Cmc Markets: fare trading tra un bagno e l’altro

A
A
A

Secondo Colin Cieszynski, cfa, cmt, market analyst di Cmc Markets Canada, il trading estivo potenzialmente può incrementare i ritorni e ridurre il rischio…

di Redazione30 maggio 2012 | 14:09

Negli ambienti di trading è abbastanza diffuso il detto “sell in may and go away” (“vendi in maggio e vai via”), che deriva dalle depressioni di metà anno, tra maggio e ottobre. Non sempre però è così e opportunità di trading, scondo Colin Cieszynski, cfa, cmt, market analyst di Cmc Markets Canada, si possono trovare anche nel periodo estivo se si assume un atteggiamento più attivo.

 “Uno sguardo ai ritorni dei principali indici in tutto il mondo nell’ultimo quarto di secolo”, rileva l’analista, “mostra che in genere i mercati impostano la fase in rialzo nella prima parte dell’anno, con aprile che tende a essere particolarmente forte. Maggio e soprattutto giugno tendono a essere più deboli, seguiti da un recupero in luglio. Il periodo da agosto a ottobre tende a essere il momento più fiacco dell’anno per le azioni, che poi tendono a terminare l’anno in modo forte con un recupero a novembre e dicembre”.  Insomma, anche in finanza ci sono le stagioni. E queste oscillazioni dei mercati sono legate a tre principali fattori: la domanda d’investimenti che cambia con le stagioni; le variazioni delle stime di crescita nel corso dell’anno e il ciclo dei risultati trimestrali. Assumendo questi linee guida si potrà di volta in volta approfittare di tali oscillazioni, anche in estate.

Oltre al famoso “sell in may and go away” (tradotto: stai alla larga dai mercati da maggio a ottobre), “esiste anche un approccio più attivo, con il quale il trader non solo vende le posizioni lunghe durante le fasi di mercato debole, ma assume anche posizioni corte nel tentativo di approfittare della debolezza del mercato”, continua Cieszynski.  Secondo alcune ricerche operate su vari indici azionari globali, “è emerso che assumere un comportamento più attivo migliora in modo significativo la performance nel lungo termine. In media, le strategie attive hanno generato ritorni più elevati rispetto ai rischi assunti. Per Dow, Tsx, Dax e Nikkei, le strategie attive hanno sia aumentato i profitti che ridotto il rischio. Per l’indice Asx, i ritorni sono migliorati allo stesso livello del rischio. Per l’indice Ftse, sia i profitti che il rischio sono aumentati ad un ritmo più elevato”. Infine, sembra che quando le strategie attive sovraperfomano, lo fanno con un margine sostanzialmente più ampio di quando le strategie passive sovraperfomano.

Allora come muoversi e cosa aspettarsi per il resto dell’anno? L’attenzione nei prossimi mesi si rivolgerà soprattutto agli Usa: le presidenziali, poi la politica fiscale e dovrà essere deciso prima della fine dell’anno se estendere o no i tagli fiscali e se fare un nuovo accordo sul tetto di bilancio prima dell’entrata in vigore degli tagli automatici di spesa. “L’attività politica e i trend dell’economia potrebbero mantenere vivaci i mercati questa estate fino alla fine dell’anno”, conclude l’esperto di Cmc Markets, “creando potenzialmente opportunità per chi vuole adottare un approccio più attivo al trading e all’investimento”.

 

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Regolamento Intermediari, la svolta per i Fee Only

Consulenza all’impresa, una questione di famiglia

A San Valentino regala un conto corrente cointestato

Rovinarsi sui mercati ai tempi di Mifid 2

Quant, manca poco al grande evento

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Esame Albo, occhio alla scadenza romana

Investments on the road: Banca IMI e BFC insieme per i consulenti

Consob, trasparenza con vista 2020

Quando l’Etf è un ingrediente del portafoglio

Kid, i problemi fanno slittare la notifica alla Consob

Criptovalute, fronte compatto contro le truffe

Consulente, sei incompetente per Mifid2?

Esma, gli echi della nuova fiscalità Usa preoccupano l’Europa

Ccteu e Btp sono i protagonisti della nuova infornata del Mef

Giri di valzer ai piani alti di Savills IM

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Pir, porte aperte al real estate

Petrolio in ascesa, la bussola per gli energetici di AcomeA

Iscrizioni e cancellazioni dall’albo, così le comunicherà Ocf

Investitori istituzionali non bancari e quotate europee, un’analisi Consob

Assogestioni, la raccolta provvisoria 2017 sfiora i 100 miliardi di euro

Cfds, opzioni binarie e speculazione, Esma entra a gamba tesa

Etf Securities: metalli industriali ed energia per il 2018

Consulenti, radiato un ex Consultinvest e Banca Generali

Consob, 10.000 euro di sanzione per assenza di autorizzazione

Consulenti, radiazione per un ex Fineco

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini dell’IVA

Fidelity Winter Roadshow, è tempo di debutto

Mifid 2, anche Capezzone dice la sua

Dossier fiscale Bitcoin – I riferimenti del regime fiscale

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Ti può anche interessare

Banco Bpm in rialzo, mercato apprezza possibilità nuova cessione di sofferenze

CONTINUANO LE PULIZIE DI BILANCIO – Banche italiane ancora sotto i riflettori e il tema è sem ...

Brexit: la Ue resta compatta, per ora Theresa May non parla dei costi

BREXIT COSTERA’ CARA ALLA GRAN BRETAGNA– La Brexit rischia di costare molto cara alla Gran B ...

Le criticità dei mercati alla prova dell’intelligenza del rischio

L’intelligenza del rischio rappresenta la forma di intelligenza più importante per coloro che ope ...