Axa Private Equity investe in Kos

A
A
A

L’investimento sarà di 150 mln di euro per una partecipazione che arriverà al 47%.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti28 ottobre 2010 | 15:30

Axa Private Equity, società di private equity diversificata leader in Europa, entra nel capitale di Kos (gruppo CIR), uno dei principali operatori del settore socio-sanitario in Italia, con un investimento pari a 150 milioni di euro. L’operazione è finalizzata a sostenere la crescita di KOS nel futuro, affiancando un partner di primo piano come Cir.

L’accordo prevede, in una prima fase, che Axa Private Equity sottoscriva un Aumento di Capitale riservato di Kos per 20 milioni di euro a supporto dell’ulteriore sviluppo della società e che acquisti gran parte delle azioni di proprietà dei soci di minoranza, in particolare le intere quote di Morgan Stanley e di Wise Equity. Nei prossimi tre anni poi, Axa Private Equity effettuerà ulteriori aumenti di capitale riservati, in una o più soluzioni. La partecipazione di Axa Private Equity sarà del 41,1% al closing per salire successivamente nei prossimi tre anni al 46,7%. Il perfezionamento dell’intesa, soggetta all’approvazione dell’autorità antitrust europea, è previsto per il primo trimestre del 2011.

Kos, dalla sua nascita nel 2002, ha avuto un percorso di crescita molto rapido principalmente attraverso acquisizioni. Il gruppo è cosi diventato il primo operatore privato nazionale per ricavi e posti letto in gestione nel settore delle residenze sanitarie assistenziali (Rsa) e il quarto operatore nazionale nella riabilitazione funzionale e psichiatrica.

“L’accordo odierno – commenta Rodolfo De Benedetti, amministratore delegato di Cir – testimonia il valore creato nel tempo da Kos, una società che in sette anni di vita è diventata un punto di riferimento nel settore socio-sanitario italiano. Il gruppo Kos, con i suoi 4mila dipendenti, ha dimostrato in questi anni di saper coniugare capacità gestionale e qualità del servizio per i suoi pazienti. L’ingresso nel capitale di un socio internazionale di prestigio come Axa Private Equity accanto all’azionista di maggioranza Cir consentirà a Kos di disporre di nuove risorse che saranno interamente destinate allo sviluppo della società”.

Nicolò Saidelli, responsabile Lbo Mid Cap di Axa Private Equity in Italia, ha commentato: “Siamo orgogliosi di poter annunciare questa operazione e la partnership con un gruppo come CIR. Siamo stati impressionati dal percorso di crescita di Kos negli ultimi 5 anni e dalla capacità della società e del suo management di integrare con successo le proprie acquisizioni. La frammentazione del mercato in Italia, la posizione di leadership di Kos ed il rispetto per un partner strategico come Cir pongono le basi per il nostro investimento. Grazie alla nostra esperienza di supporto alla crescita aziendale, presupposto alla base della filosofia di investimento di Axa Private Equity, siamo lieti di sostenere nel futuro Kos e il suo management  nei propri progetti di crescita, sia per linee interne che esterne”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Ethenea, un viaggio verso la destinazione 2018

Obbligazionario trigger per l’azionario

Ubs Wm vede all’orizzonte una correzione per l’euro

Ambrosetti, a Cernobbio il Forum fa il tagliando all’economia

Le criticità dei mercati alla prova dell’intelligenza del rischio

Peters: “La prossima crisi sarà devastante”

Successo di gruppo

Credit Suisse e Lbs scoprono chi ha reso di più come azioni e bond dal 1900 a oggi

Goldman Sachs AM, ecco i tre principali rischi sui mercati

Consultinvest: regola numero uno, guardare ai fondamentali

Schroders: la debolezza dei mercati dovuta al sentiment degli investitori

La volatilità: cos’è davvero e come funziona

Padoan e Lombardo al Salone del Risparmio: strada della ripresa ancora lunga

L’ondata di vendite? Colpa degli umori

Mercati, state sereni: ci penserà mamma Fed

Insider&mercati, l’outlook globale rimane positivo

Olli Rehn a BLUERATING: “ci aspettiamo che l’Italia continui così anche dopo le elezioni”

Investire sulle aziende che comunicano apertamente conviene

La Francia rischia di diventare il nuovo malato d’Europa

Decisioni d’investimento, assicurative e previdenziali

Democratici e Repubblicani divisi sul fiscal cliff

Stimoli monetari in grado di compensare i bassi utili

Il trading online, dallo Sputnik al World Wide Web (1930-1999)

Titolo da monitorare StMicroElectronics

Titolo da monitorare Fiat Industrial

Titolo da monitorare Banca Monte dei Paschi di Siena

Arriva Bluerating, la grande fuga da Banca Network

Titolo da monitorare Eni

Titolo da monitorare Snam

Titolo a monitorare Ubi Banca

Cipro è il quinto Paese a chiedere gli aiuti all’Europa

La Germania: l’altra faccia della locomotiva d’Europa

Ti può anche interessare

Cdp, Mazzocco pronto a lasciare?

Lo riferisce Milano Finanza. Il manager, ex Beni Stabili, è arrivato alla guida dell'immobiliare de ...

TH Real Estate vende due asset in Austria

TH Real Estate ha ceduto due asset in Austria, un edificio ad uso uffici nel quartiere viennese di B ...

Hedge Invest sottoscrive il bond di Q&T SpA

Il prestito obbligazionario, di tipo senior unsecured, ha un importo di 2 milioni di euro, una dura ...