Mark-to-Market: stop alle svalutazioni miliardarie

A
A
A

Piccola rivoluzione nelle valutazioni degli asset ‘tossici’ presenti nei bilanci delle banche. Un nuovo principio contabile potrebbe risollevare di non poco i bilanci delle istituzioni finanziarie e magari far ripartire il mercato del credito.

di Marco Mairate3 aprile 2009 | 08:21

Secondo quanto proposto dal Financial Accounting Standards Board (FASB) le società finanziarie potebbero avere in fguturo maggior flessibilità nell’utilizzo delle regole mark-to-market, pratica che in questi mesi ha costretto le banche a miliardi di dollari di svalutazioni.

Secondo coloro che sostengono il cambiamento, l’aver costretto le banche a svalutare gli asset a prezzi stracciati è una delle cause che hanno esacerbato la crisi finanziaria durante un momento in cui i mercati del credito erano pressoché fermi.

MARK TO MARKET:  UNA PRATICA ODIATA

La regola del Mark-to-Market richiede che gli asset vengoano valutati al prezzo al quale questi potrebbero essere ceduti.

Dozzine di lobby bancarie, dalla American Bankers Association, la Camerca di Commercio e la Mortgage Bankers Association, hanno tutte fatto pressione sulla FASB e la SEC perché queste regole possano trovare maggior flessibilità in un mercato così poco liquido.

In base alla proposta della FASB, le società finanziarie potranno esercitare maggior libertà nella determinazione se un mercato per una determinata categoria di asset risulta inattivo e se un’operazione è distressed.

Le banche potrebbero inoltre riferirsi maggiormente a modelli di cash flow per stabilire i prezzi degli asset, da cui potrebbero uscire prezzi più generosi di quanto stabilisce il mercato.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, chiusure a raffica per le filiali

Anasf, Alessandrini alla guida dei Probiviri

Bnl-Bnp Paribas LB: superata quota 100 ingressi nel 2017

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Banche, Gentiloni punzecchia la Bce

Banche, così saranno quelle del futuro

Banche del territorio, un trio per tutelare i valori e gli interessi

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

Ti può anche interessare

Bill Gross: attenti ad alzare i tassi, per gli Usa potrebbe significare recessione

GROSS: ATTENTI AD ALZARE I TASSI – Bill Gross, celebre gestore americano responsabile dei fond ...

Bluerating, torna a brillare Legg Mason

LEGG MASON RIMBALZA – Legg Mason (che il 26 aprile illustrerà i risultati del quarto trimestr ...

Citigroup promuove i Pir, plaude a Banca Mediolanum

I PIR PIACCIONO ANCHE A CITIGROUP – Secondo gli esperti di Citigroup i fondi Pir (Piani indivi ...