Ricerca avanzata
VENERDI - 31 ottobre 2014
Home  Mercati  Di LA TUA Buro
Investimenti che fanno scintille

di    Paolo Buro  (tutti i suoi articoli)

Ultimo aggiornamento : 06-03-2012 11:18

A A A
Uno sguardo all'oro come opportunità di portafoglio. E un pò di storia...

L’oro ha principalmente tre funzioni: monetaria, d’investimento e di consumo. È stato preferito ad altri metalli per essere trasformato in moneta proprio per le sue caratteristiche di trasportabilità, incorruttibilità, divisibilità, riconoscibilità immediata e fungibilità. Il primo uso di moneta d’oro è attribuito ai cinesi, mentre in occidente risale circa al VII secolo a.C. nell’attuale Turchia occidentale. La funzione di riserva si esplica nel momento in cui l’oro viene utilizzato come attività finanziaria, che mantiene il suo valore nel tempo. Per le banche centrali le riserve di oro hanno lo scopo di garanzia a fronte di emissione di monete e debiti, oltre che una funzione di riserva in caso di estreme necessità. I soggetti privati invece detengono oro a scopo d’investimento a medio/lungo termine con l’obbiettivo di proteggersi dalle svalutazioni e da incertezze economico- politiche. L’oro offre all’investitore sicurezza e solidità, il suo valore è universale e facilmente convertibile in danaro in qualsiasi momento. Le transazioni speculative di oro non fisico, l’oro usato a scopo di investimento finanziario, in forma fisica, cartacea ed i prodotti derivati, si hanno nel momento in cui si cerca di ottenere un utile dalle variazioni del suo prezzo. I produttori di oro e coloro che lo lavorano ricorrono, solitamente, ai derivati anche per motivi di copertura dei rischi. Una terza funzione dell’oro è quella di bene consumo per uso industriale, in gioielleria o nelle tecnologie elettroniche e medicali.

Perché investire in oro?

Per migliaia di anni, l’oro è stato considerato una valuta mondiale, una materia prima, un investimento e semplicemente, qualcosa di bello. Negli anni ‘80 e ‘90, con il rapido sviluppo dei mercati finanziari, l’oro ha perso la sua posizione di primo piano e molti investitori hanno perso contatto con questo bene rifugio. Negli ultimi anni, tuttavia, gli investitori sono tornati a manifestare un interesse crescente per l’oro. Oltre a un forte rialzo dei prezzi stimolato da una domanda largamente superiore all’offerta, fattore positivo di questa ripresa, ci sono molte altre ragioni per cui persone e istituzioni di tutto il mondo ci stanno nuovamente investendo. Nel corso del tempo l’oro ha sempre costantemente mantenuto il proprio valore di acquisto. Si pensi solo come termine di paragone che nell’antica Roma, intorno all’1 a.C., un cittadino romano poteva comprare un’uniforme completa con un’oncia d’oro. Ancora oggi nel 2011 si può acquistare un vestito con un’oncia d’oro. Sono esempi di come il valore del metallo giallo abbia mantenuto inalterato il proprio valore nel corso dei secoli.

Quando si parla di oro, si tocca un argomento che da sempre tende a suscitare profonde emozioni
nelle persone che sembrano dividersi in due fazioni: c’è chi lo ama e chi lo odia. Basta guardare ai rally che hanno riguardato l’oro a partire dal 2000 e in particolare a quello del 2011. Il ruolo speciale di salvaguardare il valore è un fatto indiscutibile intrinseco del metallo giallo. L’oro non può essere creato, anche se molti alchimisti ci hanno provato. Non potrà mai essere distrutto in quanto non è solubile nell’acido nitrico, a differenza dell’argento e dei metalli di base.

Dallo scoppio della crisi finanziaria del 2008, gli investitori sono sempre alla ricerca di alternative rispetto alle asset class più tradizionali. E l’oro ha beneficiato di questa riallocazione. Il facile accesso e i vantaggi associabili all’oro, lo hanno reso un investimento estremamente popolare sia tra i risparmiatori sia tra gli hedge fund più sofisticati. Negli ultimi tre anni, gli investimenti complessivi in commodity sono cresciuti dai 265 ai 425 miliardi di dollari secondo un indagine recente di Barclays Capital. E l’oro ha guidato questa corsa esplosiva alle commodity, visto che oggi rappresenta un terzo degli investimenti che vengono convogliati verso le materie prime.

Ma quali sono i fattori importanti?

La crisi finanziaria del 2008 ha scosso la fiducia della gente nel sistema finanziario visto che le banche centrali hanno dovuto inondare il mercato con iniezioni di liquidità a tassi estremamente bassi al fine di mantenere le istituzioni finanziarie a galla. Questo ha scatenato la corsa alle commodity, con gli investitori alla ricerca di beni materiali con disponibilità limitata e quindi con una maggiore probabilità di mantenere inalterato il loro valore. E le compagnie minerarie hanno posto fine alla pratica di vendere la propria produzione attraverso contratti a termine, eliminando così dal mercato una grande quantità della fornitura. Le politiche volte a tenere bassi i tassi di interesse hanno portato a una crescita dell’inflazione. Questo comporta ritorni negativi dagli strumenti a reddito fisso, come le obbligazioni, che presentano rendimenti più bassi del tasso di inflazione. Lo scenario è dunque più favorevole a strumenti non collegati all’andamento dei tassi come l’oro. In questo modo il costo opportunità di detenere oro è pari a zero. Un altro importante fattore da tenere in considerazione è il comportamento delle banche centrali che negli ultimi due decenni sono state un venditore netto di oro.

