Bancari sotto pressione. Emerge solo Mediolanum

A
A
A

Avvio di settimana negativo per le piazze finanziarie europee. A Milano Ubi, Banco Popolare e Fonsai perdono tra il 4% e il 5%. Si salvano solo due titoli del Ftse Mib.

di Redazione29 novembre 2010 | 16:50

Giornata decisamente negativa per l’indice FTSE/MIB, che dopo una partenza incoraggiante con una salita momentanea sopra i 20.000 pts ha ripiegato chiudendo in calo del 2,67%. Male anche gli altri indici europei. Il Cac 40 ha perso il 2,16%, l’Ibex spagnolo il 2,20%, il Dax 30 tedesco l’1,93% e il Ftse 100 londinese ha perso l’1,75.

A Piazza Affari si distinguono, in negativo, le banche e le assicurazioni, con Ubi Banca, Banco Popolare e Fondiaria-Sai in flessione tra il 4% e il 5%. Sotto pressione anche gli altri titoli ad eccezione di Autogrill, che ha beneficiato dell’avvio della copertura di Deutsche Bank con giudizio Buy. Sopra la parità Mediolanum che grazie a un rialzo pari all’1,23% si aggiudica la palma di migliore titolo della giornata.
 
Seduta da dimenticare infine per l’Eurostoxx50, che ha lasciato sul terreno oltre il 2% depresso dai titoli bancari e da quelli ciclici come le auto. BBVA il titolo peggiore, con un calo superiore al 4%, mentre Philips, SocGen, Credit Agricole e Intesa Sanpaolo cedono oltre il 3%. Limita i danni ArcelorMittal.

Testi e dati tratti dalle newsletter di Unicredit

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Qatar isolato dopo attentato londinese

Commerzbank propone prepensionamenti

Piazza Affari: indici in rosso, ma non è solo colpa della politica

Macron ha vinto, le borse perdono terreno

Usa, la disoccupazione torna a livelli pre-crisi, le borse festeggiano

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Ti può anche interessare

Snap crolla in borsa, ma Spiegel può sorridere ugualmente

SNAP CROLLA A WALL STREET – Brutto avvio di giornata a Wall Street per Snap, la società propr ...

Bluerating: corre Raiffeisen International, frenano Deutsche Bank e Natixis

RAIFFEISEN ATTENDE L’IPO POLACCA – Raiffeisen International continua la sua corsa e centra l ...

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

MIGLIORA IL PIL DI EUROLANDIA – Mercati europei prudenti stamane, anche se dopo il dato del Pi ...