Le finanziarie amiche delle banche spennano la clientela

A
A
A

Siete arrabbiati (o peggio) con la vostra banca? Provate a consolarvi con quel che capita al di là dei confini del Bel Paese. Nel resto d’Europa, a giudicare dal monito di Jean-Claude Trichet, il presidente della Bce, la situazione non è allegra.

di Redazione30 novembre 2009 | 10:30

di Pompeo Locatelli
 
La banca centrale non ha lesinato gli sforzi per sostenere la liquidità. Con che risultati? “Non dimenticate – ha dovuto ribadire Trichet davanti ad una platea di banchieri – che le misure di sostegno a favore delle banche sono state adottate in ragione del loro ruolo nell’economia e non per il beneficio delle banche stesse”. I banchieri, però, l’hanno dimenticato. Dall’altra parte dell’oceano, quelli di Goldman Sachs hanno la coscienza così sporca da lanciare, a poche settimane dalla distribuzione di bonus favolosi per le loro tasche (16,7 miliardi di dollari) un piano di finanziamenti a favore delle piccole e medie imprese. Il progetto prevede finanziamenti per un totale di 500 milioni spalmati in cinque anni a favore di 10mila mister Smith (i Brambilla a stelle e strisce). “La cosa non ci impressiona – ha commentato The Economist – A Goldman sono bastati 36 giorni di trading per guadagnare 100 milioni di dollari”. Insomma, il ceo Lloyd Blankfein, dopo aver chiesto scusa per il ruolo di GS nel boom dei titoli tossici, se la cava con un po’ di elemosina. E in Italia? Le dichiarazioni solenni a favore delle piccole imprese si sprecano. Così come le promesse di private equity, fondi speciali o altri interventi straordinari. Ma il piatto piange, forse perché il salvataggio di Luigi Zunino e di altri clienti eccellenti ha prosciugato le risorse. E allora i responsabili del “corporate”, in via riservata, ti fanno sapere che “una soluzione ci sarebbe”: perché non rivolgersi ad una finanziaria che ruota nell’orbita della banca ma che non deve rispondere ai lacci e laccioli di Basilea 2? Peccato che la finanziaria amica il più delle volte proponga tassi di interesse largamente superiori al 10%, anzi fino al 15-16%. Ovvero ben oltre la soglia di usura. Insomma, dopo aver accumulato possibili rischi su crediti per 20 miliardi secondo quanto stima il presidente dell’Abi Corrado Faissola, una parte del sistema bancario tenta di attivare un circuito parallelo per far galleggiare i Brambilla fino alla loro rovina. Non state al gioco, mi raccomando.

Questo e altri articoli li puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le 5 migliori app per il personal business

I vip scomparsi che guadagnano di più

Per BMPS l’offerta è “garantita”

L’Oreal, si allunga la lista dei beneficiati da madame Bettencourt

Hedge, nel 2010 gli operatori torneranno a raccogliere

Le banche temono il cartellino rosso

Performance a due cifre per i gestori

Tempi lunghi per le obbligazioni

Fondi: solo uno doppia il benchmark

Un modello anti-crisi

Il Maltese falcon alla fondatrice di Ikos

Si riaccendono gli spot sulle dismissioni di Stato

Il pretesto che tutti aspettavano

New York Appartamento di Lloyd Blankfein in vendita per 13,5 mln di dollari

Nel mirino c’è l’Europa

Quanto vale il bene rimpatriato

Lapo Elkann lancia “I Spirit”, la vodka made in Italy

Come sarà la nuova “Anima”

Con un solo gestore

La sterlina perde il suo appeal Bond people sempre più delusi

È necessaria una scelta di campo chiara come quella di Poste Italiane

Bombe rosa sul 2010

La crisi e la regolamentazione

Trust o non trust?

Fondi pensione, gli operatori ci credono

Stessa arroganza, stessi bonus, stessa finanza. Dubai insegna

Un vantaggio per gli investitori

US Small cap per sovraperformare i mercati

Dietro l’andamento dell’oro lo StreetTraks Gold Shares

Fideuram, l’Ipo piace di più

Sedex-Etc, una faccia una razza

In arrivo una nuova trappola per la liquidità delle banche?

Anche BancoPosta non potrà evitarla

Ti può anche interessare

Borse europee in rialzo, brilla Unicredit

Borse europee in allungo alla vigilia dell’ultimo Fomc della Fed che dovrebbe alzare i tassi Usa. ...

Bluerating: Raiffeisen in luce dopo cessione asset polacchi

Raiffeisen International torna a mettersi in luce sul Blueindex, grazie alla cessione delle attivit ...

Unipol sugli scudi dopo annuncio creazione bad bank

BAD BANK PER UNIPOL BANCA – La “bad bank” sembra essere il grande successo dell’estate 2 ...