Da broker di Merrill Lynch a personal concierge

A
A
A

La vita dopo la City

di Eliana Pelucchi31 maggio 2010 | 09:15

Un tempo broker di successo, oggi fondatore dell’Innerplace conciergerie business. Dopo sei anni di dura vita nella City, Tim Badham decide di provarci da solo. «Ho lasciato Merrill Lynch nel 2002 – racconta – la City mi offriva molto divertimento, ma sapevo che non volevo più essere solo un ingranaggio di una grande macchina». Una scommessa azzardata, a detta di molti colleghi, ma che oggi si può dire vincente. «Quando facevo il broker – spiega Badham – mi sono accorto che mancava un servizio efficiente di personal concierge. Le persone come me che hanno poco tempo e bisogno di portare i clienti in locali alla moda o all’inaugurazione di un nuovo ristorante, molto spesso devono rivolgersi a delle società che organizzino per loro la serata. Più di una volta, però, mi sono trovato in situazioni veramente imbarazzanti». Dopo prenotazioni inesistenti, lunghe file fuori dai locali e feste alla moda mancate, Badham ha deciso che era arrivato il momento di fondare un club esclusivo che potesse soddisfare tutti i desideri dei membri più esigenti. «Molti miei amici – dice l’ex broker – pensavano che fossi pazzo ad entrare in quest’industria senza nessuna esperienza. In realtà, di esperienza ne avevo acquisita, soprattutto nell’area dei servizi al cliente».

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Trader o psicopatico? Il confine è sempre più labile

Un Natale di lusso

A un italiano il primo Apple della storia

Maffei di Liberty Media è l’a.d. più pagato

Debutto americano per la Fiat 500

I beni di Madoff all’asta a Manhattan

Google, offerte record per non perdere dipendenti

Quaranta Paperoni under 40

J.K. Rowling più potente di Sua Maestà

La compagnia easyJet chiude con easyGroup

Super-ricchi a caccia di lingotti

La Grande Mela offre le stanze più costose: 237 euro a notte

Il Palazzo di Vetro batte cassa ai Paesi membri

I conti di Anglo Irish Bank fanno tremare Dublino

Twinings abbandona gli stabilimenti inglesi

Servizi finanziari dedicati a Paperoni e fondi sovrani

I milionari e il “Monopoli del pallone”

Bloomberg, il miliardario con due paia di scarpe

Percentuale di poveri al massimo dal 1994

America ancora incerta

La nobiltà su misura

Sarah Ferguson schiacciata dai debiti

Si vende l’appartamento più caro al mondo

L’America riscopre l’importanza del “dare”

Con l’A380 Airbus batte Boeing

Broker si sbronza e il petrolio sale

Il patron della Oracle è il manager più pagato di Wall Street

Sarah Brown senza veli

“Donate metà del patrimonio”

I dipendenti Bbc guadagnano più di David Cameron

Una casa milionaria al primogenito dell’ex premier

Donne inglesi più ricche degli uomini

Scatta l’allarme e lo stratega si inventa psicoterapeuta

Ti può anche interessare

Arrivano in Italia i bonifici istantanei

Il nuovo servizio di pagamento lanciato da Banca Sella, Intesa Sanpaolo e UniCredit ...

Itas: è Agrusti il nuovo direttore generale

AGRUSTI E’ IL NUOVO NUMERO UNO DI ITAS – A volte ritornano: l’ex Chief financial officer d ...

Anima sottotono dopo acquisizione Aletti Gestielle

ANIMA IN CALO, CORRE BANCO BPM – Anima Holding cede l’1,8% a Piazza Affari, ridiscendendo a ...