Posta del pf: Mps vuole ridurre il costo del personale, tira aria di esuberi

A
A
A

E mentre si aspetta di conoscere i nuovi vertici, i sindacati sono sul piede di guerra

di Redazione14 marzo 2012 | 13:45

Il destino del Monte dei Paschi di Siena appassiona i lettori di BLUERATING e del resto non è difficile immaginarlo dato che si tratta di uno degli istituti di credito con la maggiore tradizione alle spalle al mondo. A tener banco, ancor più delle ricorrenti voci di un prossimo rinnovo dei vertici dopo il passo indietro preannunciato dal presidente Giuseppe Mussari (il cui sostituto “in pectore” sembra al momento poter essere l’ex numero uno di UniCredit, Alessandro Profumo, anche se c’è chi non esclude un colpo a sorpresa dell’ultimo minuto che potrebbe favorire la nomina di un “ex” di prestigio come Divo Gronchi, che lasciò Siena nel 2000 coi gradi di direttore generale di Banca Mps per finire poi ai vertici prima di Popolare di Vicenza e dopo di Banca popolare italiana, prima dell’attuale incarico di direttore generale della Cassa di Risparmio di San Miniato), sono le ipotesi circolate nelle ultime settimane in merito agli eventuali esuberi (che non riguarderebbero i promotori finanziari ma i dipendenti del gruppo) che il direttore generale e futuro amministratore delegato del gruppo, Fabrizio Viola, sta definendo nell’ambito della messa a punto del nuovo piano industriale.

Un piano industriale sul quale potrebbero influire anche i prossimi mutamenti della governance dell’istituto senese (nel cui azionariato è destinato a ridursi il peso di Fondazione Montepaschi, pronta a cedere un 15% del capitale per ridurre la propria esposizione debitoria, col possibile ingresso di fondi di private equity come Clessidra o Equinox) e la preannunciata campagna di dismissioni che Viola dovrà condurre per rafforzare ulteriormente i ratios patrimoniali di Rocca Salimbeni. Le ultime voci vogliono possibili attorno ai 1.500 esuberi , oltre il triplo delle prime cifre circolate a inizio anno, tanto che i sindacati interni sono già sul piede di guerra con la proclamazione di 15 ore di scioperi. Da parte sua il Montepaschi ha già annunciato ufficialmente che “è necessario perseguire un obiettivo di riduzione delle spese per il personale di circa il 3%” con proposte che “riguarderanno tutti i dipendenti, dalle aree professionali ai quadri ed ai dirigenti” e che potranno comprendere “anche la riduzione dell’orario di lavoro con l’adozione di eventuali Contratti di solidarietà”. Qualche lettore di BLUERATING appare preoccupato e chiede ulteriori lumi, qualcun altro però sostiene che “per efficientare un gruppo come il Monte” di esuberi ce ne vogliano molto più di 1.500 e invoca: “anche per Mps un governo dei tecnici. Fuori la politica e i politici dal Monte”, dentro la professionalità a tutti i livelli. Promotori compresi, ovviamente.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crediti problematici, Intesa Sanpaolo, Unicredit, KKR e M&A al lavoro

Credem, per i lettori i progetti non bastano

Mps, quale sarebbe il partner ideale? Parlano i lettori

Mps è da nazionalizzare? I pareri dei lettori si dividono

Il web va bene ma il vostro pf è meglio. Parlano i lettori

Posta del pf: tecnologia effimera o vera innovazione?

La trasparenza è l’unica arma per tutelare il risparmio

Posta del pf: Moody’s taglia il rating italiano, che fare?

Posta del promotore: la dimensione non è tutto, ma aiuta

La raccolta è l’unica stella polare del pf?

Con la crisi gli italiani riscoprono il risparmio

Posta del pf, la mediazione creditizia val bene una messa

Posta del pf: Barclays fa cassa, Bankia chiede aiuto

Posta del pf, colleghi che sbagliano

Posta del pf: supermanager, guadagni e polemiche

Posta del pf, tutti i problemi del cambiar casacca

Posta del pf, non è solo Ennio Doris a rinunciare al doppio incarico

Posta del pf, Hypo Tirol Bank rinuncia alla licenza bancaria in Italia

Posta del pf, lavoro e sogni son cose diverse

Posta del pf: analista finanziario, un mestiere difficile

Posta del pf, Renminbi Opportunities incuriosisce un lettore

Posta del pf: Bilancio in chiaroscuro per Mediolanum

Posta del pf: Allianz, commenti critici o pura invidia?

Posta del pf, non accenna a spegnersi il dibattito intorno al nome di Marco Riva

Posta del pf: Marco Riva divide la platea

Posta del pf: Duemme sgr, innesco di una nuova partita di risiko?

Posta del pf, collocamento e consulenza possono convivere

Posta del pf, commissioni bancarie, gli animi si scaldano

Posta del pf, i numeri di Poste Italiane? Hanno un turbo nascosto

Posta del pf, onestà e trasparenza per il rilancio della professione

Posta del pf, sui numeri delle reti c’è sempre chi si dice perplesso

Posta del pf, i numeri ci dicono qualcosa, ma non tutto

Ancona, un viavai di nomi noti

Ti può anche interessare

Banco Bpm sottotono in borsa, attende notizie su riordino bancassurance

BANCO BPM FRENA A PIAZZA AFFARI – Banco Bpm sottotono a Piazza Affari, col titolo che cede lo ...

Borse e bond in festa in Europa dopo rialzo tassi Fed ed elezioni olandesi

NESSUNA SORPRESA DALLA FED  – Tutto come previsto e forse anche meglio del previsto: ieri ser ...

Banca Carige in rosso a Piazza Affari, nonostante conti migliori del previsto

NON BASTA LA TRIMESTRALE A CARIGE – Banca Carige in netto calo in avvio di giornata a Piazza A ...