Mps tira un sospiro di sollievo, Bpvi e Veneto Banca non ancora

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi3 giugno 2017 | 08:32

MPS: VIA LIBERA CONDIZIONATO A RICAPITALIZZAZIONE – Ricapitalizzazione precauzionale ormai alle porte per Mps, mentre restano nel limbo BpVi e Veneto Banca (nelle quali negli scorsi giorni il fondo Atlante aveva ufficializzato il no ad immettere ulteriori capitali), dopo l’assenso preliminare alla ricapitalizzazione di Mps da parte dello stato da parte della Direzione alla Concorrenza della Commissione europea, arrivato assieme ad alcune condizioni tra cui che la Bce dichiari solvibile la banca e che venga completata la cessione del portafoglio sofferenze da 26 miliardi di euro, con l’attribuzione ai privati (dunque non ai soci, tra cui il Tesoro, come si ipotizzava sino a dicembre) delle tranche junior.

RISTORO OBBLIGAZIONISTI RETAIL CON NUOVI BOND – Commentando la notizia il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan ha sottolineato che tutti i punti del piano, compresi il taglio dei costi e il fabbisogno di capitale, sono stati chiariti e non vi sono più negoziazioni in corso su alcun ulteriore dettaglio. A sostenere il peso della ricapitalizzazione saranno azionisti attuali e obbligazionisti subordinati, mentre gli investitori retail che potranno provare di aver subito un “mis-selling” saranno non rimborsati ma compensati con nuove obbligazioni senior. Tra le condizioni poste anche il tetto agli stipendi dei manager, che non potranno superare dieci volte la retribuzione media dei dipendenti.

BPVI E VENETO BANCA NON SARANNO SALVATE DA MPS -Ultima ma non meno importante condizione: Mps non potrà fare acquisizioni nell’arco del piano (5 anni), così da evitare che i capitali versati nelle casse di Mps (8,8 miliardi di cui 6,6 miliardi a carico dello stato, già comprendendo i 2 miliardi di ristoro per gli obbligazionisti retail) vengano utilizzati per il salvataggio delle due ex popolari venete, ipotesi che era circolata come “piano b” per sbloccare anche quella situazione evitando il rischio di una risoluzione di uno o entrambi gli istituti. Il Tesoro potrà infine rimanere nel capitale di Mps (in cui anche Axa ha già fatto sapere di voler rimanere, ndr) per tutta la durata del piano, ma Padoan ha sottolineato che l’obiettivo è rimanere il minor tempo possibile, compatibilmente con la solidità e capacità di ripresa della banca senese.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

Ti può anche interessare

SeedUp assisterà lo sviluppo di Plus35

PLUS35 SIGLAPARTNERSHIP CON SEEDUP – Plus35, piattaforma operante nel settore della consulenza ...

Lombard Odier IM vede un rialzo dei tassi Usa in dicembre

POCHE NOVITA’ NEL COMUNICATO FED – Come ampiamente previsto la Federal Reserve ha lascia ...

Ubi Banca, via libera a Massiah per acquisto good bank

Il Consiglio di Gestione ed il Consiglio di Sorveglianza di Ubi Banca hanno dato mandato a Victor Ma ...