Tempi lunghi per le obbligazioni

A
A
A

E’inutile parlare di strategie future, se poi si procede al solito calderone di buoni propositi e speranze. Molto meglio, per una realtà che punta a non abbassare mai la guardia come Allianz Global Investors Italia, essere pronti a capire il mercato comparto per comparto, come fa Giovanni Bagiotti, amministratore delegato della società.

di Redazione11 dicembre 2009 | 15:30

 «Partiamo dalle azioni» spiega Bagiotti. «I principali mercati azionari trattano su livelli molto vicini ai “fair value” da noi individuati. Gli utili trimestrali, dopo aver toccato il livello più basso a fine 2008, nel corso del 2009 sono sempre stati superiori alle aspettative grazie soprattutto al taglio costi e stanno mostrando una crescita sequenziale continua, crescita che sembra destinata a proseguire anche per i prossimi trimestri. Le attese per il 2010 restano a nostro avviso sfidanti per i settori più ciclici ed in particolare per quello finanziario. I settori difensivi, che trattano a sconto su quelli ciclici anche basandosi sugli utili attesi per il 2010, offrono invece più valore.
I settori difensivi dovrebbero sovraperformare quelli più ciclici».
«Passando alle obbligazioni» continua Bagiotti «riteniamo che i tempi della ripresa economica per il mercato obbligazionario saranno lunghi.
In questo contesto riteniamo che i rendimenti obbligazionari dovrebbero continuare a mantenersi su livelli non distanti dagli attuali, mentre le curve dei rendimenti potrebbero subire un generale appiattimento.
Rimaniamo positivi sul mercato del credito dove gli spread rimangono ancora interessanti, soprattutto se comparati agli attuali livelli dei tassi monetari e governativi».

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

I vip scomparsi che guadagnano di più

Per BMPS l’offerta è “garantita”

L’Oreal, si allunga la lista dei beneficiati da madame Bettencourt

Hedge, nel 2010 gli operatori torneranno a raccogliere

Le banche temono il cartellino rosso

Performance a due cifre per i gestori

Fondi: solo uno doppia il benchmark

Un modello anti-crisi

Il Maltese falcon alla fondatrice di Ikos

Si riaccendono gli spot sulle dismissioni di Stato

Il pretesto che tutti aspettavano

New York Appartamento di Lloyd Blankfein in vendita per 13,5 mln di dollari

Nel mirino c’è l’Europa

Quanto vale il bene rimpatriato

Lapo Elkann lancia “I Spirit”, la vodka made in Italy

Come sarà la nuova “Anima”

Con un solo gestore

La sterlina perde il suo appeal Bond people sempre più delusi

È necessaria una scelta di campo chiara come quella di Poste Italiane

Bombe rosa sul 2010

La crisi e la regolamentazione

Trust o non trust?

Fondi pensione, gli operatori ci credono

Stessa arroganza, stessi bonus, stessa finanza. Dubai insegna

Un vantaggio per gli investitori

US Small cap per sovraperformare i mercati

Dietro l’andamento dell’oro lo StreetTraks Gold Shares

Fideuram, l’Ipo piace di più

Sedex-Etc, una faccia una razza

In arrivo una nuova trappola per la liquidità delle banche?

Anche BancoPosta non potrà evitarla

Arriva la ripresa. Ma è jobless

Replicanti d’assalto

Ti può anche interessare

Blueindex: debutto positivo per Banco Bpm

BANCO BPM PARTE A RAZZO – Partenza a razzo di Banco Bpm che nelle prime due sedute dell’anno ...

Piazza Affari inverte la rotta, volano Buzzi Unicem e Leonardo Finmeccanica

Dopo aperture in caduta le borse europee invertono la rotta e chiudono al rialzo. A Piazza Affari vo ...

Enel guarda agli impianti solari di Terra Firma in Italia

ENEL FRENA SU POSSIBILE ACQUISIZIONE – La decisione di Donald Trump di ritirare gli Stati Unit ...