Grecia: per Standard & Poor’s è default parziale

A
A
A

L’agenzia di rating statunitense ha declassato ancora il rating sui titoli a breve e lungo termine del Paese ellenico, portandoli a…

di Redazione28 febbraio 2012 | 09:10

A un passo dal default vero e proprio. Ieri a mercati chiusi è arrivata un’altra doccia fredda per la Grecia che si è vista ancora declassata da Standard & Poor’s. L’agenzia di rating statunitense ha infatto abbassato il giudizio di Atene portandolo a SD, cioè default selettivo, o parziale. E il downgrade ha interessato sia i titoli a lungo termine che quelli a breve, rispettivamente da CC e C a SD, spiegando che la decisione è legata al fatto che “sono venute meno le garanzie su alcune obbligazioni”.

La decisione arriva a tre giorni dal lancio dell’operazione di swap (o scambio) dei titoli greci, a cui sono chiamati i creditori privati dopo il difficile accordo raggiunto una settimana fa.

Ma Atene getta acqua sul fuoco: “Il nuovo taglio del rating era atteso e tutte le sue conseguenze sono state anticipate grazie alle decisioni prese dal Consiglio europeo e dall’ Eurogruppo, Dello stesso avviso il presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Juncker che ha preso atto della decisione ampiamente scontata, sottolineando di aspettarsi una forte partecipazione dei creditori privati all’operazione di cancellazione del debito pubblico, lanciata venerdì scorso.  Si tratta comunque di un downgrade, quello di S&P, che porta per la prima volta un Paese dell’eurozona a subire un tale rating. E che segue quello già deciso, nei giorni scorsi, da un’altra agenzia di rating, Fitch, che la scorsa settimana aveva ribassato Atene, portandone il voto a C da CCC. Intanto, sempre S&P ha anche rivisto anche in negativo l’outlook del Fondo salva-Stati, l’ Efsf. Una decisione che riflette l’outlook negativo di Francia e Austria.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Regolamento Intermediari, la svolta per i Fee Only

Consulenza all’impresa, una questione di famiglia

A San Valentino regala un conto corrente cointestato

Rovinarsi sui mercati ai tempi di Mifid 2

Quant, manca poco al grande evento

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Esame Albo, occhio alla scadenza romana

Investments on the road: Banca IMI e BFC insieme per i consulenti

Consob, trasparenza con vista 2020

Quando l’Etf è un ingrediente del portafoglio

Kid, i problemi fanno slittare la notifica alla Consob

Criptovalute, fronte compatto contro le truffe

Consulente, sei incompetente per Mifid2?

Esma, gli echi della nuova fiscalità Usa preoccupano l’Europa

Ccteu e Btp sono i protagonisti della nuova infornata del Mef

Giri di valzer ai piani alti di Savills IM

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Pir, porte aperte al real estate

Petrolio in ascesa, la bussola per gli energetici di AcomeA

Iscrizioni e cancellazioni dall’albo, così le comunicherà Ocf

Investitori istituzionali non bancari e quotate europee, un’analisi Consob

Assogestioni, la raccolta provvisoria 2017 sfiora i 100 miliardi di euro

Cfds, opzioni binarie e speculazione, Esma entra a gamba tesa

Etf Securities: metalli industriali ed energia per il 2018

Consulenti, radiato un ex Consultinvest e Banca Generali

Consob, 10.000 euro di sanzione per assenza di autorizzazione

Consulenti, radiazione per un ex Fineco

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini dell’IVA

Fidelity Winter Roadshow, è tempo di debutto

Mifid 2, anche Capezzone dice la sua

Dossier fiscale Bitcoin – I riferimenti del regime fiscale

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Ti può anche interessare

Bluerating Awards 2017, sfoglia il libro con tutti i protagonisti

Le parole dei vincitori e dei candidati e tante foto della serata con tutti i protagonisti, dagli sp ...

Banche Venete, pressing del governo sulle Intesa e UniCredit

Secondo il quotidiano Repubblica, i grandi istitti di credito nazionali sono disponibili a partecip ...

Andrew Balls (Pimco): state attenti ai titoli di stato italiani, rendonon troppo poco

PER PIMCO MEGLIO ESSERE PIU’ PRUDENTI – Secondo Andrew Balls, Chief investment officer, glob ...