Ora non più. Questa pratica è cessata nel 2009 e lo scorso anno sono diventate compratori netti poiché le economie emergenti stanno cercando di diversificare le loro riserve nazionali per coprirsi da un’inflazione più alta e da un possibile calo del dollaro. Tradizionalmente l’investitore retail investe in oro attraverso l’acquisto di gioielli o di azioni di compagnie minerarie mentre gli investitori istituzionali attraverso futures o lingotti di oro fisico. Negli ultimi cinque anni tuttavia, il campo si è aperto a tutti grazie alla popolarità crescente degli etf.

L’oro è privo di rischio?

Gli strumenti finanziari solitamente comportano tre tipi principali di rischio:

  • .rischio in termini di credito: il rischio che un debitore non paghi;
  • .rischio in termini di liquidità: il rischio che l’asset non possa essere venduto perché non si trova un acquirente;
  • .rischio in termini di mercato: il rischio che il prezzo crolli a causa di un cambiamento nelle condizioni del mercato.

L’oro è unico dato che non comporta un rischio in termini di credito. L’oro non è soggetto alla responsabilità di un debitore. Non c’è rischio che il pagamento di un buono o un rimborso non vengano effettuati, come per un’obbligazione, o che un’azienda si ritiri dagli affari, come per un azione. E, a differenza di una valuta, il valore dell’oro non può essere influenzato dalle politiche economiche o minato dall’inflazione del Paese di emissione. Allo stesso tempo, gli scambi effettuati 24 ore su 24, la diversità dei compratori – dal settore dell’oreficeria, alle istituzioni finanziarie, ai produttori industriali – e l’ampia gamma di canali di investimento disponibili, fra cui le monete, i lingotti, i gioielli, i future, le opzioni, i fondi comuni d’investimento aperti indicizzati, i certificati e i prodotti strutturati, rendono il rischio di liquidità estremamente basso. Il mercato dell’oro è profondo e liquido: l’oro può essere infatti scambiato con spread più ristretti e più rapidamente rispetto a molti diversificatori concorrenti o persino rispetto ad investimenti nei grandi mercati.

L’oro è senza dubbio soggetto ai rischi di mercato, com’è chiaro dall’esperienza degli anni ‘80, durante i quali il prezzo dell’oro è bruscamente diminuito. Ma molti dei rischi di ribasso associati al prezzo dell’oro sono nettamente diversi dai rischi legati ad altri asset, un fattore che aumenta l’interesse per l’oro come diversificatore di portafoglio. Per esempio, se una banca centrale dovesse annunciare la propria intenzione di impegnarsi in vendite considerevoli d’oro, come accadde prima dell’accordo sull’oro fra le banche centrali nel 1999, è improbabile che ciò avrebbe un impatto sui rendimenti del capitale, ma ci si potrebbe ragionevolmente attendere un’influenza sul prezzo dell’oro nel breve periodo. Analogamente, i rischi specifici a cui sono esposti obbligazioni e capitali, inclusa la pressione sulla stabilità di un governo e di un settore aziendale durante una fase economica discendente, non sono condivisi dall’oro.


Le informazioni contenute in bluerating.com si basano su fonti ritenute attendibili, non ne possiamo tuttavia garantire l'assoluta esattezza o veridicità. Le opinioni espresse nei contributi giornalistici possono essere modificate senza preavviso e sono redatte a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio. Chiunque ne faccia un uso diverso da quello per cui sono state pensate se ne assume la piena responsabilità.

Tag
buro




Commenti utenti  
 


Aggiungi il tuo commento

REGOLE E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Accetto le regole e condizioni di utilizzo


Blue Financial Communication s.r.l. chiede ai visitatori che desiderano lasciare un commento di prendere visione delle seguenti Regole e Condizioni di utilizzo. I visitatori hanno la possibilità di commentare i contenuti di questo sito nel rispetto delle seguenti regole di comportamento. Blue Financial Communication dichiara esplicitamente di non avere il controllo diretto sulle informazioni prodotte dagli utenti in relazione ai siti, di non fornire alcuna garanzia sulla legalità, accuratezza o qualità delle medesime e di non poter essere ritenuta responsabile per ciò che concerne il contenuto e le attività svolte sui siti da parte degli utenti e non gestite o controllate direttamente da Blue Financial Communication. Nel postare/commentare contenuti inseriti nei siti, gli iscritti NON debbono:

  • • Includere frasi, immagini o video che possano offendere la comunità di internet incluse espressioni sfacciate di fanatismo, razzismo, odio o irriverenza.

  • • Rendere pubbliche informazioni personali, numeri di cellulari, e-mail, domicilio, cognome ecc.

