Borse incerte su dati Usa

A
A
A

Dopo una mattinata appesantita dalla performance negativa di Tokyo, i listini europei riprendono fiato sulla scia di Wall Street. Piace il dato sulla fiducia dei consumatori Usa. Milano a +0,18%

di Camilla Gaiaschi31 agosto 2010 | 16:00

Giornata segnata da una forte volatilità per le borse europee. Partite con forti cali sulla scia della chiusura delle borse asiatiche, i listini del Vecchio Continente hanno via via limato le perdite dopo l’apertura di Wall Street, sostenuta dal buon dato sulla fiducia dei consumatori Usa.

Il Dj Eurostoxx 50 ha chiuso con un mini-rialzo dello 0,03%. Bene il Fste 100 (+0,25%) e il Fste Mib (+0,18%). Sotto, seppur di poco, il Dax 30 (-0,03%) e il Cac 40 (-0,16%). Proseguono in positivo i listini d’Oltreoceano, con il Dow Jones a +0,44%, l’S&P 500 a +0,32%,  e il Nasdaq a +0,04%.

La giornata si era aperta appesantita dalla performance negativa messa a segno dalla Borsa di Tokyo (-3,55%). L’indice Nikkei si è portato a 8.824,06 punti, 325,50 in meno dalla chiusura di lunedì. Si tratta del livello più basso degli ultimi 16 mesi. Il calo si è protratto per tutta la seduta di pari passo con il rafforzamento dello Yen, contro il quale le misure di allentamento monetario decise lunedì dalla Boj hanno evidentemente sortito pochi effetti.

Poi le notizie, contrastanti, dagli Usa, che pure hanno ridato fiato ai listini: è piaciuto il dato sulla fiducia dei consumatori, ad agosto migliore del previsto (a quota 53,5 dal 50,4 precedente), mentre rimangono preoccupazioni sull’andamento dell’attività manifatturiera, con l’indice dei responsabili per gli acquisti del distretto di Chicago in lieve riduzione oltre le attese, a quota 56,7 dai 62,3 precedenti.

A Milano ha trainato i rialzi Ansaldo (+4,25%), galvanizzata dalle aspettative legate alla visita del premier libico Gheddafi a Roma, che lascia sperare a possibili nuovi contratti in Libia per la società. Bene Banca Popolare di Milano (+2,08%), seguita da A2a (+1,57%) e Saipem (+1,17%). Anche Telecom Italia chiude la giornata in positivo: +1,14%. In rosso Fondiaria Sai (-1,71%) sulla scia dei conti, in rosso, degli alberghi Atahotels (-18,6 milioni il risultato netto nel primo semestre). Giornata negativa anche per Stmicroelectronics (-1,5%) e Ubi Banca (-1,07%).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Candriam: gli investimenti sostenibili piacciono sempre più ai cf

Secondo la ricerca di Candriam, i consulenti finanziari italiani sono sempre più sensibili al tema ...

Bper Banca porta a termine acquisizione Nuova CariFe

BPER BANCA RILEVA NUOVA CARIFE – In attesa che si chiarisca la situazione attorno alle quote d ...

Azimut, Anima e FinecoBank: risparmio gestito sotto i riflettori a Milano

AZIMUT APPENA SOTTO I 19 EURO – Azimut in lieve rialzo a Piazza Affari, dove il titolo oscilla ...