L’iscrizione all’albo non è sufficiente

A
A
A

Veniamo ora agli strumenti di cui il consulente si avvale per svolgere la propria professione.

di Redazione30 novembre 2009 | 09:20

 Innanzitutto bisogna disporre di una piattaforma software ad hoc per gestire le posizioni dei clienti, implementata con un database fruibile e completo. Ciò per effettuare le analisi di tutti gli strumenti e prodotti finanziario/assicurativi, nonchè previdenziali in essere.
Inoltre occorre scegliersi con cura gli altri fornitori di servizi come ad esempio una o più società di analisi, pure esse indipendenti, per la fornitura di analisi macro-economica e tecnica sia in chiave strategica che tattica.
Opzionale la scelta di una o più sim per il servizio di trading e la convenzione con una banca on-line che disponga di un’ottima piattaforma per questo scopo, ma anche per poter sottoscrivere ad esempio, qualsiasi fondo/sicav (ovviamente senza commissioni di ingresso e con retrocessione all’investitore di un terzo della commissione di gestione).
A questo punto abbiamo tutto, anzi quasi tutto. Mancano solo tre piccoli dettagli:

a) tanta, tanta preparazione;

b) tanta, tanta esperienza;

c) tanta, tanta voglia di lavorare con passione.

Questo e altri articoli li puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Trade Around the World, al via il roadshow di IWBank Private Investments

IWBank PI vara Trade Around the World, per accrescere le competenze di chi sceglie di operare in aut ...

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

IN TANTI GUARDANO A FRANCOFORTE – Sarà anche “un po’ grigia, un po’ noiosa”, ma in fo ...

Wall Street segna nuovi record storici, stasera parla la Federal Reserve

NUOVI RECORD PER WALL STREET – Nonostante gli inviti alla prudenza che giungono dai maggiori g ...