Cucchiani: sì alla Tobin Tax, ma solo se su scala globale

A
A
A

Il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo è intervenuto sul tema a margine dell’88esima Giornata Mondiale del Risparmio.

di Redazione31 ottobre 2012 | 12:30

NO A SPEREQUAZIONI – La tassazione su transazione finanziarie ha un senso se applicata a tutti i Paesi. Ne è convinto Enrico Cucchiani, consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, che a margine dell’88esima Giornata Mondiale del Risparmio, in scena oggi a Roma, ha osservato: “se la Tobin Tax non viene applicata su scala globale, si creano sperequazioni”.

NON CI PUO’ ESSERE UN PORTO FRANCO – “Sarebbe una tassa intelligente se applicata su scala globale, ma ci vuole un accordo generale”, ha continuato Cucchiani. “Non ci può essere un porto franco che non paga la Tobin Tax”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banca Carige, c’è maretta ai piani alti

TENSIONI IN SENO AL CDA – L’aumento di capitale da 450 milioni di euro si avvicina e il clim ...

Mps, cartolarizzazione Npl pare in stallo

NPL, IL PROBLEMA RESTA IL PREZZO – Il problema attorno a cui ruota da più di due anni la cris ...

Bfc, approvato il piano strategico 2017-2021

Previsto il lancio all'edizione italiana di Forbes, di Blueadvisor e Gooruf ...