Blueindex: in attesa di una soluzione per Bpvi e Veneto Banca i titoli bancari calano

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi23 giugno 2017 | 10:46

GAM HOLDING E LEGG MASON IN TESTA AL BLUEINDEX – Testa a testa ai vertici della classifica giornaliera del Blueindex ieri, con Gam Holding e Legg Mason che hanno chiuso la giornata in rialzo dell’1,11%, staccando nettamente le altre componenti del paniere (le più immediate inseguitrici, Intesa Sanpaolo e Janus Henderson Group, si sono limitate a sfiorare lo 0,7% di rialzo).

ANCORA PRESE DI PROFITTO SULLE BANCHE – Dalla parte opposta della classifica nuove prese di profitto penalizzano il comparto bancario europeo, con Barclays Bank, Banco Bpm e Raiffeisen International finite tutte in rosso di un paio di punti percentuali a fine giornata. Appena meglio hanno chiuso Unicredit (-1,98%) e Azimut (-1,93%), pur in una giornata in cui la notizia del possibile acquisto, sia pure condizionato, di Bpvi e Veneto Banca da Intesa Sanpaolo avrebbe potuto portare ad un alleggerimento delle tensioni sul comparto finanziario italiano.

SARA’ IL WEEKEND DECISIVO PER BPVI-VENETO BANCA? – La vicenda dovrebbe peraltro chiudersi abbastanza rapidamente dopo essersi trascinata per mesi senza costrutto. Voci di mercato segnalano infatti che il governo sarebbe pronto a varare già nel fine settimana un decreto che preveda la liquidazione coatta amministrativa di Bpvi e Veneto Banca, nominando gli attuali Ceo, Fabrizio Viola e Cristiano Carrus, quali commissari straordinari. A quel punto scatterebbe l’operazione di separazione degli asset “in bonis” che Intesa Sanpaolo si è detta disponibile ad acquistare, dagli altri asset che confluirebbero in una “bad bank” alla cui ricapitalizzazione contribuirebbe lo stato italiano, se dalle autorità europee verrà un via libera.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Piersimoni (Pictet Am): “Elezioni tedesche, così i risultati influenzeranno il mercato”

Continuità con le politiche attuate finora dalla Merkel o integrazione europea più veloce. Ecco i ...

Derivati, vittoria in tribunale del Credem e dello Studio Zitiello

Sentenza della Corte d’Appello di Milano che dà ragione alla banca, assistita dall’avvocato Ben ...

InfoCamere, nasce il cassetto digitale degli imprenditori

Presentato a Milano, alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico un servizio che permette di ...