Eurozona, si ferma la disoccupazione. Non l’inflazione

A
A
A

In crescita l’inflazione dell’Unione Europea. L’Italia registra, anno su anno, un balzo record. La disoccupazione è stabile. E nel nostro paese…

di Redazione30 luglio 2010 | 11:30

Nell’attesa di conoscere la nuova lettura del Pil degli Stati Uniti per il secondo trimestre 2010 (le previsioni parlano di un 2,5%) la mattinata di venerdì 30 luglio ha visto la diffusione dei dati relativi a inflazione e disoccupazione di Eurolandia.

Per quanto riguarda l’inflazione, secondo l’Eurostat, a luglio si è dovrebbe attestare all’1,7%, contro l’1,4% registrato a giugno. In Italia, invece, l’Istat prevede un’inflazione pari all’1,7%, in calo dello 0,9% rispetto a giugno, ma in crescita dell’1,8% rispetto allo stesso mese del 2008 (una crescita record anno su anno).

In diminuzione, invece, il dato relativo alla disoccupazione. Dopo essere rimasto stabile all’8,6% da marzo a maggio, nel mese di giugno il dato destagionalizzato è sceso all’8,5% in Italia (era pari al 7,8% a giugno del 2009). La situazione è invece ancora stabile nell’Eurozona che, secondo l’Eurostat, a giugno ha visto un tasso di disoccupazione fermo al 10%

Anche per l’Ue a 27 stati membri, a giugno la disoccupazione è rimasta stabile rispetto al mese precedente al 9,6%. Tra in singoli stati, il tasso di disoccupazione più basso è stato registrato in Austria (3,9%) e Olanda (4,4%), mentre il più alto in Spagna (20%), Lettonia (20%) ed Estonia (19%).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Henderson: cosa cambierà sui mercati con la Brexit

Agenda del 14 ottobre

Agenda del 6 ottobre

Dati macro senza sorprese. E c’è chi parla di crescita

La quiete prima della tempesta

Gli appuntamenti di oggi

Europa Orientale, mercati promettenti

PIGS, il fanalino di coda

Previsioni Italia, Bankit e Ocse pessimisti

L’Oracolo – Gli Ufi di sua maestà

PIIGS: troppo pesanti per essere salvati

Credit Suisse: emergenti vincenti nel 2010

Amato nuovo senior advisor di Deutsche Bank

Usa, disoccupazione al 9,7%

Ocse, l’Italia sta crescendo

L’Oracolo – Il giorno dell’uomo scimmia II

Mr.Doom teme la bolla cinese

2010: nuova corsa dell’equity

2010: l’Occidente striscia, gli emergenti galoppano

2010: exit strategy nel congelatore

2010, l’anno della cautela

2010, l’anno delle tre rosse

2010: La ripresa anemica dell’Ovest

Europa – Aumenta l’inflazione

Agenda del 16 Ottobre

Agenda del 9 Ottobre

Agenda dell'8 Ottobre

Agenda del 2 Ottobre

Agenda del 30 Settembre

Agenda del 22 Settembre

Agenda del 17 Settembre

Agenda del 16 Settembre

Agenda del 20 agosto

Ti può anche interessare

Unipol sugli scudi dopo annuncio creazione bad bank

BAD BANK PER UNIPOL BANCA – La “bad bank” sembra essere il grande successo dell’estate 2 ...

Pimco: il populismo non riesce a mutare i fattori che ne hanno decretato il succeso

POPULISMO STA FALLENDO I SUOI OBIETTIVI – Il populismo, paradossalmente, non riesce a modifica ...

Grecia: dubbi della Ue sulla sostenibilità del debito post bailout

ATENE DEVE TAGLIARE ANCORA IL DEBITO – La Grecia avrà bisogno di un ulteriore riduzione del d ...