Asia in calo. Europa incerta

A
A
A

Forte ribasso per la Borsa di Tokyo.

Fida di Fida29 ottobre 2010 | 08:00

Le trimestrali deludenti di Nintendo e Sharp hanno messo fortemente sotto pressione l’indice Nikkei, che ha chiuso in deciso calo -1,75%. Per quanto riguarda le altre principali piazze asiatiche l’andamento rimane negativo anche se meno marcato, l’Hang Seng fa segnare -0,82%, mentre lo Shanghai Composite Index -0,46%.

A Wall Street le chiusure di ieri indicavano relativa stabilità, i tre principali indici hanno infatti recuperato terreno sul finale portandosi vicino alla parità. Dow Jones e SP500 hanno chiuso rispettivamente a -0,11% e +0,11%, mentre il Nasdaq +0,16%. In Europa le aperture risentono poco della tendenza asiatica, a Londra il FTSE100 segna -0,15%, la stessa performance del CAC40, mentre in Germania il DAX perde 0,22% punti percentuali.

A Milano il FTSEMIB si allinea alle altre piazze continentali lasciando sul terreno in apertura 0,24 punti percentuali. All’inizio delle contrattazioni i titoli che contribuiscono maggiormente alla discesa dell’indice sono i bancari Intesa Sanpaolo -1,06% ed Unicredit -0,79%, a cui si aggiunge STM -0,75% che conferma la forte volatilità di questo periodo. Il cambio EUR/USD è in leggera discesa rispetto ad ieri, il cross si riporta sotto quota 1,39; mentre lo yen continua ad apprezzarsi rispetto al dollaro scendendo al di sotto livello 81.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Qatar isolato dopo attentato londinese

Commerzbank propone prepensionamenti

Piazza Affari: indici in rosso, ma non è solo colpa della politica

Macron ha vinto, le borse perdono terreno

Usa, la disoccupazione torna a livelli pre-crisi, le borse festeggiano

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Elezioni francesi, evitato il peggio per i mercati

Ti può anche interessare

Bce: all’ultima asta Tltro protagoniste ancora una volta le banche italiane

UNICREDIT RACCOGLIE 24,4 MILIARDI – Unicredit da sola ha raccolto complessivamente 24,4 miliar ...

State Street, raffica di nomine in America

Rafforzato il team delle piattaforme per il mercato dei cambi (Forex) ...

Petrolio riparte, Russia e Arabia Saudita pronte a estendere i tagli produttivi

PETROLIO, SI VA VERSO PROROGA TAGLI – Russia e Arabia Saudita sono favorevoli ad una estension ...