Eurolandia, inflazione mai così alta da febbraio 2009

A
A
A

Nel giorno in cui i rendimenti dei bond greci fanno marcia indietro, l’Eurostat conferma le previsioni sui prezzi al consumo, che crescono dell’1,5% a livello tendenziale. Stabile la disoccupazione, al 10%.

di Redazione30 aprile 2010 | 10:00

Cresce l’inflazione nell’Unione Europea. Nel giorno in cui i rendimenti dei bond greci mostrano timidamente di voler rientrare dai livelli record dei giorni scorsi, dall’Eurostat non arrivano segnali particolarmente positivi, ancorché in linea con le stime degli analisti, sul fronte dei prezzi al consumo.

Secondo l’ufficio statistico europeo, l’inflazione in Eurolandia ad aprile dovrebbe salire dell’1,5% a livello tendenziale. A marzo il dato sull’inflazione registrava una variazione positiva dell’1,4%. Il dato definitivo di marzo verrà annunciato dall’Eurostat il prossimo 18 maggio. Analoghe stime arrivano dall’Istat: l’Istituto nazionale di statistica stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, relativo al mese di aprile 2010, presenti una variazione di più 0,4 per cento rispetto al mese di marzo e di più 1,5 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, segnando così il rialzo più consistente da febbraio 2009. Resta sottocontrollo la disoccupazione. Sempre secondo l’Eurostat il tasso di disoccupazione della zona euro nel mese di marzo è fermo al 10%, confermando così lo stesso livello del mese precedente. Nel mese di marzo 2009 il tasso era risultato pari al 9,1%. Nell’intera Unione Europea il tasso dei senza lavoro resta stabile al 9,6%, come a febbraio e rispetto all’8,5% del marzo 2009.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

LVenture tira il fiato, ma i risultati piacciono a Mediobanca

LVENTURE TIRA IL FIATO – LVenture Group cala a 76,45 centesimi euro per azione, con circa 320 ...

Brexit: birra e whisky compenseranno i servizi finanziari?

Come sarà la Gran Bretagna post Brexit tra 5 anni? Punterà a far crescere le esportazioni di birra ...

Blueindex: Bpm si lascia dietro tutti, rimbalza anche Unicredit

Ben 37 dei 40 componenti del Blueindex ieri hanno chiuso in rialzo, 30 dei quali per uno o più punt ...