Nuova obbligazione della Bei su EuroMot

A
A
A

Lo stacco della prima cedola è al 15 marzo del 2012, mentre la scadenza è il 15 marzo 2019

di Redazione31 agosto 2011 | 08:07

Dal primo settembre, sarà in negoziazione su EuroMot una nuova obbligazione della Bei. Lo stacco della prima cedola è al 15 marzo del 2012, mentre la scadenza è il 15 marzo 2019. La periodicità della cedola è annuale. Quanto alla modalità di rimborso, questa avviene in un’unica soluzione alla data di scadenza, a un prezzo pari al 10% del valore nominale. Le obbligazioni fruttano interessi annui lordi, pagabili posticipatamente il 15 marzo di ogni anno, pari al 2,50% del valore nominale del prestito. Lotto minimo: 1000 euro, tipologia plain vanilla. La denominazione lunga è BEI MZ19 EUR 2,5%. Tutte le informazioni sul sito di Borsa Italiana.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Ethenea, un viaggio verso la destinazione 2018

Obbligazionario trigger per l’azionario

Ubs Wm vede all’orizzonte una correzione per l’euro

Ambrosetti, a Cernobbio il Forum fa il tagliando all’economia

Le criticità dei mercati alla prova dell’intelligenza del rischio

Peters: “La prossima crisi sarà devastante”

Successo di gruppo

Credit Suisse e Lbs scoprono chi ha reso di più come azioni e bond dal 1900 a oggi

Goldman Sachs AM, ecco i tre principali rischi sui mercati

Consultinvest: regola numero uno, guardare ai fondamentali

Schroders: la debolezza dei mercati dovuta al sentiment degli investitori

La volatilità: cos’è davvero e come funziona

Padoan e Lombardo al Salone del Risparmio: strada della ripresa ancora lunga

L’ondata di vendite? Colpa degli umori

Mercati, state sereni: ci penserà mamma Fed

Insider&mercati, l’outlook globale rimane positivo

Olli Rehn a BLUERATING: “ci aspettiamo che l’Italia continui così anche dopo le elezioni”

Investire sulle aziende che comunicano apertamente conviene

La Francia rischia di diventare il nuovo malato d’Europa

Decisioni d’investimento, assicurative e previdenziali

Democratici e Repubblicani divisi sul fiscal cliff

Stimoli monetari in grado di compensare i bassi utili

Il trading online, dallo Sputnik al World Wide Web (1930-1999)

Titolo da monitorare StMicroElectronics

Titolo da monitorare Fiat Industrial

Titolo da monitorare Banca Monte dei Paschi di Siena

Arriva Bluerating, la grande fuga da Banca Network

Titolo da monitorare Eni

Titolo da monitorare Snam

Titolo a monitorare Ubi Banca

Cipro è il quinto Paese a chiedere gli aiuti all’Europa

La Germania: l’altra faccia della locomotiva d’Europa

Ti può anche interessare

Rbs vola a Londra, transazione extragiudiziaria negli Usa più vicina

RBS A TUTTO GAS A LONDRA – Royal Bank of Scotland Group balza all’insù dell’8,7%, il migl ...

Anima Holding frena nonostante buona raccolta di luglio

ANIMA SOTTOTONO IN BORSA – Nonostante il favore con cui gli analisti hanno accolto i numeri de ...

Tra Fintech e Mifid 2: le nuove regole del gioco a ITForum Milano

Il 2018 sarà l’anno dell’evoluzione dell’investitore. Se ne parla il 23 novembre a ITForum Mi ...