Unicredit sottotono nonostante Pioneer e Yapi Kredi

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi23 giugno 2017 | 15:40

UNICREDIT SOTTOTONO, IL 3 LUGLIO CLOSING PER PIONEER – Unicredit in calo dello 0,76% a 15,73 euro quando sono passati di mano 5,7 milioni di azioni a inizio pomeriggio a Piazza Affari. Per l’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier, che il prossimo 3 luglio finalizzerà la cessione di Pioneer Asset Management al gruppo Amundi per un controvalore di 3,545 miliardi, si avvicina la realizzazione di una plusvalenza di 2,2 miliardi che migliorerà il Cet1 dell’istituto di 78 punti base, innalzando il coefficiente patrimoniale al 12,23%.

YAPI KREDI CEDE CREDITI IN SOFFERENZA – Sempre Unicredit ha poi segnalato come la controllata turca Yapi Ve Kredi Bankasi abbia raggiunto una transazione con un gruppo di società di asset management per la cessione di un portafoglio di crediti in sofferenza per un importo complessivo di 518 milioni di lire turche(circa 132 milioni di euro). La cessione, che rientra nella strategia di Unicredit di ridurre le esposizioni deteriorate, non ha impatto sul rapporto tra esposizioni deteriorate/totale crediti lordi, essendo Yapi Kredi valutata al patrimonio netto.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Seduta positiva per le maggiori banche italiane ed europee

L’iPhone day fa correre Stmicroelectronics a Milano

Unicredit e Mediobanca sotto i riflettori a Piazza Affari

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Piazza Affari, occhio a Banca Carige, Unipol e Banca Mediolanum

Mps punta a tornare sul listino a inizio ottobre

Banco Bpm prudente, ma si attendono novità positive

Ferrari a un passo dai 100 euro, gli analisti si dividono sul futuro

Unieuro oggi batte un poco meno forte a Piazza Affari

Pirelli punta a tornare in borsa a ottobre

Banca Ifis vede utile raddoppiare a fine anno, non esclude acquisizioni

Fca prosegue la sua corsa, nuovo record storico in borsa: 13,5 euro

Generali: attesa per cessioni riporta interesse sul titolo

Geely dopo Volvo conquista anche Lotus, chi sarà il prossimo?

La crescita del Pil dovrebbe far bene alle banche italiane

Anche Mittel in corsa per Quadrivio Sgr?

Banca Generali: commissioni a tutto gas nel primo semestre

Ubi Banca: semestrale ok ma sul titolo pesa l’effetto Trump

Anima Holding frena nonostante buona raccolta di luglio

I numeri semestrali fanno correre Banca Ifis

Piazza Affari, giornata positiva grazie alle banche

Credem positivo dopo la trimestrale

Anima sottotono dopo acquisizione Aletti Gestielle

Al cavallino serve un Suv per correre ancora in borsa

Banca Carige: trimestrale con luci ed ombre, il titolo perde quota in borsa

Unipol: il semestre chiude in rosso, ma meno del previsto

Prelios prova un ulteriore scatto dopo rilancio Burlington

Poste Italiane attende i conti, non risente di via libera a Ddl concorrenza

Generali in allungo, i conti sono piaciuti

Banca Intermobiliare non reagisce in borsa alla cessione di Bim Suisse

Exprivia tira il fiato dopo acquisizione 81% Italtel

Azimut, Anima e FinecoBank: risparmio gestito sotto i riflettori a Milano

Prelios in rosso, respinta dai grandi soci la contro offerta di Cefc

Ti può anche interessare

Bluerating, Wall Street resta in stato di grazia

WALL STREET SEGNA NUOVI RECORD – La giornata di riposo ha fatto bene a Wall Street, tornata ie ...

Piazza Affari si prepara a dire addio anche a Parmalat

Sotto l’albero gli azionisti italiani di Parmalat si ritrovano un’Opa volontaria totalitaria a 2 ...

Crescita Usa sempre più robusta: Wall Street positiva, deboli i T-bond

ECONOMIA USA SEMPRE PIU’ IN SALUTE – L’economia americana mostra segni di riaccelerazione ...