Reits in calo nel mese di ottobre

A
A
A

Nonostante lo strumento sia cresciuto tra marzo e settembre, l’indice FTSE NAREIT All REIT Index è calato del 31,1% anno su anno. E non è il solo. Anche l’indice FTSE NAREIT Equity REIT è sceso del 30,5% in un anno. Aria di crisi? Secondo gli analisti è solo questione di lungo periodo.

di Marcella Persola28 novembre 2008 | 17:10

Aria di crisi per quanto riguarda il segmento REITs. L’indice FTSE NAREIT All REIT Index è calato del 31,1% annuale. L’indice FTSE NAREIT Equity REIT è sceso del 30,5% in un anno (da ottobre 2007 a ottobre 2008). Comparando con gli indici azionari si evince che è quello del real estate ha registrato la perdita minore. Infatti il Nasdaq è sceso del 35,1%, l’S&P 500 è calato del 32,8% mentre il Dow Jones ha lasciato sul terreno il 29,7%.

Mentre il mercato globale ha avanzato a stento, i Reits hanno visto una crescita da marzo a settembre. Crollata nel mese di ottobre. Questo ha fatto pensare che lo strumento possa risentire maggiormente della crisi finanziaria. Tuttavia esso continua a rappresentare un forte elemento di diversificazione. Inoltre i Reits forniscono forti e attendibili dividendi. Attualmente i dividendi per gli indici FTSE NAREIT All REIT e Equity REIT sono vicino all’8%. Complessivamente i reits hanno pagato 19,5 miliardi in dividendi nel corso del 2007. In media il 53% dei dividendi annuali pagati dai Reits sono qualificati per il 10% come ritorni sul capitale e il 37% come capital gain. E se confrontiamo questo dato con il dividendo dell’S&P 500, che è stato pari al 3%, si evince che i reits presentano ancora elementi a loro favore.

A livello di industria la capitalizzazione del mercato azionario è di 212 miliardi mentre la capitalizzazione del mercato REIT è pari a 198 miliardi, e alcuni operatori ipotizzano che possa continuare a crescere. In quanto i reits approssimativamente possiedono asset per 600 miliardi nel settore commerciale, uno dei segmenti maggiormente rappresentativi nel loro portafoglio. Anche se il segmento commerciale è quello più esposto alla crisi finanziaria, in quanto è quello che potrebbe risentire maggiormente del calo dei consumi. Ma si tratta di previsioni nel breve periodo, a dimostrazione che lo strumento reits va pensato in un’ottica di lungo periodo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Hig Capital, doppio deal in Italia

La società ha acquisito un portafoglio immobiliare composto da un centro commerciale sito in Piemon ...

La Française e Global Property Research lanciano un nuovo indice

La Française e Global Property Research lanciano un nuovo indice nel settore immobiliare: è il GPR ...

Savills Investment Management rafforza la struttura con una nomina

Savills Investment Management rafforza la sgr italiana con l’ingresso di Marco Zorzetto nel ruolo ...