Reits in calo nel mese di ottobre

A
A
A

Nonostante lo strumento sia cresciuto tra marzo e settembre, l’indice FTSE NAREIT All REIT Index è calato del 31,1% anno su anno. E non è il solo. Anche l’indice FTSE NAREIT Equity REIT è sceso del 30,5% in un anno. Aria di crisi? Secondo gli analisti è solo questione di lungo periodo.

di Marcella Persola28 novembre 2008 | 17:10

Aria di crisi per quanto riguarda il segmento REITs. L’indice FTSE NAREIT All REIT Index è calato del 31,1% annuale. L’indice FTSE NAREIT Equity REIT è sceso del 30,5% in un anno (da ottobre 2007 a ottobre 2008). Comparando con gli indici azionari si evince che è quello del real estate ha registrato la perdita minore. Infatti il Nasdaq è sceso del 35,1%, l’S&P 500 è calato del 32,8% mentre il Dow Jones ha lasciato sul terreno il 29,7%.

Mentre il mercato globale ha avanzato a stento, i Reits hanno visto una crescita da marzo a settembre. Crollata nel mese di ottobre. Questo ha fatto pensare che lo strumento possa risentire maggiormente della crisi finanziaria. Tuttavia esso continua a rappresentare un forte elemento di diversificazione. Inoltre i Reits forniscono forti e attendibili dividendi. Attualmente i dividendi per gli indici FTSE NAREIT All REIT e Equity REIT sono vicino all’8%. Complessivamente i reits hanno pagato 19,5 miliardi in dividendi nel corso del 2007. In media il 53% dei dividendi annuali pagati dai Reits sono qualificati per il 10% come ritorni sul capitale e il 37% come capital gain. E se confrontiamo questo dato con il dividendo dell’S&P 500, che è stato pari al 3%, si evince che i reits presentano ancora elementi a loro favore.

A livello di industria la capitalizzazione del mercato azionario è di 212 miliardi mentre la capitalizzazione del mercato REIT è pari a 198 miliardi, e alcuni operatori ipotizzano che possa continuare a crescere. In quanto i reits approssimativamente possiedono asset per 600 miliardi nel settore commerciale, uno dei segmenti maggiormente rappresentativi nel loro portafoglio. Anche se il segmento commerciale è quello più esposto alla crisi finanziaria, in quanto è quello che potrebbe risentire maggiormente del calo dei consumi. Ma si tratta di previsioni nel breve periodo, a dimostrazione che lo strumento reits va pensato in un’ottica di lungo periodo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fabrica Sgr prende un trophy asset a Milano

La sgr guidata da Giovanni Maria Benucci avrebbe rilevato, per la cifra di 85 milioni di euro, un pa ...

Savills Investment Management rafforza la struttura con una nomina

Savills Investment Management rafforza la sgr italiana con l’ingresso di Marco Zorzetto nel ruolo ...

Amundi Re, shopping a Roma

Perfezionata l’acquisizione del complesso immobiliare “I Tolentini” nella Capitale, dopo la re ...