Bankitalia non concede "la grazia" a Bnl Fondi Immobiliari

A
A
A

Nessun periodo di proroga per la liquidazione del fondo Portfolio Immobiliare Crescita gestito da Bnl Fondi Immobiliari. Secondo l’istituto presieduto da Mario Draghi la richiesta è pervenuta oltre i termini.

di Marcella Persola31 dicembre 2008 | 08:25

Sembrava che i giochi fossero fatti. E invece mai fare i conti senza l’oste. L’oste in questione è Bankitalia che ieri ha clamorosamente bocciata la richiesta da parte di Bnl Fondi Immobiliari SGR sulla concessione del periodo di grazie di tre anni per la liquidazione del fondo Portfolio Immobiliare Crescita.

La società guidata da Michele Cibrario e del gruppo Bnp Paribas aveva a suo tempo motivato la decisione sostenendo che viste le attuali “pessime condizioni di mercato” il periodo di grazia avrebbe concesso una giusta liquidazione del patrimonio ancora facente parte del fondo.

Invece l’istituto presiediuto da Mario Draghi non ha accettato la richiesta, giustificando il fatto che la richiesta sia pervenuta oltre i termini dei sei mesi precedenti alla scadenza del fondo, prevista per il 31 dicembre 2008. Ora la SGR prende atto della decisione e annuncia che inizierà lo smobilizzo degli ultimi nove immobili, tutti a destinazione uffici, detenuti in portafoglio.

Inoltre durante la liquidazione Bnl Fondi Immobiliari ha comunicato di essere pronta a rimborsare parzialmente le quote in occasione di ogni operazione di disinvestimento. Inoltre si riconosce anche a chi ha acquistato le quote nei giorni 23, 29 e 30 dicembre la possibilità di percepire i proventi derivanti dalla liquidazione del fondo.

Sembra uno smacco nei confronti della SGR guidata da Cibrario, ma forse dietro la decisione “burocratica” di Banca d’Italia si nasconde il timore che l’esempio della controllata da Bnp Paribas potesse essere seguito da molte altre sgr immobiliari.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Rossi (Bankitalia): “Non sottovalutare i rischi dei Pir”

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Da Consob e Bankitalia le nuove norme per le sgr

Bankitalia, nel 2016 mille sportelli in meno

Bufera su Bsi in Italia

Banca Mediolanum, Fininvest deve scendere sotto il 10%

Più fondi e meno bond nel portafoglio degli italiani

Npl, Bankitalia: nuovi flussi ai minimi dal 2008

Bankitalia: ora i Npl varranno di più

Banche, obbligo di cambiare i 500 euro

Banca Carim, il cda rinviato a giudizio

Good bank, slitta il termine di presentazione delle offerte

CariCesena, gli ex-vertici sotto processo

Visco (Bankitalia): piu’ fusioni e taglio dei costi, ridurre le sofferenze

Visco (Bankitalia): “Le banche italiane devono tagliare i costi”

Visco: “Bisogna rivedere il bail-in”

Visco (Bankitalia): in Italia c’è un problema di educazione finanziaria

Mutui, lo spread si applica al tasso anche negativo

Bankitalia trema: 50 Bcc fragili

Vittoria di Berlusconi sul caso Mediolanum

Assegno della società senza timbro? Giusto che la banca non paghi

I tre maggiori azionisti scendono nel capitale Bankitalia

Visco indagato per il commissariamento Bps? Bankitalia non conferma

Banche in crisi, arriva la holding da 1,5 miliardi

Promotori, training class: oggi si parla di Bankitalia e vigilanza informativa

Grecia, Bankitalia: banche italiane esposte per 800 milioni

L’Ivass e la lotta alle polizze ”a trabocchetto”

Relazione annuale Abf: Barclays e Mps tra gli inadempienti

Banca d’Italia: completata cessione ex partecipazione in Generali

Corre il debito pubblico italiano, ma l’estero compra i nostri titoli di stato

Bankitalia “sfoltisce” il mercato degli intermediari finanziari con una nuova circolare

Riforma pooplari, Bankitalia accorcia i tempi

Ti può anche interessare

Fondi alternativi: ripresa, ma non per tutti

Dopo un 2016 di sofferenza, il vento è cambiato per l’industria dei fondi alternativi. Il rit ...

Ubs Am rafforza il real estate con Nocerino

Il manager proviene da AXA Investment Managers – Real Assets, dove ha ricoperto dal 2014 l'incaric ...

Cdp, Mazzocco pronto a lasciare?

Lo riferisce Milano Finanza. Il manager, ex Beni Stabili, è arrivato alla guida dell'immobiliare de ...