Posta del pf, lavoro e sogni son cose diverse

A
A
A

Si dibatte sul mestiere del promotore finanziario

di Redazione30 aprile 2012 | 08:13

Quella del promotore finanziario è la più bella attività al mondo, un’attività da sogno per chi vuole essere imprenditore di se stesso: quante volte l’avete sentito ripetere per poi, magari, scoprire a fine mese che al sogno non sempre corrisponde a una florida realtà dal punto di vista del vil denaro o quante volte, per riuscire ad avere soddisfazioni economiche, avete dovuto “mandar giù” atteggiamenti arroganti o comunque riprovevoli dal vostro punto di vista tenuti da colleghi e manager di rete?

Capita con tutte le attività al mondo, naturalmente, ma la classifica stilata dal sito CareerCast.com che mette al quinto posto assoluto tra i lavori giudicati migliori al mondo quello dei personal financial planner ha suscitato i commenti di più di un lettore di BLUERATING. Certo, probabilmente è vero che fare il taglialegna o il lavapiatti (ma pure il giornalista, specie in tempi di rivoluzione dell’attività in tutto il mondo sotto la spinta del web e dei social media) offre meno soddisfazioni e più incertezze, come non c’è dubbio che essere un soldato (specie se impegnato in missione in zone di guerra), un pompiere o un poliziotto possa dare maggiori stress, eppure qualcuno giustamente ci tiene a ricordare che neppure per i promotori sono tutte rose e fiori. Anzitutto, fa notare Paolo Morgan, i dati corrispondono alla realtà americana, purtroppo ancora molto distante da quella italiana, un mercato “molto modesto al confronto e molto più povero”, poi come nota un “Grillo Parlante”, a volte basta “uno scontro commerciale con il manager per ricevere la revoca del mandato” e questo non può che essere fonte di stress, indubbiamente. Aggiunge “Makis”:

Concordo pienamente circa il fatto che sia uno dei 10 migliori lavori al mondo, per ciò che riguarda le soddisfazioni, gli stimoli quotidiani e l’opportunità di mettere infinita passione in quello che si fa. Purtroppo mi trovo però d’accordo con Morgan circa lo stress e le problematiche. Italia le cose sono un po’ diverse dal resto del mondo. Lavoro migliore al mondo? Assolutamente sì, ma in Italia non certo per stress e guadagni”. Se non altro, aggiunge il lettore, “credo che la mentalità della clientela piano piano stia cambiando, ma siamo ancora molto lontani dai modelli americani e nord europei”. Le mandanti e lo Stato, conclude il lettore, sicuramente “possono fare ancora molto affinché la fiamma della nostra passione non si spenga mai”, un punto (quello della crescita dell’educazione finanziaria della clientela) che trova d’accordo “Nemesis” che sottolinea come peraltro stia ai promotori stessi “fare educazione e in 23 anni di professione ne ho fatta tantissima”. C’è dunque da sperare che sia pure con fatica e con ritardo gli “ostacoli reali” che ancora si incontrano nella professione vengano gradualmente ridotti e si possa più facilmente far combaciare la teoria (o il “sogno”) con la pratica di tutti i giorni.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crediti problematici, Intesa Sanpaolo, Unicredit, KKR e M&A al lavoro

Credem, per i lettori i progetti non bastano

Mps, quale sarebbe il partner ideale? Parlano i lettori

Mps è da nazionalizzare? I pareri dei lettori si dividono

Il web va bene ma il vostro pf è meglio. Parlano i lettori

Posta del pf: tecnologia effimera o vera innovazione?

La trasparenza è l’unica arma per tutelare il risparmio

Posta del pf: Moody’s taglia il rating italiano, che fare?

Posta del promotore: la dimensione non è tutto, ma aiuta

La raccolta è l’unica stella polare del pf?

Con la crisi gli italiani riscoprono il risparmio

Posta del pf, la mediazione creditizia val bene una messa

Posta del pf: Barclays fa cassa, Bankia chiede aiuto

Posta del pf, colleghi che sbagliano

Posta del pf: supermanager, guadagni e polemiche

Posta del pf, tutti i problemi del cambiar casacca

Posta del pf, non è solo Ennio Doris a rinunciare al doppio incarico

Posta del pf, Hypo Tirol Bank rinuncia alla licenza bancaria in Italia

Posta del pf: analista finanziario, un mestiere difficile

Posta del pf, Renminbi Opportunities incuriosisce un lettore

Posta del pf: Bilancio in chiaroscuro per Mediolanum

Posta del pf: Allianz, commenti critici o pura invidia?

Posta del pf, non accenna a spegnersi il dibattito intorno al nome di Marco Riva

Posta del pf: Marco Riva divide la platea

Posta del pf: Duemme sgr, innesco di una nuova partita di risiko?

Posta del pf, collocamento e consulenza possono convivere

Posta del pf, commissioni bancarie, gli animi si scaldano

Posta del pf: Mps vuole ridurre il costo del personale, tira aria di esuberi

Posta del pf, i numeri di Poste Italiane? Hanno un turbo nascosto

Posta del pf, onestà e trasparenza per il rilancio della professione

Posta del pf, sui numeri delle reti c’è sempre chi si dice perplesso

Posta del pf, i numeri ci dicono qualcosa, ma non tutto

Ancona, un viavai di nomi noti

Ti può anche interessare

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

EURO/DOLLARO VOLATILE PER DRAGHI – Cambio euro/dollaro volatile nel corso della conferenza sta ...

Oneri di sistema e rettifiche su crediti pesano sui conti di Bper Banca

BPER BANCA IN ROSSO DOPO I CONTI – Giornata negativa per Bper Banca a Piazza Affari, dove a me ...

Lo shopping negli Usa fa bene a Piteco, che sale in borsa

PITECO TORNA A SALIRE IN BORSA – Piteco, la principale società in Italia nel campo della prog ...