Draghi (Bce) più ottimista sulla ripresa, ma i tassi resteranno fermi a lungo

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi27 aprile 2017 | 17:47

DRAGHI VEDE RIPRESA MENO INCERTA – Mario Draghi sembra più convinto delle possibilità di un’accelerazione della crescita economica in Eurolandia, ma i segnali di debolezza dell’inflazione “core” consigliano ancora cautela prima di iniziare a ridurre gli stimoli monetari della Banca centrale europea. E’ questo il succo della consueta conferenza stampa svoltasi oggi pomeriggio, dopo che stamane la Bce ha lasciato come ampiamente previsto invariati sia i tassi di interesse sia il suo programma di acquisto di asset sul mercato (quantitative easing).

INFLAZIONE CORE FRENA LA BCE – Commentando la decisione Timothy Graf, responsabile della macro strategy di State Street Global Markets, ha commentato come “l’inflazione “core” bassa sta sicuramente pesando sull’atteggiamento dell’istituto e ciò suggerisce che la cautela dei policymaker proseguirà almeno nei prossimi incontri”. Inutile dunque attendersi improvvisi rialzi dei tassi a inizio giugno, come invece sembrava non escludere la maggior parte degli investitori finora.

DIFFICILE CHE I TASSI SALGANO A BREVE – Gli fa eco Brendan Lardner, responsabile Emea della gestione di portafoglio del team Active Global Fixed Income di State Street Global Advisors, secondo cui un ulteriore fattore alla base della decisione odierna “è il rischio populista in atto in Franci: come prevedibile Mario Draghi e il consiglio direttivo hanno mantenuto invariato il regime di politica monetaria, nell’attesa della conclusione del duello per la presidenza francese di Emmanuel Macron e Marine Le Pen”. Per il secondo semestre, tuttavia, sempre che si sia usciti indenni dall’ostacolo delle elezioni francesi, “i mercati potrebbero ricominciare a prezzare un’accelerazione della normalizzazione della linea politica della Bce”.

PREVISIONI MACRO PER ORA IMMUTATE – Draghi ha anche fatto sapere che il board della Bce non ha discusso alcuna modifica alle previsioni macroeconomiche che indicano come i tassi resteranno sugli attuali o più bassi livelli per un esteso periodo di tempo, anche ben oltre la fine del programma di acquisto di bond sul mercato. Secondo molti analisti proprio un cambio delle previsioni maggiormente a favore della ripresa economica potrebbe essere il segnale di un graduale avvio del processo di riduzione prima e rimozione poi degli stimoli monetari straordinari attualmente in essere.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn6Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credit Suisse: nuove regole Bce negative per le banche italiane

Bank of America: attenti agli emittenti “zombie” in caso di rialzo dei tassi in Europa

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Allianz GI: Bce, quale scenario per la riunione del 7?

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Mutui, che succederà quando la Bce interromperà il QE?

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Borse a ritmo ridotto, si attendono le parole di Mario Draghi

Banco Bpm frena, per Mediobanca sofferenze valgono il 5% del nominale

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Standard and Poor’s: la pazienza della Bce sta diventando leggendaria

Banca Carige, la Bce dà tempo fino al 23 giugno per fornire informazioni

Draghi (Bce): nessuna novità per tassi e QE, crescita si rafforza senza inflazione

Banco Popular, non passa la paura

Commerzbank propone prepensionamenti

Draghi (Bce) non cambia idea su misure straordinarie: restano necessarie

Grecia: accordo sulle nuove misure di austerity, ma Fmi resta critico

Draghi: non è ancora ora di cambiare la politica monetaria della Bce

Rumors: BpVi e Veneto Banca sarebbero solvibili per la Bce

Coeure: tassi a breve negativi, non dipende dalla Bce

Bce: all’ultima asta Tltro protagoniste ancora una volta le banche italiane

Bce: per Credit Suisse aumento tassi sui depositi può precedere conclusione QE

Draghi: QE ha creato 4 milioni di posti di lavoro, ma per Schaeuble va interrotto

La Bce non cambia registro, confermati tassi e quantitative easing

In attesa delle decisioni della Bce le borse frenano

Mps, la Bce ha girato alla Commissione Ue le informazioni necessarie per valutare piano

Inflazione al 2% in Eurolandia, non succedeva dal gennaio 2013

Inizio di settimana in rosso per borse e bond europei

Nouy (Bce): “Ancora troppi npl per le banche italiane”

Standard & Poor’s: la Bce acquisterà bond sul mercato fino al 2018

Ti può anche interessare

Petrolio: Citigroup ritiene necessario proroga tagli Opec per riequilibrio mercato

CITIGROUP: OPEC DEVE PROROGARE TAGLI – Gli analisti di Citigroup sono d’accordo coi manager ...

Borse, nel 2016 Milano maglia nera d’Europa

A pesare sul listino milanese, nonostante gli ultimi due mesi di forte recupero, è stato l’annus ...

Goldman Sachs analizza le criptovalute

UN MERCATO DA 120 MILIARDI DI DOLLARI – Il mercato delle criptovalute ha ormai raggiunto l’a ...