’unico freno ad una ripresa, nonché possibile minaccia di una ricaduta, è rappresentato dall’elevato tasso di disoccupazione registrato in Europa, Usa e Gran Bretagna.

E proprio dai minutes dell’incontro della Commissione per le Politiche Monetarie della Banca d’Inghilterra pubblicati la scorsa settimana, è emersa la decisione unanime di non estendere il programma di politica espansiva. Questo evento ha causato una delusione da parte degli investitori nei titoli di stato inglesi, portando ad un calo dei prezzi.

Determinanti per la sostenibilità della ripresa saranno il grado ed il ritmo al quale l’economia passerà dalla ricreazione degli stock, ad un contesto di effettiva crescita della domanda finale. Nella sua relazione, Bernanke ha dichiarato la ferma intenzione di proseguire nel mantenere invariati i tassi d’interesse, al fine di favorire il mercato immobiliare in difficoltà. Una svolta dell’attuale trend al ribasso dei prezzi delle case è fondamentale per un ritorno di fiducia da parte del consumatore.

Un altro vantaggio di tassi vicini allo zero, sarà il tetto massimo dei rendimenti obbligazionari. Il mercato azionario, infatti, potrebbe trarre un beneficio da tassi bassi, poiché gli investitori a caccia di alti ritorni potrebbero preferire le azioni ai bond.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

FED, sotto attacco dai repubblicani

Bernanke: rischio deflazione

Bernanke, strada lunga per la ripresa

Bernanke, continueremo a tenere fermo il costo del denaro

La giornata di Bernanke e Tremonti

Oggi parla Bernanke: tassi fermi in Usa

Gli appuntamenti di oggi

La Fed aiuta le banche europee

Obama, una donna per Bernanke

Bernanke, programma sostenibile sul debito pubblico

Fed, giù la maschera alle banche

Fed, risolleviamo i tassi

Obama Vs banche, scontro finale

La Fed promette ancora tassi bassi

Bernanke contro i giganti

Bernanke non spaventa i listini

Bernanke, l’occupazione resta debole

Fed più ottimista sulla crescita Usa

Bernanke riconfermato alla Fed

Bernanke verso la riconferma alla Fed

Fed, 2009 d’oro

Bernanke, uomo dell’anno di Time Magazine

Addio al premio Nobel Samuelson

Bernanke, il seggio traballante

Bernanke, oggi verdetto sul secondo mandato

Il bull market dei Paesi emersi

Bolla, è stato di allerta

Fed, riformiamo il sistema

Bernanke – Niente più Super-Fed

G20; troppo presto per l’exit strategy

USA; super authority anche per noi

Bonus, banche Usa nelle mani di Bernanke

Ben Bernanke truffato in banca

Ti può anche interessare

Amundi Re, shopping a Roma

Perfezionata l’acquisizione del complesso immobiliare “I Tolentini” nella Capitale, dopo la re ...

La Française e Global Property Research lanciano un nuovo indice

La Française e Global Property Research lanciano un nuovo indice nel settore immobiliare: è il GPR ...

Cdp, Mazzocco pronto a lasciare?

Lo riferisce Milano Finanza. Il manager, ex Beni Stabili, è arrivato alla guida dell'immobiliare de ...