Vola il settore assicurativo italiano

A
A
A

Presentate in due giorni tre trimestrali di altrettante società operanti nel settore assicurativo italiano: Alleanza Assicurazioni, Mediolanum e Banca Generali. Tutte hanno fatto registrare buoni risultati e sono state premiate dal mercato.

di Cosimo Baccaro30 luglio 2009 | 14:30

Sono ancora le trimestrali a trainare i mercati.
Oggi le principali piazze finanziarie europee a metà seduta sono tutte positive. Merito delle trimestrali, positive nella maggior parte dei casi. E merito anche delle parole rassicuranti della Fed, che parla di inzio di stabilizzazione per quanto riguarda lo stato dell’economia mondiale. 

Intanto il settore assicurativo ha beneficiato di ben tre trimestrali, tutte positive, che rilanciano così il settore affinchè anch’esso inizi a beneficiare della ripresa diffusa nei mercati finanziari.
Le tre società in questione sono Mediolanum, Alleanza Assicurazioni e Banca Generali.
Il gruppo guidato da [p]Ennio Doris[/p] ha chiuso con un utile trimestrale in crescita del +131% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, raggiungendo quota 91 milioni di euro. I conti hanno beneficiato di una raccolta positiva per 2,11 miliardi di euro, ed in generale del miglioramento delle condizioni presenti sui mercati finanziari.

Anche Banca [s]Generali[/s] ha chiuso un semestre da record. Infatti nei primi sei mesi del 2009 la banca che fa parte del gruppo assicurativo triestino ha visto addirittura quadruplicare il proprio utile, che è passato dai 5,5 milioni del primo semestre 2008 ai 23,9 milioni del periodo in corso.
Infine [s]Allenaza Assicurazioni[/s], anch’essa società controllata da Generali. La compagnia assicurativa ha avuto qualche problema in più rispetto alle concorrenti. Infatti l’utile è risultato in calo. A parziale giustificazione c’è il fatto che i risultati dello scorso anno erano stati influenzati da plusvalenze derivanti da operazioni immobiliari e da intriti per dividendi.

Intesa Sanpaolo ha deciso di concentrare l’attività di investment banking in un unica realtà.
Sarà Banca Imi a concentrare su di sè tutte le attività di banca d’investimento per ciò che riguarda la controllante Intesa. Il 14 settembre, con il benestare della Banca d’Italia, Banca Caboto e Banca Imi saranno integrate in un unico polo. La nuova realtà sarà leader nel mercato italiano dell’investment banking, e non comporterà dei costi aggiuntivi per Intesa.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 70,06 EUR -0,34%
American Express NYSE 27,98 USD 1,07%
Axa EURONEXT 14,63 EUR 2,16%
Azimut BORSA ITALIANA 7,25 EUR 2,76%
Banca Generali BORSA ITALIANA 6,50 EUR 0,31%
Bank of NY Mellon NYSE 27,20 USD 1,70%
Barclays LSE 295,00 GBp -1,02%
BlackRock NYSE 189,80 USD -0,19%
BNP EURONEXT 49,07 EUR 0,92%
BPM BORSA ITALIANA 4,05 EUR -1,16%
Citigroup Inc NYSE 3,07 USD 3,37%
Credit Agricole EURONEXT 10,32 EUR 1,57%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 48,54 CHF -0,16%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 47,15 EUR 2,30%
Dexia EURONEXT 5,56 EUR 0,61%
Fortis EURONEXT 2,61 EUR 0,08%
FT Inv. NYSE 80,05 USD -0,60%
Goldman Sachs NYSE 158,55 USD -1,24%
Henderson LSE 103,50 GBp -0,48%
HSBC Investments LSE 571,60 GBp 0,72%
ING EURONEXT 8,60 EUR 3,52%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,49 EUR 0,81%
Invesco NYSE 18,92 USD -0,89%
Janus Capital Group NYSE 12,46 USD -4,45%
Jp Morgan NYSE 38,03 USD -0,13%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 46,88 CHF 1,08%
Legg Mason NYSE 27,57 USD 0,66%
Man Group LSE 285,50 GBp 1,33%
Mediobanca BORSA ITALIANA 9,45 EUR 1,12%
Mediolanum BORSA ITALIANA 3,95 EUR 4,78%
Morgan Stanley NYSE 26,79 USD -2,33%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,27 EUR 2,17%
Natixis EURONEXT 1,64 EUR 20,09%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 67,50 SEK 0,75%
Raiffeisen wienerborse 30,70 EUR 3,54%
Schroders LSE 951,00 GBp 4,62%
Skandia (Old Mutual) LSE 97,65 GBp 3,89%
State Street NYSE 47,87 USD 0,42%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 14,28 CHF -1,31%
Unicredit BORSA ITALIANA 2,01 EUR 3,08%

Dati di chiusura del 29 luglio 2009, fonte Bluerating.com;

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Sul mercato il primo Pir italiano

Si chiama Anima Crescita Italia ed è un fondo bilanciato che investe fino al 40% in azioni e per la ...

Banco Bpm frena, per Mediobanca sofferenze valgono il 5% del nominale

BANCO BPM FRENA SUL FINALE – Finale di seduta in recupero per gli indici di Piazza Affari, che ...

Vittoria Assicurazioni in rosso dopo una trimestrale senza sorprese

VITTORIA ASSICURAZIONI SOTTOTONO – Vittoria Assicurazioni sottotono a Piazza Affari, dove il t ...