Colpo di scena: Lisbona blocca l’offerta di Telefonica su Vivo

A
A
A

Dopo il voto favorevole degli azionisti, il governo del Portogallo ha fatto ricorso alla golden share, ponendo il veto all’offerta del gruppo spagnolo su Vivo.

di Redazione30 giugno 2010 | 14:00

Colpo di scena nella vicenda Vivo-Telefonica. Il governo di Lisbona ha bloccato l’offerta di Telefonica sulla quota di Portugal Telecom in Vivo, la joint venture che le due società hanno costituito nel mobile brasiliano. L’esecutivo ha fatto così ricorso al diritto di veto legato alla golden share, in occasione dell’assemblea che oggi si è riunita per discutere dell’offerta di Telefonica, rialzata ulteriormente ieri notte a 7,15 miliardi di dollari. Il ritocchino all’insù ha infatti ingolosito gli azionisti, che oggi hanno votato per il 74% in favore della proposta del gigante spagnolo.

L’intervento ha colto di sorpresa gli azionisti. Di certo il colpo di mano del governo non passerà indenne e già si attendono le polemiche, con la Commissione europea che molto probabilmente si pronuncerà sulla questione.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ubs Wm vede all’orizzonte una correzione per l’euro

Ambrosetti, a Cernobbio il Forum fa il tagliando all’economia

Le criticità dei mercati alla prova dell’intelligenza del rischio

Peters: “La prossima crisi sarà devastante”

Successo di gruppo

Credit Suisse e Lbs scoprono chi ha reso di più come azioni e bond dal 1900 a oggi

Goldman Sachs AM, ecco i tre principali rischi sui mercati

Consultinvest: regola numero uno, guardare ai fondamentali

Schroders: la debolezza dei mercati dovuta al sentiment degli investitori

La volatilità: cos’è davvero e come funziona

Padoan e Lombardo al Salone del Risparmio: strada della ripresa ancora lunga

L’ondata di vendite? Colpa degli umori

Mercati, state sereni: ci penserà mamma Fed

Insider&mercati, l’outlook globale rimane positivo

Olli Rehn a BLUERATING: “ci aspettiamo che l’Italia continui così anche dopo le elezioni”

Investire sulle aziende che comunicano apertamente conviene

La Francia rischia di diventare il nuovo malato d’Europa

Decisioni d’investimento, assicurative e previdenziali

Democratici e Repubblicani divisi sul fiscal cliff

Stimoli monetari in grado di compensare i bassi utili

Il trading online, dallo Sputnik al World Wide Web (1930-1999)

Titolo da monitorare StMicroElectronics

Titolo da monitorare Fiat Industrial

Titolo da monitorare Banca Monte dei Paschi di Siena

Arriva Bluerating, la grande fuga da Banca Network

Titolo da monitorare Eni

Titolo da monitorare Snam

Titolo a monitorare Ubi Banca

Cipro è il quinto Paese a chiedere gli aiuti all’Europa

La Germania: l’altra faccia della locomotiva d’Europa

Lse: il direttore finanziario si dimette

Giappone rivede al rialzo le stime di crescita

Fitch: sforbiciata di tre gradini alla Spagna

Ti può anche interessare

Mps, cartolarizzazione Npl pare in stallo

NPL, IL PROBLEMA RESTA IL PREZZO – Il problema attorno a cui ruota da più di due anni la cris ...

Spoldi (Dsc Investment): “Il diamante, il bene rifugio per eccellenza”

Il diamante è un investimento sicuro: piccole dimensioni e grande valore: l’investimento va vist ...

Credit Suisse vuole prestare sempre di più ai clienti facoltosi

CREDIT SUISSE PRESTA SOLDI AI CLIENTI FACOLTOSI – Credit Suisse prevede che l’offerta di fin ...