Equilibrio precario

A
A
A

Il rischio si è di nuovo stabilizzato (chissà per quanto) nel mercato FX in seguito alle rassicurazioni sul bailout della Grecia

di Redazione30 aprile 2010 | 07:00

Addirittura il mercato azionario ellenico ha chiuso a +8% ieri, scrollandosi di dosso qualche preoccupazione eccessiva e permettendo un “contagio euforico” anche agli altri mercati azionari globali (positivo anche l’asia mentre scriviamo). Chissà che il downgrade della Spagna non riesca ad intaccare questo attimo di pace, alimentato anche dalla disoccupazione tedesca uscita ieri a 7,8% contro l’8% atteso.

L’equilibrio tra dati stabili/positivi ed il caos generale della situazione fiscale di molti paesi europei (o quasi, come l’Irlanda) è sempre più precario perché sulla lista nera delle agenzie di rating sono comparsi anche Portogallo e – più in giù ma sempre sotto tiro – l’Italia.

In ogni caso, per il momento c’è stabilità e l’EurUsd si mantiene sopra 1,3200 ma (dobbiamo sottolinearlo) solo perché escono dati positivi che contrastano le massicce ondate di avversione al rischio. Nel frattempo, in UK i dati sul mercato immobiliare hanno dato sostegno alla sterlina, uscendo a +1% e agendo da “defibrillatore” sulla sterlina.

I trader comunque sembrano essere corvi appollaiati sul Big Ben a scrutare la situazione politica londinese perché finchè non uscirà una maggioranza decisa dallo scontro politico, la sterlina non sarà libera di volare. Ricordiamolo: noi siamo abituati in Italia ad avere maggioranze ristrettissime e parlamenti sospesi, dibattiti, ecc…ma a Londra queste cose fanno rabbrividire. Elezioni il 6 maggio (giovedì prossimo): salvate la data.

Infine uno sguardo ai dati di oggi: mattinata in sordina perché i dati importanti (USA) escono tutte nel pomeriggio: PIL USA 1° trim. 2010, Chicago PMI e Indice di fiducia del Michigan.

Per gli orari e per il resto dei dati, consultate pure il nostro calendario qui: http://www.dailyfx.com/calendar/. Per coloro che invece vogliono fare scalping sui dati può trovare utile il nostro indicatore proprietario, News.lua che si carica sul Marketscope e che indica direttamente sulla piattaforma i dati in uscita. Si trova nel nostro sito di programmazione, http://fxcodebase.com/.

EurUsd – grafico giornaliero

Vediamo ora come si appresta a chiudere la settimana, dal punto di vista tecnico.

L’euro, dopo il minimo di due giorni fa a 1.3115, è ritornato stabilmente nelle ultime ore al di sopra di 1.32. Un ulteriore conferma di una temporanea salita dell’euro può essere ottenuta dal superamento di 1.3260, livello a cui si sono concentrati i massimi da tre giorni a questa parte. Rammentiamo, ancora una volta, che per attendersi una ripresa più stabile della moneta unica, allontanando il rischio “scivolone”, deve avvenire il superamento definitivo della trendline negativa che guida la discesa del cambio dal doppio massimo a 1.5140: per le prossime ore il livello si trova in area 1.3460.

Rimane stabile il cambio UsdJpy, nei pressi di 94 figura da due giorni. Anche in questo caso ci affidiamo ad una trendline per cercare di avere spunti futuri. Si tratta della linea di tendenza positiva che parte da 88.15 e racchiude i minimi crescenti del cambio, sino a suggerire un livello molto vicino a 92.80. Sopra abbiamo i due più recenti massimi d periodo a 94.30 e 94.70, oltre il quale possiamo attenderci un’ulteriore salita almeno sino a 97.50.

Il doppio minimo del cable di ieri e del giorno prima, a 1.5130 (in realtà ad aprile questo livello è stato avvicinato in 5 differenti giornate, confermandone così l’importanza), ha fornito la spinta necessaria ai prezzi per risalire di due figure esatte. 1.5360 è nell’immediato il livello di resistenza da oltrepassare per assistere ad una ulteriore accelerazione del cambio sino a 1.5490, il punto di partenza di inizio settimana.

Il cambio UsdChf non ha fornito nessun nuovo elemento: sempre in una tendenza rialzista di medio lungo, per le prossime ore consigliamo ancora di porre attenzione a 1.0780 e all’eventuale definitiva rottura di 1.09.
Concludiamo con il cambio UsdCad, ancora prossimo alla parità ma con una potenziale svolta a breve.

La trendline ascendente con origine sul minimo di 0.9930, di due settimane fa, dopo essere stata confermata, indica per le prossime ore a 1.0020 un livello di supporto importante. Se dovesse essere oltrepassata ponete attenzione a posizioni a favore del dollaro americano.

:::::::::___

Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilità per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall’uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento è soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed è previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l’accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l’esattezza e non accetta alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacità di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non è destinato alla distribuzione, o all’utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l’uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sterlina in calo, pesano incertezze su tassi e Brexit

Sterlina in calo dopo via libera parlamento inglese a legge Brexit

Sterlina a picco, pesa timore “hard Brexit”

Inflazione in ripresa in Eurolandia, ma l’Italia resta in coda

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

Lira turca al tappeto, Erdogan vuole tassi bassi il mercato si attende un rialzo

Sterlina sempre sotto pressione, il mercato vede rischio “hard brexit”

Sterlina cola a picco per i timori legati alla Brexit

Banca nazionale svizzera resta alla finestra, pronta ad agire sui cambi

Transferwise trasferisce mensilmente circa 800 milioni di sterline

Sterlina cala di minimo in minimo, nonostante la Bank of England

I contraccolpi delle crisi in Inghilterra e Italia arrivano fino inAsia

Sterlina sempre più volatile con l’avvicinarsi del referendum inglese

Il referndum sulla Brexit offre opportunità di trading sulla sterlina

Israele mantiene invariati i tassi ufficiali

La “Brexit” si allontana, la sterlina recupera terreno

Tassi ai minimi storici in Australia

Sterlina in calo anche oggi, Brexit sempre meno improbabile

Pechino riduce la riserva obbligatoria per le banche

Sterlina in calo, il sindaco di Londra fa il tifo per la Brexit

La Svezia porta i tassi ufficiali a -0,5%

Goldman Sachs: quanto peserebbe Brexit sulla sterlina

Cina: riserve in valuta estera in calo nel 2015

Pechino svaluta ancora, i listini asiatici affondano

Norges Bank taglia ancora i tassi

Cina, le riserve valutarie sono in calo

Qualche sorpresa nel “supergiovedì” della Bank of England

La crisi turca non vede segnali di miglioramento

Hong Kong multa Bnp Paribas

Tassi fermi sulla sterlina

La Svizzera non tocca i tassi ma taglia le stime

Anche Tailandia e Corea tagliano i tassi

Pechino vuol crescere del 7% quest’anno

Ti può anche interessare

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

BITCOIN SOPRA I MILLE DOLLARI – Vi ricordate dei Bitcoin? Dopo alcuni anni di guai la cripto v ...

Lombard Odier IM vede un rialzo dei tassi Usa in dicembre

POCHE NOVITA’ NEL COMUNICATO FED – Come ampiamente previsto la Federal Reserve ha lascia ...

Blueindex: corrono Henderson e Janus Capital

HENDERSON E JANUS CAPITAL BRILLANO – Henderson Group e Janus Capital Group hanno chiuso ieri i ...