Prelios tira il fiato dopo aver fatto il botto a Piazza Affari

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi29 giugno 2017 | 09:58

PRELIOS TIRA IL FIATO – Prelios corregge in apertura di giornata a Piazza Affari, col titolo che torna sugli 11,60 centesimi di euro per azione (-3,33%) quando sono passati di mano circa 13 milioni di titoli. A pesare sulle quotazioni è una nota congiunta di Intesa Sanpaolo, UniCredit e Pirelli (socie rispettivamente al 10,71%, 10,22% e 12,85%) in cui precisano su richiesta di Consob in riferimento alle indiscrezioni apparse su alcuni organi di stampa, che le ricostruzioni circa una vendita delle partecipazioni detenute dalle tre società in Prelios ed una conseguente Opa sarebbe “inesatta”, riferendosi a “operazioni oggetto di negoziazione, ma allo stato né concretizzate né certe”.

TRATTATIVE CONFERMATE MA NON C’E’ ANCORA ACCORDO – E’ la conferma che le trattative sono in corso, ma solo in caso di raggiungimento di accordi circa la vendita delle azioni detenute in Prelios “ne verrà data tempestiva comunicazione al mercato”. Ieri il quotidiano MF aveva parlato di un’offerta da parte della conglomerata cinese CeFC, attiva nei settori dell’energia, della finanza, del credito e delle infrastrutture, portando il titolo Prelios a chiudere la giornata in rialzo del 14,8% a Piazza Affari, in previsione del lancio di una Opa “a premio” del 20%-25% rispetto ai valori di martedì scorso.

DA SETTIMANE SI PARLA DI OFFERTE IN ARRIVO – Nelle precedenti settimane erano già arrivate le prime manifestazioni d’interesse non vincolanti dai fondi Apollo, Crc (Christofferson Robb) e della tedesca Dampak. CeFC, secondo le indiscrezioni, sarebbe interessata all’intero perimetro di attività del gruppo, dunque sia la società quotata a Piazza Affari cui fanno capo la Sgr che gestisce 31 fondi e un patrimonio immobiliare in gestione di 4 miliardi, la società specializzata in Npl e recupero crediti, la branch dedicata ai servizi immobiliari e quella specializzata in advisory, sia Focus Investments, newco nata a fine 2015 da uno scorporo dalla capogruppo e nella quale sono state trasferite tutte le attività relative agli investimenti e ai co-investimenti immobiliari.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Petrolio: Opec e Russia valutano estensione tagli

PER IL PETROLIO SI GUARDA A SAN PIETROBURGO – Fari puntati sull’andamento delle quotazioni p ...

Anima, raccolta di marzo a 267 milioni

Il totale delle masse gestite a fine marzo 2017 è di circa 73,7 miliardi di euro, con un aumento di ...

Azimut: “Piano di acquisto completato da 1.200 colleghi”

Quasi 1.200 colleghi partecipanti al patto di sindacato hanno completato il piano di acquisto di azi ...