Settimana particolare

A
A
A

Uno strano calendario per i prossimi otto giorni potrebbe mantenere la liquidità di mercato su livelli contenuti, come quelli visti fin’ora in queste ultime settimane di estate.

di Redazione31 agosto 2009 | 09:58

Questo, unito al fatto che molti operatori riprenderanno comunque posto sui desk, sta a significare che potremmo vedere sia un mercato estremamente volatile, sia un mercato estremamente calmo. A parte i soliti appuntamenti della prima settimana di settembre, ci sono state le elezioni in Giappone durante il week end, con la vittoria del partito democratico (DPJ), che ha ottenuto una vittoria schiacciante con l’assegnazione di circa 320 seggi, contro i 100 lasciati agli avversari del LDP.

Le piazze UK oggi saranno chiuse a causa del bank holiday, mentre sul fronte macro assisteremo alla pubblicazione dei dati PMI relativi al mese appena trascorso (buttiamo un occhio anche sul PMI manifatturiero cinese – domani) a metà settimana, e dei dati sulla disoccupazione in finire di settimana con gli attesissimi non farm payrolls. Mercoledì verranno rilasciate le minute della Fed e giovedì ci sarà il meeting della Banca Centrale Europea, mentre venerdì ci sarà il meeting dei ministri finanziari G20, in preparazione del summit che si terrà i prossimi 24 e 25 settembre.

Per concludere, il prossimo week end si festeggerà il Labour Day negli Stati Uniti. La liquidità dovrebbe cominciare la strada verso il raggiungimento di livelli ottimali dal martedì seguente. Nel frattempo i temi rimarranno presumibilmente gli stessi: range trading per la maggior parte dei rapporti di cambio, yen che rimane forte del suo stato di valuta rifugio (guarderemo con attenzione come lavorerà il nuovo governo e che posizioni prenderà nei confronti del mercato FX), dollaro che va su e giù in base all’andamento delle borse (correlazione inversa) e dei dati macroeconomici (reazioni miste, ma che per ora non hanno spostato gli equilibri di medio periodo). I dati più guardati saranno quelli di venerdì: come sappiamo, adesso, la disoccupazione sarà il più grande problema da affrontare, da lì dovrà partire la ripresa economica, con la ripartenza dei consumi e di tutto il ciclo economico.

Passando all’analisi tecnica, dopo la ripresa di venerdì nei confronti della moneta unica, notiamo come il biglietto verde si stia avvicinando ad una resistenza, un livello inoltre che ha sostenuto il tentativo di apprezzamento dell’euro nella seconda metà del mese di agosto. Un grafico a candele orarie suggerisce come il supporto dinamico di 1.4250, ottenuto grazie alla trendline inferiore del movimento da 1.4050, possa essere a rischio tenuta nelle prossime ore: un’eventuale rottura potrebbe riportare il cambio verso la parte bassa del range mantenuto nell’ultimo mese e mezzo di scambi, ovvero 1.4050 e 1.4405.

EurUsd – grafico orario

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sterlina in calo, pesano incertezze su tassi e Brexit

Sterlina in calo dopo via libera parlamento inglese a legge Brexit

Sterlina a picco, pesa timore “hard Brexit”

Inflazione in ripresa in Eurolandia, ma l’Italia resta in coda

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

Lira turca al tappeto, Erdogan vuole tassi bassi il mercato si attende un rialzo

Sterlina sempre sotto pressione, il mercato vede rischio “hard brexit”

Sterlina cola a picco per i timori legati alla Brexit

Banca nazionale svizzera resta alla finestra, pronta ad agire sui cambi

Transferwise trasferisce mensilmente circa 800 milioni di sterline

Sterlina cala di minimo in minimo, nonostante la Bank of England

I contraccolpi delle crisi in Inghilterra e Italia arrivano fino inAsia

Sterlina sempre più volatile con l’avvicinarsi del referendum inglese

Il referndum sulla Brexit offre opportunità di trading sulla sterlina

Israele mantiene invariati i tassi ufficiali

La “Brexit” si allontana, la sterlina recupera terreno

Tassi ai minimi storici in Australia

Sterlina in calo anche oggi, Brexit sempre meno improbabile

Pechino riduce la riserva obbligatoria per le banche

Sterlina in calo, il sindaco di Londra fa il tifo per la Brexit

La Svezia porta i tassi ufficiali a -0,5%

Goldman Sachs: quanto peserebbe Brexit sulla sterlina

Cina: riserve in valuta estera in calo nel 2015

Pechino svaluta ancora, i listini asiatici affondano

Norges Bank taglia ancora i tassi

Cina, le riserve valutarie sono in calo

Qualche sorpresa nel “supergiovedì” della Bank of England

La crisi turca non vede segnali di miglioramento

Hong Kong multa Bnp Paribas

Tassi fermi sulla sterlina

La Svizzera non tocca i tassi ma taglia le stime

Anche Tailandia e Corea tagliano i tassi

Pechino vuol crescere del 7% quest’anno

Ti può anche interessare

Bper e Popolare Sondrio ripartono all’attacco per Arca Sgr?

ARCA SGR, A BREVE NUOVA OFFERTA? – Bper Banca (+0,54% a 4,844 euro a Piazza Affari) e Banca po ...

Sapa acquisisce Brigoni

Operazione nel settore della componentistica per l’automotive ...

Bluerating AWARDS, ecco i cf Allianz Bank

La rete del gruppo Allianz ha indicato i nomi dei professionisti che concorreranno per il premio fin ...