Unicredit e Ance, accordo per il real estate

A
A
A

Il colosso bancario e l’Associazione dei costruttori edili hanno siglato l’accordo per un plafond di 2 miliardi di euro.

di Redazione30 giugno 2011 | 12:00

UniCredit e Ance insieme per il rilancio dei cantieri in Italia. Il colosso bancario e l’Associazione dei costruttori edili hanno siglato l’accordo per un plafond di 2 miliardi di euro per i prossimi 2 anni prorogabile per altri 12 mesi, per finanziare nuovi sviluppi immobiliari a carattere residenziale, creare un osservatorio per monitorare il mercato e favorirne la trasparenza, e mettere in piedi una “camera di compensazione” per gestire le criticità e interventi mirati per la formazione, assistenza alle imprese italiane che lavorano all’estero. “Il sistema bancario può contribuire ad accelerare la ripresa economica nel breve periodo e promuovere un mercato immobiliare efficiente e trasparente”, ha spiegato Federico Ghizzoni, amministratore delegato di UniCredit. “Per uscire dalla crisi – ha proseguito – occorre una lungimirante politica di sviluppo di infrastrutture sul territorio, di promozione della sostenibilità e qualità delle costruzioni, una migliore offerta di edilizia abitativa, riqualificazione del patrimonio esistente e un incentivo economico alle imprese a investire in innovazione tecnologica e professionalità”.

Alle parole di Ghizzoni hanno fatto eco quelle del presidente dell’Ance, Paolo Buzzetti. “È il momento di unire le forze. Questa è una crisi che ha investito tutto il mondo economico e una delle strade per uscirne è fare in modo che imprese e istituti di credito facciano sistema”. In questo senso, secondo Buzzetti, l’accordo tra Ance e Unicredit rappresenta uno strumento fondamentale per la ripresa economica, in quanto consente di consolidare la fiducia e la collaborazione tra credito e impresa con l’intento, di sostenere le imprese migliori, che investono in innovazione e qualità. “Ripresa Cantieri Italia”, iniziativa promossa dal Consiglio di Territorio Roma di UniCredit guidato da Giampaolo Letta, stabilisce i criteri per individuare le aziende e le iniziative da finanziare, la cui dimensione– target è fissata tra 3 e 15 milioni di euro. L’accordo-quadro sottoscritto tra Ance e Unicredit sarà declinato a livello territoriale con forme di collaborazione come un Osservatorio Ance – UniCredit a cui si aggiungo le amministrazioni locali e un Tavolo di confronto congiunto per favorire una più efficace gestione delle criticità dei progetti in corso. UniCredit, grazie alla sua presenza internazionale, punta inoltre a sostenere le imprese di costruzione italiane che lavorano all’estero, il cui fatturato oltre confine è cresciuto nel periodo 2004- 2009 alla media del 19,2% all’anno, toccando il 54% del giro d’affari totale. UniCredit e Ance, infine, hanno confermato la volontà di impegnarsi nei prossimi mesi a sviluppare una linea di prodotti finanziari per le imprese che realizzano immobili ecosostenibili (“mutui verdi”).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

InvestiRE, Luciano Manfredi entra come senior advisor

I fondi immobiliari continuano a privilegiare titoli non quotati

Santander: il real estate in Spagna e Brasile abbatte gli utili

Sorgente: il ballo del mattone va a ritmo di samba

Bnp Paribas Re, una vendita da 400 milioni di euro

EstCapital fa shopping nel fotovoltaico

Igd: sull’utile pesano le svalutazioni degli immobili

Svizzera: Bsn, il boom del mercato immobiliare non allarma

Real Estate: Santa Giulia attira l’interesse degli americani

Mosca-Portofino, un giro di Rolex. I russi spendono nel real estate italiano

Dismissioni, Breglia: ora coinvolgere il mercato

Real Estate, il fascino discreto dell’Italia

Real Estate, veloci con le dismissioni pubbliche

B.Stabili, nuovo finanziamento per rimborsare parte del debito al 2013

Fondi immobiliari, Beni Stabili ufficializza la collaborazione con Ream

Inps: a Prelios e Gabetti la gestione del patrimonio immobiliare

Il finanziamento per la prima casa scende al di sotto del 50%

Real estate, se l’investitore trova l’America

L’area C nel centro di Milano deprime il business dei box

Real Estate, Est Capital cede a un privato l’hotel Villa Cipriani

Immobiliare, due cessioni in centro a Milano per Gva Redico

Fondi immobiliari, Atlantic 2-Berenice (Idea Fimit) cede immobile a Sassari

Beni stabili, il Fondo Melograno acquisisce un immobile a Milano

Scenari Immobiliari, cautela tra gli operatori

Scenari Immobiliari, l’Italia recupera ma con lentezza

Real estate – Cordea fa shopping

Fondi – Hines Italia sgr conclude un nuovo affare

Real estate – Una crisi molto comoda

Risparmio gestito – Hines fa shopping da Prima

Un ingresso per Ge Capital

Bnp Paribas, al via nuovo fondo “Venti M”

Troppe incognite

Real estate – Che bello lavorare in Re Max

Ti può anche interessare

Hig Capital, doppio deal in Italia

La società ha acquisito un portafoglio immobiliare composto da un centro commerciale sito in Piemon ...

Amundi RE, transazioni in crescita del 33%

Durante questo periodo, Amundi Real Estate ha investito in 55 transazioni per un totale di quasi un ...

Acquisizione nel cuore di Milano per Amundi Real Estate Italia Sgr

L’edificio, ad uso uffici e retail, è ubicato nel centro storico di Milano nel cuore del “quadr ...