Sterlina in calo, pesano incertezze su tassi e Brexit

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi16 maggio 2017 | 15:28

STERLINA DIETRO FRONT – Che succede alla sterlina? Dopo il dato di stamane dell’inflazione di aprile, risultata pari al 2,7% annuo (dal +2,3% di marzo e contro previsioni di consenso pari a +2,6%), la valuta britannica che aveva aperto la giornata toccando i massimi dell’ultima settimana ha iniziato a perdere terreno, scivolando sotto 1,1645 contro euro e tornando a 1,29 contro dollaro, peraltro dopo aver registrato anche un minimo intraday a 1,2885 in mattinata.

BANK OF ENGLAND NON ALZERA’ I TASSI – A pesare è la diffusa sensazione che neppure con l’inflazione in rialzo la Bank of England (che la scorsa settimana aveva alzato le sue previsioni relative all’andamento dei prezzi al consumo) deciderà di alzare i prezzi, complici i timori delle conseguenze che una “hard Brexit” sempre più probabile potrebbe avere sull’economia britannica.

BREXIT, IL PRECEDENTE DI SINGAPORE – A pesare sulla valuta inglese è anche la decisione della Corte di Giustizia Ue che stamane ha dichiarato che l’accordo di libero scambio con Singapore non può, nella sua forma attuale, essere concluso dalla sola Ue, dovendosi anche esprimersi i singoli stati membri in particolare per quanto riguarda le regole per la risoluzione delle controversie, che privano gli stati di poteri che gli sono propri e sui quali è dunque necessaria un’espressione diretta di volontà di cessione. Decisione che costituirà un precedente cui rifarsi nei negoziati sulla Brexit tra Ue e Gran Bretagna, complicando la situazione di Londra che dovrà convincere anche i singoli 27 stati quanto proporrà una nuova intesa commerciale post-Brexit.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Barclays vuole potenziare le attività a Dublino in vista della Brexit

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Brexit: dopo essere stata spavalda Theresa May deve usare toni più concilianti con la Ue

Brexit, M&G trasferisce quattro fondi in Lussemburgo

Brexit, al via il trasloco dell’Eba da Londra

Sterlina in calo, la Bank of England non ha fretta di alzare i tassi

Kempen investe sui family offices

Brexit, si scaldano i toni e Jp Morgan Chase compra uffici a Dublino

Brexit: le banche pronte al trasloco da Londra, chi si rafforzerà su Milano?

Mattone in crisi a Londra

La Brexit? Un’occasione per le banche asiatiche

Londra: anche Jp Morgan e Lloyd’s pronte al trasloco causa Brexit

Qatar Holding continua a cercare nuovi investimenti in Gran Bretagna

La Brexit costerà caro al Regno Unito e alle sue banche

Sterlina in calo dopo via libera parlamento inglese a legge Brexit

Brexit: la Ue resta compatta, per ora Theresa May non parla dei costi

M&G prepara fondi lussemburghesi a prova di Brexit

La Brexit pesa sui prezzi degli immobili a Londra

Arriva anche in Italia il Brexit Navigator di Aon

Brexit, 25 banche internazionali pronte a traslocare in Germania

State Street lancia il Brexometer

Borse reagiscono al discorso di Theresa May sulla Brexit

Sterlina sempre più giù: la May rinuncerà al mercato unico?

L’impatto della Brexit? Te lo misura il Brexit Navigator

Sterlina a picco, pesa timore “hard Brexit”

Brexit, il rischio di un’uscita brusca aumenta

Ti può anche interessare

Blueindex: Raiffeisen alla riscossa, per ora niente prestiti ai bassi redditi

RAIFFEISEN TORNA A SALIRE – Raiffeisen International torna a mettersi in luce sul Blueindex gu ...

Nuovo tonfo di Mps, anche Banca Ifis deve retrocedere

La nuova caduta di Mps (per cui gli investitori vedono allontanarsi il successo della ricapitalizzaz ...

Pioneer, colpaccio di Amundi

Secondo il “FT” il gruppo francese s’è aggiudicato il risparmio gestito di Unicredit. Con un ...