Performance positive per Nextam Partner Hedge

A
A
A

Chi l’ha detto che per ottenere performance brillanti con un fondo hedge occorra un gestore internazionale? Nextam Partners riesce da cinque anni a ottenere risultati di tutto rispetto con Nextam Partner Hedge

Luca Spoldi di Luca Spoldi28 novembre 2013 | 16:13

ANCHE IN ITALIA CI SONO FONDI HEDGE INTERESSANTI – Non occorre essere gestori internazionali per ottenere buoni risultati nel comparto dei fondi hedge. Secondo gli ultimi dati disponibili (al 31 ottobre scorso) a Nextam Partner Hedge, fondo speculativo di diritto italiano gestito da Nextam Partners Sgr, ha ottenuto una performance mensile pari al +4,86% che lo consacra come secondo miglior prodotto della categoria tra i 126 prodotti distribuiti in Italia e analizzati da Bluerating. A fine ottobre il fondo, partito a fine febbraio 2008 e che negli ultimi 12 mesi ha guadagnato il 17,3% con un indice Sharp pari a 3,42 (mentre il guadagno a 3 anni era del 25,13% e quello a 5 anni del 51,46%), aveva un patrimonio di circa 9,91 milioni di euro, per il 71,4% investito in titoli azionari. I risultati ottenuti consentono al prodotto di risultare nel primo quartile in tutte le classifiche di performance a 1, 2, 3, 4 e 5 anni; nell’ultimo lustro l’unico anno in cui il fondo ha registrato una perdita è stato il 2011 (-6,22%), mentre negli altri anni il risultato non è mai stato inferiore all’11,6% di guadagno (da inizio anno le quote si sono rivalutate già dell’11,4%).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Real Estate: La Française acquisisce nuovo immobile a Francoforte

La Française Real Estate Partners International annuncia l’acquisizione di un office building a F ...

Acquisizione nel cuore di Milano per Amundi Real Estate Italia Sgr

L’edificio, ad uso uffici e retail, è ubicato nel centro storico di Milano nel cuore del “quadr ...

Polis, cala del 15,66% nel trimestre il valore di Borsa

Le ragioni del decremento (-170,50 euro) si riconducono allo “stacco” relativo al rimborso di ca ...