Le dichiarazioni fiscali viaggiano su iPad

A
A
A

Wolters Kluwer Italia, branch italiana del Gruppo Wolters Kluwer, presenta le nuove applicazioni per compilare le…

di Redazione29 marzo 2012 | 12:55

Ora anche le dichiarazioni fiscali sbarcano su iPad. Dopo il successo delle app gratuite per iPhone e iPad, che in un anno hanno registrato più di 50mila download, Wolters Kluwer Italia, branch italiana del Gruppo Wolters Kluwer, continua la propria evoluzione tecnologica presentando le nuove applicazioni che aiutano nella compilazione delle dichirazioni fiscali sulla tavoletta di casa Apple. Ipsoa, marchio del gruppo, ha sviluppato uno strumento dinamico, in grado di guidare gli utenti nella compilazione delle dichiarazioni fiscali 730, IVA e Unico in totale mobilità. Le Guide Ipsoa, inserite nella collana “Dichiarazioni fiscali”, offrono, infatti, un pieno supporto per ogni quadro con istruzioni, formule di calcolo, casi pratici e particolari contestualizzati. Le funzioni di ricerca, di annotazione e di controllo degli errori, inoltre, rendono questa applicazione utile sia per il professionista che per il privato. Le App 730 e IVA sono già scaricabili dal negozio virtuale, mentre Unico sarà invece disponibile a partire dalla metà di aprile 2012.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ubs Wm vede all’orizzonte una correzione per l’euro

Ambrosetti, a Cernobbio il Forum fa il tagliando all’economia

Le criticità dei mercati alla prova dell’intelligenza del rischio

Peters: “La prossima crisi sarà devastante”

Successo di gruppo

Credit Suisse e Lbs scoprono chi ha reso di più come azioni e bond dal 1900 a oggi

Goldman Sachs AM, ecco i tre principali rischi sui mercati

Consultinvest: regola numero uno, guardare ai fondamentali

Schroders: la debolezza dei mercati dovuta al sentiment degli investitori

La volatilità: cos’è davvero e come funziona

Padoan e Lombardo al Salone del Risparmio: strada della ripresa ancora lunga

L’ondata di vendite? Colpa degli umori

Mercati, state sereni: ci penserà mamma Fed

Insider&mercati, l’outlook globale rimane positivo

Olli Rehn a BLUERATING: “ci aspettiamo che l’Italia continui così anche dopo le elezioni”

Investire sulle aziende che comunicano apertamente conviene

La Francia rischia di diventare il nuovo malato d’Europa

Decisioni d’investimento, assicurative e previdenziali

Democratici e Repubblicani divisi sul fiscal cliff

Stimoli monetari in grado di compensare i bassi utili

Il trading online, dallo Sputnik al World Wide Web (1930-1999)

Titolo da monitorare StMicroElectronics

Titolo da monitorare Fiat Industrial

Titolo da monitorare Banca Monte dei Paschi di Siena

Arriva Bluerating, la grande fuga da Banca Network

Titolo da monitorare Eni

Titolo da monitorare Snam

Titolo a monitorare Ubi Banca

Cipro è il quinto Paese a chiedere gli aiuti all’Europa

La Germania: l’altra faccia della locomotiva d’Europa

Lse: il direttore finanziario si dimette

Giappone rivede al rialzo le stime di crescita

Fitch: sforbiciata di tre gradini alla Spagna

Ti può anche interessare

La Brexit costerà caro al Regno Unito e alle sue banche

BREXIT AMARA PER LE BANCHE INGLESI – Brutte notizie per le banche britanniche: secondo quanto ...

Cfo Sim diventa Nomad sull’Aim

La società specializzata nelle attività di family office accompagnerà anche le piccole e medie im ...

Mediobanca si fa la rete

Mediobanca vara il piano industriale 2016-2019. Nagel vuol far crescere il risparmio gestito rilevan ...