  • • Promuovere o fornire informazioni in merito ad attività illegali, o proporre danni fisici o ingiurie ai danni di qualsiasi gruppo o individuo.

  • • Includere frasi, immagini o video per promuovere attività commerciali.

  • • Offrire in vendita qualsiasi prodotto o servizio senza l’esplicito e preventivo consenso di Blue Financial Communication.

  • • Minacciare, molestare, perseguitare o abusare di altri utenti.

  • • Propagandare o sponsorizzare prodotti e/o servizi senza l’esplicito e preventivo consenso di Blue Financial Communication.

  • • Promuovere o sollecitare qualsiasi partecipazione ad iniziative che abbiano fini esclusivamente commerciali.

  • • Trattare argomenti di carattere pornografico (immagini o testi).

  • • Trattare argomenti che possano essere non adatti a ragazzi di età inferiore ai 18 anni.

Blue Financial Communication si riserva il diritto di rimuovere dai propri siti, senza preavviso, la registrazione di utenti insieme al materiale da essi prodotto qualora venissero accertate violazioni alle regole e alle condizioni d’utilizzo del sito parte dell’utente come qui descritte, riservandosi nei casi più gravi di valutare la segnalazione delle stesse violazioni alle Autorità competenti. Nell’accettare le presenti condizioni del servizio gli utenti riconoscono la propria esclusiva responsabilità per tutto ciò che verrà dagli stessi inserito nel contesto interattivo e multimediale messo a loro disposizione da Blue Financial Communication che non è in alcun modo responsabile della condotta degli utenti che violano i termini di servizio. Qualora Blue Financial Communication fosse destinataria di azioni giudiziali su iniziativa di terze parti in merito alla condotta o alla modalità di utilizzo del servizio da parte di un iscritto ai propri servizi, questi accetta espressamente di manlevare e tenere indenne Blue Financial Communication da ogni effetto pregiudizievole connesso all'azione legale e di rimborsare ogni e qualsiasi spesa e di risarcire ogni e qualsiasi danno diretto o indiretto.


Autore
Titolo  
Commento
 
Caratteri rimasti: 1000
 
  Domanda antispam:
L35         XEP      
Y      5    F     4UC
HEJ   WP8   DAR      
  6    I      Q   3QN
222         C6M      
   

 
 
Utente
Password
Benvenuto, registrati
Iscriviti alla newsletter daily
Mail
Segnala la newsletter a un amico
Per il nostro notiziario online
Fai di Bluerating la tua homepage
TOP FUNDS
blueratingTV: i video piu' visti
IN GESTIONE
GLI ARTICOLI PIU'
      Ennio Doris       Barack Obama       Giulio Tremonti       Pietro Giuliani       spoldi       Mario Draghi       Giacobino       Angela Merkel       Silvio Berlusconi       Corrado Passera       Warren Buffett       Alessandro Profumo       Bernard Madoff       Ben Bernanke       Jean-Claude Trichet
CONFRONTA FONDI
La famiglia di fondi strutturati Amundi Eureka apre novembre in crescita. Amundi Eureka Crescita Italia 2018, in particolare, vede salilre le quotazioni dell'1,68%, portando la performance annua al +17,73% con un indice di Sharpe pari all'1,25
Accedi a Confronta Fondi

QUOTAZIONI FONDI
Un accesso facile e veloce alle schede complete di oltre 12.000 prodotti! Dai fondi italiani ed esteri, ai fondi pensione, hedge Etf ed Etc.Tutto in un Click!
Accedi a Quotazioni Fondi

SELETTORE FONDI
Seleziona i prodotti in base ai criteri che rispondono meglio alle tue esigenze e otterrai una lista di prodotti interessanti che potrai anche confrontare!
Accedi a Selettore Fondi

MY WATCHLIST
Un modo molto semplice e veloce per tenere sotto controllo i prodotti che ti interessano.
Accedi a My Watchlist

MY ALERT
Scegli i prodotti e i portafogli che vuoi tenere sotto controllo e attiva il servizio. Una mail ti avviserà in tempo reale ogni volta che sarà raggiunta o superata la soglia che hai impostato.
Accedi a My Alert

RATING & SCORE
L’attribuzione del rating è il risultato di un procedimento che parte dall’analisi qualitativa per giungere ad una valutazione fondata su un algoritmo di natura quantitativa.
Accedi a Rating & Score

GLOSSARIO
Centinaia di voci per capire meglio il mondo del risparmio gestito e della finanza. E se non trovi una parola, o vuoi segnalarne una, scrivici!
Accedi a Glossario


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le foto presenti su www.bluerating.com sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione (indirizzo e-mail redazione@bluerating.com) che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.
Blue Financial Communication srl  |  Sede sociale: Via Melchiorre Gioia, 55 - 20124 Milano, iscritta al Registro delle Imprese di Milano.
Numero di iscrizione / P.IVA 11673170152  |  Capitale Sociale: Euro 110.000,00 i.v.
Powered by CoST - Computers Services And Technologies s.r.l.

31-10-2014 10:16:28
Website Security Test