Posta del pf, commissioni bancarie, gli animi si scaldano

A
A
A

E si rischia di dimenticare chi paga le tasse e potrebbe non arrivare a fine mese

di Redazione20 marzo 2012 | 09:12

Più passano i giorni, più il decreto sulla liberalizzazioni varato dal governo Monti sembra trasformarsi in una rete dalle ampie maglie. Così poche o nessuna novità riguarderà tassisti, farmacisti, liberi professionisti e assicurazioni, come pure dopo l’iniziale clamore sembrano essersi perse le tracce della ventilata nuova tassazione degli immobili non ecclesiastici detenuti dalla Chiesa. Al contrario, i vertici dell’Abi, dopo aver visto tagliate le commissioni bancarie su crediti, fidi e sconfinamenti, hanno reagito rassegnando per protesta le dimissioni e dando il via a un fuoco di fila che si propone di “emendare” quello che alcuni esponenti politici hanno chiamato un “errore tecnico”.

Gli italiani che pagano le tasse e faticano ad arrivare a fine mese sembrano apprezzare sempre meno tutta la retorica delle “liberalizzazioni” e temere che alla fine la montagna partorirà, se va bene, il solito topolino. A conferma della forza delle mille piccole e grandi lobby il cui operato a tutela dei rispettivi, per quanto legittimi, interessi è giudicato da più parti come uno dei motivi fondamentali per cui l’economia italiana in questi ultimi 20 anni è cresciuta in termini reali poco o nulla del tutto. Così non sorprende che qualche lettore di BLUERATING sul tema si dimostri alquanto irritato e nei commenti alla notizia che anziché cercare di emendare il testo del decreto liberalizzazioni i senatori più vicini alle banche italiane potrebbero cercare di intervenire sul testo del decreto fiscale sottolinei come siano “eccezionali le banche che temono di guadagnare poco.

Ditelo a mio padre”, continua il lettore che si firma “trottolino”, “a cui per anni hanno applicato interessi anatocistici” e finanche “usurai: prestato 1, incassato 4”. Tanto che al lettore viene il sospetto: “Forse non di sole commissioni vivono le banche?” Non appare convinto il presidente dimissionario dell’Abi Giuseppe Mussari, che continua a ritenere che così com’è stata pensata la norma “non stia in piedi” e che debba valere “solo come sanzione per chi non rispetta le regole”, mettendo da parte i pregiudizi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crediti problematici, Intesa Sanpaolo, Unicredit, KKR e M&A al lavoro

Credem, per i lettori i progetti non bastano

Mps, quale sarebbe il partner ideale? Parlano i lettori

Mps è da nazionalizzare? I pareri dei lettori si dividono

Il web va bene ma il vostro pf è meglio. Parlano i lettori

Posta del pf: tecnologia effimera o vera innovazione?

La trasparenza è l’unica arma per tutelare il risparmio

Posta del pf: Moody’s taglia il rating italiano, che fare?

Posta del promotore: la dimensione non è tutto, ma aiuta

La raccolta è l’unica stella polare del pf?

Con la crisi gli italiani riscoprono il risparmio

Posta del pf, la mediazione creditizia val bene una messa

Posta del pf: Barclays fa cassa, Bankia chiede aiuto

Posta del pf, colleghi che sbagliano

Posta del pf: supermanager, guadagni e polemiche

Posta del pf, tutti i problemi del cambiar casacca

Posta del pf, non è solo Ennio Doris a rinunciare al doppio incarico

Posta del pf, Hypo Tirol Bank rinuncia alla licenza bancaria in Italia

Posta del pf, lavoro e sogni son cose diverse

Posta del pf: analista finanziario, un mestiere difficile

Posta del pf, Renminbi Opportunities incuriosisce un lettore

Posta del pf: Bilancio in chiaroscuro per Mediolanum

Posta del pf: Allianz, commenti critici o pura invidia?

Posta del pf, non accenna a spegnersi il dibattito intorno al nome di Marco Riva

Posta del pf: Marco Riva divide la platea

Posta del pf: Duemme sgr, innesco di una nuova partita di risiko?

Posta del pf, collocamento e consulenza possono convivere

Posta del pf: Mps vuole ridurre il costo del personale, tira aria di esuberi

Posta del pf, i numeri di Poste Italiane? Hanno un turbo nascosto

Posta del pf, onestà e trasparenza per il rilancio della professione

Posta del pf, sui numeri delle reti c’è sempre chi si dice perplesso

Posta del pf, i numeri ci dicono qualcosa, ma non tutto

Ancona, un viavai di nomi noti

Ti può anche interessare

Consulenti, 5 consigli per motivare il team di lavoro

Ecco alcuni preziosi e utili suggerimenti su come i manager delle reti possono mantenere alto il mor ...

Bank of America in rosso a Wall Street dopo la trimestrale

SCATTANO PRESE DI PROFITTO – Seduta sottotono per Bank of America, che a Wall Street cede atto ...

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Da Fideuram AM Ireland un cedolone di quasi 270 milioni alla capogruppo. Che erogherà a Intesa un s ...