Robertson (Aviva Investors) commenta le decisioni sui tassi di BoE e Bce

A
A
A

Robertson, Senior Economist di Aviva Investor, ritiene interessante il cambio della valutazione data alla crescita dal presidente della BCE Jean-Claude Trichet

di Redazione9 settembre 2011 | 07:37

Stewart Robertson, Senior Economist di Aviva Investor, commenta le decisioni di Bce e BoE, che ieri hanno annunciato di non aver toccato i tassi d’interesse.

Bce

“Il presidente della BCE Jean-Claude Trichet ha leggermente moderato i toni, preparando il terreno per un approccio più soft da parte della BCE per i prossimi mesi. Dal momento che la BCE abbracciava una linea rialzista solo un paio di mesi fa, ha dovuto giustamente ritornare in fretta sui propri passi di fronte ai dati economici deludenti e alla severa crisi dei mercati finanziari. Come sempre, la linea della BCE è stata presentata alla luce dei trend inflazionistici. E’ interessante notare invece il cambio della valutazione data alla crescita, che ora presenta rischi al ribasso mentre lo scorso mese era valutata come  “ampliamente equilibrata”.

“Ulteriori rialzi dei tassi sembrano ora fuori discussione e i mercati hanno iniziato a scontare le previsioni di una diminuzione dei tassi di interesse per il prossimo anno, un’eventualità auspicabile, che rappresenterebbe però un imbarazzante cambio di politica da parte della BCE. L’imminente cambio della presidenza potrebbe offrire la scusa per un tale ripensamento, ma  è poco probabile che questa scusa venga utilizzata dal momento che non si vorrebbe dare l’impressione che un italiano al vertice della BCE abbia un approccio morbido rispetto all’inflazione”.

BoE
“Sarà interessante verificare dai verbali se qualcuno ha seguito Adam Posen (membro del comitato sulla politica monetaria della Bank of England) nel votare per un innalzamento del piano di quantitative easing. E’ verosimile che qualcuno lo abbia fatto. In un contesto caratterizzato da dati economici ancora molto deboli e dalla mancanza di volontà da parte della BoE di affrontare un’inflazione già elevata e in crescita, decisioni di politica monetaria non convenzionali sarebbero appropriate e non desterebbero grande sorpresa. Queste decisioni potrebbero essere prese a novembre, quando la Banca diffonderà il report trimestrale sull’inflazione, un’occasione per giustificare qualsiasi cambiamento di politica monetaria”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bancassurance, Aviva divorzia da Banco Bpm

Le polizze di Genertel nella rete di Creval

Aviva, corre il vita grazie all’asse con Fineco

Aviva vende la joint venture italiana a Banco BPM

Polizze, Banco Bpm dice addio a UnipolSai e Aviva

Aviva cambia pelle e punta sul Fintech

Anche il Fintech ha il suo Festival

Azimut e Aviva lanciano la polizza Azimut Vip

Dopo Standard Life anche Aviva blocca contrattazioni su fondo immobiliare

Fincoder Conference: the voices of the Digital Age

Aviva corre in Moto3 con Nicolò Antonelli

Risultati Aviva più forti di volatilità e incertezza

Via all’accordo distributivo tra Aviva e Banca Popolare di Bari

Aviva lancia il Community Fund

Aviva Italia, Dixneuf lascia. Al suo posto Willcock

Aviva Italia, salgono utile e dividendo

Classifiche BLUERATING, Deutsche Bank e Aviva tra i migliori azionari area euro

Ubi Banca sottotono a Piazza Affari

Aviva conquista Friend Life

Giri di poltrone, Aviva si prende un ex Lloyds Bank

Ubi Banca rivede partnership con Aviva

Promotori, Aviva è pronta a dire addio a Sopaf e Banca Network

Pesano le svalutazioni, Aviva mani di forbice sul dividendo 2012

Giri di poltrone in Aviva, esce Matthews ed entrano due nuovi manager

Aviva Italia, fuori l’ex a.d. Battista

Assicurazioni, Aviva tratta con Guggenheim Life per gli asset Usa

I costi di ristrutturazione pesano su Aviva

Aviva, la dieta parte in Corea e passa per l’Italia

Maxi compensi, si dimette il ceo di Aviva

Nel 2012 nessun Paese uscirà dall’euro. Parola dei gestori internazionali

Aviva Investors, un default greco non affonderebbe i mercati finanziari

Dhar (Aviva), gli investitori approfittino della volatilità dei mercati

Aviva Investors è SRI Provider of the Year

Ti può anche interessare

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

CITIGROUP ASSUMERA’ IN EUROPA – Per colpa (o grazie, a seconda dei punti di vista) della Bre ...

La “Voluntary 2” è già partita

Pubblicato il decreto: c’è tempo fino al 31 luglio 2017. Ecco tutte le novità per il rientro dei ...

State Street: rendimenti sui T-bond e dollaro visti in calo dopo ultima mossa Fed

FED, TUTTO COME PREVISTO – Nessuna sorpresa ieri al termine del Fomc, con la Federal Reserve c ...