Gli Usa rallentano, affondo del FMI

A
A
A

Arriva un altro monito dal Fondo Monetario Internazionale che invita i vertici di Washington ad attuare nuove politiche per far ripartire l’economia statunitense.

Gianluca Baldini di Gianluca Baldini30 luglio 2010 | 09:30

Il Fondo monetario internazionale ritiene “necessarie” nuove misure di sostegno alla crescita negli Usa. È quanto emerge da un documento ufficiale del Fondo secondo cui “di fronte a una ripresa che dipende ancora dal sostegno delle autorità, all’aumento dei rischi e alle grandi sfide rispetto alla situazione di bilancio a lungo termine e al sistema finanziario, sono necessarie misure supplementari e decisive per permettere una crescita stabile nel medio termine e limitare i rischi di contagio all’estero”. Il Fondo non ha comunque modificato le proprie stime di crescita sul Pil Usa, pari al 3,3% per il 2010 e al 2,9% per il 2011. L’avvertimento arriva proprio alla vigilia della pubblicazione della stima preliminare sulla crescita del Pil Usa nel secondo trimestre per cui molti analisti si aspettano un rallentamento

Intanto i dati sull’America iniziano a preoccupare. Il Pil degli Stati Uniti, nel secondo trimestre 2010, ha segnato una crescita del 2,4%. Il tasso di crescita del Pil Usa nel secondo trimestre dell’anno è risultato quindi inferiore alle attese del mercato che puntava su +2,6% ed evidenzia un deciso rallentamento rispetto ai primi tre mesi dell’anno. Il Dipartimento del Commercio americano ha infatti rivisto in netto rialzo il Pil del primo trimestre portandolo da +2,7% a +3,7%.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Grecia: bene il nuovo bond a 5 anni, ma la strada è ancora lunga

Grecia: dubbi della Ue sulla sostenibilità del debito post bailout

Grecia: accordo sulle nuove misure di austerity, ma Fmi resta critico

World Economic Forum: Christine Lagarde chiede riforme contro populismo

Il Fmi promuove lo yuan

Fmi: ancora troppe sofferenze nei bilanci delle banche

La Grecia ha un nuovo ministro dell’Economia, Fmi: pronti a dare aiuto

Lagarde (Fmi): nessuna dilazione per Atene

Ucraina: raggiunta una tregua, si muove l’Fmi

Fmi: Christine Lagarde indagata per la vicenda Tapie

Fmi lima le stime di crescita mondiale

Meno polizze, più fondi: sono due conti mentali diversi

Mussari: cara Lagarde ti scrivo, le banche italiane sono solide

Fmi, Montanino sarà il nuovo direttore esecutivo per l’Italia

Cambio a sorpresa ai vertici del Fmi, Borges lascia

Italia sotto esame, arriva il monitoraggio del Fmi

Strauss Kahn (FM): “double dip non è impossibile”

FMI, la ripresa arriva grazie alle economie emergenti

Grecia, la Germania apre agli aiuti

Grecia, piano da 100 miliardi

Oggi il G20: regole & finanza sul tavolo

L’ FMI taglia le stime Italia

Banche – FMI ridurre il debito

Tremonti, per la Grecia usiamo l’Fmi

Strauss-Kahn, tre principi per crescere

FMI e Bundesbank, un accordo da 15 miliardi

Il Fmi avverte, rischio di deflazione quest'anno e d'inflazione il prossimo

Crisi, Bce e Fmi spingono per misure non convenzionali

Crac Islanda e Ungheria, 18 miliardi dal Fmi

Fed e Fmi finanziano i paesi emergenti

Fmi, pronti 2 miliardi di dollari per l’Islanda

La lunga estate calda del real estate

L’IMF getta benzina sul fuoco, ma soluzioni…

Ti può anche interessare

Vontobel: “puntare sugli high yield e il credito”

Nell'incontro annuale con la stampa italiana della casa di gestione svizzera, valutazioni positive s ...

Fisco e calcio, un rapporto complicato

RONALDO ACCUSATO DI EVASIONE FISCALE – Calcio e fisco non sono sempre andati d’accordo: se i ...

Snap crolla in borsa, ma Spiegel può sorridere ugualmente

SNAP CROLLA A WALL STREET – Brutto avvio di giornata a Wall Street per Snap, la società propr ...